Giornalista Chiacchierona

Ultimi Commenti Inseriti

Uomini di oggi #2
Cinzia ha scritto un commento.
"LOL ūüėÄ Quanto prendersela a cuore e quanto scegliere un luogo inadatto a fare repliche..." [Leggi tutto]
Uomini di oggi #2
Il DUCA ha scritto un commento.
"Che ridere questa idiot-phone generation.. ma è chiaro e lampante le motivazioni di..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
IL DUCA ha scritto un commento.
"Da sempre gli uomini devono ‚Äúconquistare‚ÄĚ la..." [Leggi tutto]
Il brutto di essere belli
Giornalista Chiacchierona ha scritto un commento.
"ūüôā C’era dell’ironia moooolto al femminile, che lei..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Giornalista Chiacchierona ha scritto un commento.
"Sempre disponibile al confronto,..." [Leggi tutto]
Il brutto di essere belli
Adam ha scritto un commento.
"altra cazzata di articolo.. perchè? ne ho le prove! anche dinanzi ad uno bellissimo,..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Adam ha scritto un commento.
"Esimia Giornalista chiaccherona, Senza scadere nello..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Adam ha scritto un commento.
"Alle donne che dicono non ci sono pi√Ļ gli uomini di..." [Leggi tutto]

Ultime 5 Pubblicazioni

24.05.2015 | Serena ¬Ľ 0 Commenti

La mia finta gabbia di solitudine

La mia finta gabbia di solitudineDovremmo avere sempre tutte le possibilità, così da essere coscienti del fatto che ciò che abbiamo è esattamente quello che vogliamo per noi. Quando non potevo prendere la patente ed era scons...
31.03.2015 | Pensierosa ¬Ľ 0 Commenti

Se non va bene il primo amore, hai un guasto

Se non va bene il primo amore, hai un guastoDa un lato ci sono quelle coppie formate da persone con differenze d'età, di professione, di vita, che scelgono di stabilire la loro unione per godersi la vita finché non ne hanno voglia. Dall'a...
25.03.2015 | Guerriera ¬Ľ 0 Commenti

Non piaccio alle donne

Non piaccio alle donneNon le piaccio. Non è la prima incapace di sopportarmi. Ho speso gli anni migliori della mia vita a cercare di indovinare il perché di questo fatto e, mentre mia madre cercava di inculcarmi il "...
15.03.2015 | Serena ¬Ľ 0 Commenti

La solitudine dei noti volti sorridenti

La solitudine dei noti volti sorridentiSpero che il titolo possieda quella tetra e inquietante aria cantilenante de "L'alba dei morti viventi", seppur composto da parole che, prese singolarmente, hanno un significato positivo. Sono gior...
11.02.2015 | Blog ¬Ľ 0 Commenti

4 anni | Ohmiodddio.

4 anni | Ohmiodddio.Stavo organizzando in pompa magna un giveaway per questo quarto compleanno del blog, ma seguo sempre i miei umori ballerini e - all'ultimo momento - ho deciso che no. Mi pare una paraculata, una co...
Argomenti: , ,

Blog | Ultime 3

24.05.2015 | Serena ¬Ľ 0 Commenti

La mia finta gabbia di solitudine

La mia finta gabbia di solitudineDovremmo avere sempre tutte le possibilità, così da essere coscienti del fatto che ciò che abbiamo è esattamente quello che vogliamo per noi. Quando non potevo prendere la patente ed era scons...
31.03.2015 | Pensierosa ¬Ľ 0 Commenti

Se non va bene il primo amore, hai un guasto

Se non va bene il primo amore, hai un guastoDa un lato ci sono quelle coppie formate da persone con differenze d'età, di professione, di vita, che scelgono di stabilire la loro unione per godersi la vita finché non ne hanno voglia. Dall'a...
25.03.2015 | Guerriera ¬Ľ 0 Commenti

Non piaccio alle donne

Non piaccio alle donneNon le piaccio. Non è la prima incapace di sopportarmi. Ho speso gli anni migliori della mia vita a cercare di indovinare il perché di questo fatto e, mentre mia madre cercava di inculcarmi il "...

Rubriche | Ultime 3

Quel che mi hai dato

Quel che mi hai datoNon importa quanti stronzi traditori io abbia incontrato, non sapevo che sarebbe bastata una sola persona che mi volesse bene per curare tutte le voragini che avevo dentro. Ne basta uno. Che v...
07.02.2015 | Punti di Vista ¬Ľ 0 Commenti

#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! ‚Äď Al di l√† del Buco

#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! ‚Äď Al di l√† del Buco#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! ‚Äď Al di l√† del Buco. Sta per uscire il film, al cinema, e la polemica sulle #50sfumature si sta accendendo di nuov...
07.01.2015 | Videopost ¬Ľ 0 Commenti

Il mio secondo Natale con la Voice Power

Il mio secondo Natale con la Voice Power L'anno scorso è stato il turno di Shake Up Christmas, quest'anno invece gli insegnanti della scuola Voice Power hanno scelto Do they know it's Christmas. Il video della canzone di Natale del 201...

Bacheca | Ultime 3

#librorecensione video: L’uomo in fuga, di Richard Bachman

Ho deciso di dare una mossa al canale Youtube, registrando videorecensioni dei libri appena letti, è il turno de L'uomo in fuga, scritto da Richard Bachman - pseudonimo di Stephen King. Buona visi...

Cecità РJose Saramago [Lettura Collettiva @Bibliophili]

Cecità - Jose Saramago [Lettura Collettiva @Bibliophili]Gruppo Bibliophili | Evento Cecità |@Biblio_philia su Instagram | Hashtag #laletturanonèsolitudine Lettura di Dicembre/Gennaio: La fattoria degli animali Breve Introduzione: su Facebook esiste ...

Il libro è sempre meglio del film?

Il libro è sempre meglio del film?Leggere, per scoprire che alcune storie che si amano tanto sono solo frutto della fantasia di un regista, non dell'autore dell'Omonimo racconto. Il libro è sempre meglio del film? Nel caso di Rapp...

Libreria | Ultime 3

Propositi di lettura – Dicembre 2014

Propositi di lettura - Dicembre 2014Punto della situazione sui propositi dell'ultimo mese in cui avevo scritto in questa rubrica - aprile 2014 Finire di leggere Rose Madder, di Stephen King; [NO] Finire di leggere Il pi√Ļ grande u...
18.12.2014 | Lettura Collettiva ¬Ľ 0 Commenti

#gdli100libri – I 100 libri di Dorfles [Gruppo di Lettura]

#gdli100libri - I 100 libri di Dorfles [Gruppo di Lettura]Iniziativa di: Ifeelbook Piattaforma di origine: Instagram Durata: variabile Missione: leggere i 100 libri che Dorfles indica come quelli che un vero lettore non può far mancare nel suo "repertor...

Propositi lettura per il 2015

Propositi lettura per il 2015Bilancio dei propositi 2014 | Post Originale Alternanza di generi: la mia intenzione era di alternare la lettura di classici, qualcosa di moderno, cicli di avventura, saggi... e devo dire che non...

Photoblog | Ultime 3

24.12.2013 | Photoblog ¬Ľ 0 Commenti

Buon compleanno

Buon compleanno Mamma mi porta un pacchetto e la mia Paty corre sul letto ‚ô•‚ô•...
06.12.2013 | Photoblog ¬Ľ 0 Commenti

It’s Christmas time

It's Christmas time √ą arrivato Natale anche in casa Chiacchierona!!...

14.11.2013 | Photoblog ¬Ľ 0 Commenti

Jap Lunch

Jap Lunch √ą uno dei giorni pi√Ļ importanti della vita della mia cara amica e io sono una delle persone citate nei ringraziamenti e presente al pranzo ''di famiglia''. Onorata, orgogliosa e serena. Tan...

Aeroporto | Ultime 3

You, again

You, again Boeing 737 con livrea Xl.com...

Un Airbus 330 a Cagliari

Un Airbus 330 a Cagliari Direzione Antille Francesi. Un bestione parcheggiato al Finger riempie un normalissimo sabato in aeroporto a Cagliari. ...

Nuvole a batuffoli

Nuvole a batuffoli Qualche volta parcheggio lontano dalle partenze e devo percorrere un lungo tratto a piedi. .. Stamattina mentre lo facevo, ecco che il cielo mi cattura. Nuvole soffici e bianche come cotone sull...

Giornalista Chiacchierona è...


Mi chiamo Cinzia, classe 1986, alias Kisal dai primi anni dopo il 2000 e diventata Giornalista Chiacchierona in occasione dell’apertura di questo blog. Nell’ottobre del 2010 mi trasferii in Germania...
leggi tutto...

Cerca nel Blog

#gdli100libri

#libri

@i_libri_di_gi

@booksnews

@l_amore_per_i_libri

@salottodeilibri

@ifeelbook

@the_italian_reader

#Librorecensioni

#UltimiLibri

#VlahVlahVlog

Seguimi su Facebook

Argomenti

Curiosi

La mia finta gabbia di solitudine
Pubblicato domenica 24 maggio 2015 alle 09:21 . 0 commenti
Dovremmo avere sempre tutte le possibilità, così da essere coscienti del fatto che ciò che abbiamo è esattamente quello che vogliamo per noi. Quando non potevo prendere la patente ed era sconsigliato salire sull'unico autobus che raggiungeva i dintorni di casa mia, ero convinta che non "uscissi" perché mi era vietato. A casa, con una macchina da scrivere alla mano, in cortile in compagnia dei miei cagnolini, scrivevo fiumi di pensieri. Fingevo di presentare programmi televisivi, scrivevo i testi per varietà simili a quelli che guardavo in prima serata, salivo sugli alberi, scoprivo internet qualche anno dopo e parlavo nei forum, guardavo telefilm, scrivevo durante la notte nel balcone di casa mia, che dava sul porticciolo. Ero sicura che, se avessi potuto farlo, non mi sarei trincerata dietro tutto quello, però. Pensavo avrei trovato il gusto di fare tutto ciò che gli altri potevano e che a me era proibito: uscire, ritrovarmi in piazzetta con gli amici, passeggia [...]
Se non va bene il primo amore, hai un guasto
Pubblicato martedì 31 marzo 2015 alle 09:27 . 0 commenti
Da un lato ci sono quelle coppie formate da persone con differenze d'età, di professione, di vita, che scelgono di stabilire la loro unione per godersi la vita finché non ne hanno voglia. Dall'altro ci sono coppie costituite da giovincelli identici tra loro che passano il tempo della formazione a divertirsi un po', per poi dare la notizia che finalmente sono incinti e avranno un bimbo che sarà maggiorenne quando loro non avranno ancora compiuto 40 anni, a volte neanche 35. Da che parte sta la verità? Intesa come "chi se la passa meglio?", anzi: "Chi ha preso la decisione migliore". La ventenne che ha sempre albergato in me - quando l'approssimazione della mia età era proprio quella - ha sempre pensato che le scelte scontate non fossero per forza le migliori. Schemi, imposizioni, esempi... tutti disegnini che ci hanno proposto e che era divertente scalfire, criticare, sopprimere, cancellare. La trentenne che ormai sta arrivando dice che, adesso, la migliore trasg [...]
Non piaccio alle donne
Pubblicato mercoledì 25 marzo 2015 alle 23:30 . 0 commenti
Non le piaccio.¬†Non √® la prima incapace di sopportarmi. Ho speso gli anni migliori della mia vita a cercare di indovinare il perch√© di questo fatto e, mentre mia madre cercava di inculcarmi il "sono invidiose", ha oggettivamente alimentato la mia autostima, ma non mi ha mai convinto a fondo. Alla fine, la pi√Ļ invidiosa del mondo sono io, ma non nei confronti delle altre donne.¬†Quando provo invidia punto pi√Ļ all'individuo, non mi accanisco su un preciso genere. Parit√†, sapete com'√®. Si capisce perch√© io covi odio per gli altri¬†-¬†mi sento sempre una poveracrista sfigata e rompo i coglioni - ma il motivo per cui sto sul cazzo alle donnicciuole non √® ancora chiaro. Sar√≤ una odiosa e non me ne sono mai accorta? Stasera parlavo con una persona con cui scherzo spesso. Mi trova simpatica, credo. Gli ho detto che una certa donna non mi sopporta e lui si √® un po' stupito. Ad istinto gli ho spiegato: "Alle donne credo non piaccia la mia libert√†. Sono le prime ad esse [...]
La solitudine dei noti volti sorridenti
Pubblicato domenica 15 marzo 2015 alle 12:18 . 0 commenti
Spero che il titolo possieda quella tetra e inquietante aria cantilenante de "L'alba dei morti viventi", seppur composto da parole che, prese singolarmente, hanno un significato positivo. Sono giorni che non faccio che sentirmi trascinata in una tristezza che non mi appartiene pi√Ļ da tempo, ma che so essere stata a lungo il mio vestito abituale e comodo. Ero sola e felice. Lo credevo. Mi entusiasmavo di avere il vuoto intorno cos√¨ che fossi sempre disponibile per lavorare e fare tanti soldi. Soldi per comprare libri, giocattoli, casa, macchina, debiti, chincaglierie, computer, spesa, patatine fritte. La cosa migliore per√≤ era la coscienza di non dovere pi√Ļ litigare con nessuno, di non avere pi√Ļ con chi sfogarmi della mia frustrazione, di avere il vuoto intorno, al quale avrei tranquillamente potuto dare le colpe dei miei colpi di testa, delle mie scelte sbagliate, della mia insicurezza, dei miei handicap e dei debiti. Nessuno pu√≤ rovinarmi la vita, quindi star√≤ m [...]
4 anni | Ohmiodddio.
Pubblicato mercoledì 11 febbraio 2015 alle 09:00 . 0 commenti
Stavo organizzando in pompa magna un giveaway per questo quarto compleanno del blog, ma seguo sempre i miei umori ballerini e - all'ultimo momento - ho deciso che no. Mi pare una paraculata, una cosa troppo all'ultimo momento che rischia di implodere su se stessa, di bruciarsi senza ottenere il giusto merito. Mi sto divertendo a girare video per il canale e gestisco i vari social seguendo delle linee editoriali diverse - cosa buona e giusta - in modo da non ripetermi e da non annoiare chiunque si registri ai miei diversi contatti. Ho pensato che mi basta dirlo, mi basta parlare, come ho sempre fatto. Poi magari al quinto compleanno il giveaway ci scappa davvero. Ero in Germania, sola, in un cazzo di posto pieno di neve e di persone che parlavano una lingua spigolosa, sempre sorridenti. Ho inventato una grafica e aperto presuntuosa, poi l'ho cancellato dopo un litigio con fidanzato. Avevo scritto genialate, mi ero ispirata ai blog che Vanity Fair concedeva alle personalità [...]
Finalmente, siamo tutti delle celebrità
Pubblicato sabato 7 febbraio 2015 alle 02:42 . 0 commenti
Se scopri un metodo figo e furbo per fare soldi, ti senti anche in dovere di fotografarti e schiaffare la prova su un social, allegando la frase sboronissima dove elogi la nuova vita, i tuoi intenti e sbandieri il tuo segreto, in un impulso eccessivo di generosit√†. C'era un tempo in cui, avere nelle mani il segreto del successo significava anche tenere acqua in bocca e non dire a nessuno quale modo avessi trovato per sbarcare il lunario. Mancata autostima, principalmente, e convinzione che se tutti vengono a scoprire il mio metodo, non rimarr√† niente per me, che ho faticato pi√Ļ di tutti per trovarlo. Oggi il mondo gira al contrario: trovi un modo¬†e lui¬†non si scomoda per parlare di s√©, semplicemente¬†utilizza la tua immagine e i tuoi risultati come testimonianza di efficacia, fa parlare di s√© attraverso un obbligo prestabilito in cui tu prometti di fare da sponsor vivente all'attivit√†. In un intelligentissimo e lungimirante meccanismo in cui tutti siamo chiamati a mett [...]
Qualcosina su me, sul blog, i libri e i video...
Pubblicato giovedì 5 febbraio 2015 alle 00:53 . 2 commenti
Boh, sì, sono sparita. Ho lavorato come un'ossessa, mi sono fatta sotterrare dal malessere, dalla stanchezza, dal nervosismo, dalla noia, dalla furia, dai capricci, dai litigi. Ho anche avuto accanto qualcuno, che mi ha messa davanti alle mie contraddizioni e alle sue tristi imperfezioni - accostate a caratteristiche uniche, stupende e che mi mancheranno tanto da farmi mancare il fiato, molto spesso. Ho acquistato libri come la peggiore delle addicted, io che mi metto sul piedistallo e giudico tutti quelli che "quando iniziano non sanno fermarsi". Ah ah. Io invece mi fermo, eh? eeh? EEHH?!. Mah. Non so in quale specchio guardarmi, il solo fatto che mi vengano dubbi se io voglia o meno analizzare tutto mi fa ragionare sul fatto che - per quanto sembri da fuori sempre decisissima e ferma nelle mie idee - poi io, nell'intimo, non sia mai davvero immobile e convinta così, senza farmi prendere da paranoie e ripensamenti. Ho deciso di metterci la faccia, oltre che l'inchiostro. Sto [...]
Il mio 2014: bilanci e propositi per il 2015
Pubblicato mercoledì 7 gennaio 2015 alle 02:37 . 0 commenti
Ferie, mie adoratissime ferie... Ridicolo, indegno e vergognoso che riesca a sedermi al pc per scrivere il mio post dei bilanci&propositi solo perché non sto lavorando, ma questo fa capire chiaramente quanto sia diventata insostenibile la mia vita, quando lavoro, e cioè sempre [come volevasi dimostrare, ho iniziato questo post mentre ero in ferie, dal 13 al 21 dicembre 2014 e sono riuscita a proseguirlo a spizzichi e mozzichi fino a concluderlo solo oggi...]. Non so raccontare un film senza anticipare il finale, quindi dico subito che nella frase sopra ho spoilerato furiosamente uno dei miei propositi per l'anno che sta per arrivare... solo che prima di arrivare a quel punto devo affrontare, come di consueto, la parte dei bilanci. Casa: Ce l'ho fatta! Sognavo che, in vista dell'arrivo di marzo - che si portava dietro la fine dei miei debiti - avrei potuto iniziare a spendere parte del mio stipendio in un affitto, piuttosto che nel pagamento di vecchie sanzioni. A marzo [...]
Col veleno
Pubblicato martedì 16 dicembre 2014 alle 12:44 . 0 commenti
Mi chiedo come abbia fatto¬†-¬†come fosse strano e impossibile¬†-¬†invece¬†√® fin troppo semplice rispondere alle domande che pongo a me stessa, adesso. Non scrivo da mesi, ho concesso al mio lavoro, alla mia smania di risalire, alla mia sete di soldi, di mangiarmi viva. Letteralmente. Ho tanto di quel veleno in corpo che ho smesso anche di scrivere, di scrivere con quell'amore che mi ha portata qui per giorni e giorni, per settimane, per almeno tre anni, ormai quasi quattro. Mi chiedevo come mai non avessi pi√Ļ spunti, ho provato a trovare un motivo dietro il fatto che ormai - con i miei spazi nella casa nuova - non avessi pi√Ļ necessit√† di raccontarmi, eppure non ci stavo nell'idea che scrivere, per me, fosse solo uno sfogo. Pari a vomitare. Ho provato a trovarci un motivo dawsonscreekiano stile: da quando ho avuto una delusione d'amore, ho anche perso il motivo per esprimere la mia arte. C'era qualcosa di pi√Ļ primitivo dietro, in realt√†, e l'ho scoperto solo grazie [...]
Instagram Inspiration
Pubblicato giovedì 4 dicembre 2014 alle 15:53 . 0 commenti
Ho montato¬†l'albero di Natale. Il primo,¬†in¬†questo appartamento! Sono entrata da Oviesse per cercare un paio di pantaloni nuovi per lavorare e sono incappata nel reparto di addobbi Natalizi... palline glitterate, stelle filanti, abbigliamento da cucina... tutto a tema. Fortuna per le mie tasche se ne sono uscita con solo qualche palletta. Il resto l'ho comprato nei negozi di Cinesi, come mio solito. Stelle filanti colorate, luci ad intermittenza e altre pallette varie. Una foto pubblicata da Giornalista Chiacchierona (@giornalista_chiacchierona) in data: Dic 12, 2014 at 3:38 PST Malata da sempre di articoli di cancelleria, non esiste che entri in un negozio che venda quadernetti e quadernini senza portare via qualcosa con copertina rigida: i miei preferiti! Ultimamente ho beccato un negozio che ricarica gli scaffali di quaderni con copertina rigida dalle fantasie pi√Ļ diverse e carine. Me ne sono accaparrata un bel po', questo che appare nella foto ha la c [...]
Educazione all'amore
Pubblicato venerdì 14 novembre 2014 alle 11:25 . 0 commenti
Entrambi color miele, due cagnolini solitari che ho incontrato - in momenti diversi - nello stesso angolo di strada. Una notte di settembre fu la volta del cucciolone selvatico e inavvicinabile, non si fidava nonostante mi fossi inchinata alla sua altezza e gli avessi porto la mano attenta a non fare movimenti troppo bruschi. Non addomesticato, non abituato alla presenza di esseri umani cui affidarsi completamente. So che il modo per creare un filo conduttore con un animale diffidente sia dargli da mangiare, così rovisto nel frigorifero e apro una confezione di affettato che potrebbe far gola a quel lupacchiotto perso nella notte, cerco di ingannarlo tenendo in mano il pacchetto - una volta fuori dalla porta - ma quel cagnolino non si fida anche se sente l'odore della carne, ho paura che non solo non abbia mai avuto contatti con l'amore dell'uomo, pare, piuttosto, che abbia avuto a che fare col trattamento malato e cattivo di qualcuno. Perché fugge, scappa, mi guarda con [...]
Blocco
Pubblicato giovedì 16 ottobre 2014 alle 15:38 . 2 commenti
E'innegabile, ormai: sono mesi che ho smesso di partorire spunti che mi spronavano a correre su questo blog per scrivere e metter gi√Ļ infinite parole e ragionamenti. Aver combattuto con delusioni emozionali mi ha prosciugata, all'inizio, poi ho ripreso quota. Ho sempre sfruttato momenti, persone, pensieri, reazioni, azioni che mi ronzavano attorno per venir qui a scrivere, ho vissuto delusioni, ingoiato rospi e ho sempre avuto bisogno di queste pagine, per sfogare quel magone che mi albergava dentro. Non ho mica reso la mia vita migliore, ma l'ho¬†trasformata in un'immagine simile a come me l'ero sempre immaginata. Da che vivo da sola scrivo anche meno. Non √® solo una pesante delusione d'amore che mi conduce in questa strada deserta, √® la mancanza di bisogno di sfogarmi ad avere ruolo decisivo. Ho smesso di avere necessit√† di isolarmi e trovare il modo di intrappolare i miei mostri dentro un armadio: scegliendo di vivere per conto mio ho anche chiuso fuori dalla port [...]
Tutto
Pubblicato giovedì 9 ottobre 2014 alle 13:11 . 0 commenti
Scalciavo. Rifiutavo da mesi¬†-¬†regolarmente - quelle attenzioni che ricevevo tutti i fine settimana. Mi intrattenevo con altri. Altrimenti. Oltremodo. Perdevo tempo. Ho anche sorriso per le attenzioni, non ci avrei scommesso niente, non contavo sul fatto che avrei potuto decorare¬†volontariamente la mia vita di un nuovo colore. A volte per√≤ basta solo stare seduti e farsi vivere. Regalare dei S√¨ solo quando si vogliono concedere, donarli perch√© - in fondo - l'unico torto che si pu√≤ fare a se stessi √® l'essere troppo duri, troppo ancorati, troppo fermi, troppo schematici, abitudinari e, a volte, √® esattamente l'unica cosa che siamo capaci di fare. Troppo a lungo. Non ci sono differenze evidenti tra baci, strette, vicinanza, dialoghi, se non quelle che sentiamo in profondit√†, ma che - dato che non le abbiamo mai sentite prima - non riusciamo ad identificare con assoluta chiarezza. E' un incantesimo:¬†gli occhi non guardano pi√Ļ, la pelle comunica con g [...]
Seconde occasioni
Pubblicato venerdì 19 settembre 2014 alle 01:06 . 2 commenti
Tre anni fa ricevetti una telefonata, dallo stesso interlocutore che oggi mi ha comunicato l'inizio di un cambiamento importante, che mi proponeva il lavoro che ha cambiato la mia vita. Era una seconda occasione in aeroporto, mi era capitato di lavorarci prima, ma il contratto era ridicolo, la paga abbastanza irrisoria e la mia preparazione alla sopravvivenza in un luogo come quello era piuttosto scarsa. Mi ero dovuta dimettere per via di importanti sfighe personali. Quando mi hanno detto che il mio precedente lavoro aveva costituito requisito importante per la mia convocazione mi sono detta che, in fondo, pur essendosi trattato di una piccola parentesi di vita, mi era valsa una nuova opportunità, notevolmente migliore. Ragionavo su quanto sia comune questa dinamica. E' successo qualche giorno fa a mio fratellino. Ad inizio estate cercava lavoro, trova un'occasione lontano da casa e parte. Mentre è lì arrivano altre proposte, lo chiama un'amica che gli propone un [...]
Lettera al mio papà
Pubblicato mercoledì 17 settembre 2014 alle 01:04 . 0 commenti
Ritornerei indietro nel tempo, oggi sono quella che con te non avrebbe pi√Ļ niente da discutere. Qualcosa, tra le tante che mi dicevi, l'ho capita. Mi dispiace averti giudicato, ferito, incolpato, appesantito, detestato, avertelo voluto¬†sottolineare pi√Ļ di una volta. Buffo pensare come cambino le situazioni:¬†qualche anno fa pensavo non mi sarei mai ricreduta, tiravo addosso a chi mi ama di pi√Ļ il peso delle mie paure, della mia desolazione. Non avevo ancora assaporato il senso della responsabilit√† vera e propria. Quando qualcuno conta esclusivamente su di te, qualcosa √® tuo, fa parte di te, √® nato da te, cresce e si sfama da te, non ci sono scelte facili, tempo per pensare, occasioni giuste: tutto conta su di te, devi farlo al meglio e devi farlo anche senza pensare al domani. E' un privilegio poter ragionare con il vantaggio del tempo a disposizione. Mio pap√†, con quattro figli ancora da tirare su, non ha scelto il meglio purtroppo, non c'era tempo: ha fatto [...]
La luce, in fondo
Pubblicato martedì 9 settembre 2014 alle 22:57 . 0 commenti
Non mi rendo neanche conto che quel che sto facendo in questo momento √® la precisa realizzazione dei sogni che avevo ad inizio estate: stare seduta al pc, nell'appartamento dove vivo insieme a me stessa, per scrivere un post, cenare con calma dopo il lavoro, con lo scaldabagno carico di acqua bollente, un silenzio rilassante e i pensieri che possono vagare con calma, sereni e pacifici. L'estate √® finita, lo stress sta calando, il tempo per me aumenta e ho finalmente avanzato la mia richiesta di alternanza dei turni al lavoro. Avere due sole ore per se stessi, per poi dovere scappare al lavoro¬†quasi subito¬†√® logorante, fatto per pi√Ļ di due settimane di seguito. Ma me lo sono meritata: quando chiedo qualche cortesia, spiegando le mie motivazioni, ottengo sempre i risultati che gli altri hanno otteso¬†da me quando a loro tempo chiesero disponibilit√†. Vedo un po' di luce e, parallelamente, guardo con un po' meno paura quella stupenda figura che riempie le mie vene fino a [...]
Mancasse la bellezza
Pubblicato alle 00:52 . 0 commenti
Basterebbe un litro d'acqua al giorno. Basterebbe una corsa giornaliera sotto il sole, prepotente e piena di determinazione. Basterebbe un mese di semplice testardaggine e un regime alimentare regolare. Basterebbe un abbonamento in palestra, ripagatissimo dalle infinite ore lavorate. Basterebbe¬†l'appuntamento regolare dall'estetista, massaggi rilassanti periodici, ferie regolari, ritmo di vita sano. Sono bella e lo so gi√†. Non sono l'unica a saperlo. Basterebbe curare di pi√Ļ i dettagli. Poi, per√≤, il motivo per cui non funziona diventerebbe un altro. [...]
Frammenti
Pubblicato lunedì 8 settembre 2014 alle 01:15 . 0 commenti
Occhi chiusi e sensazioni ultraterrene. La mano sinistra che gesticola e l'interno del polso che rivela un codice a barre. Un'occhiata piacevolmente distratta al suo corpo nudo, totale indifferenza riguardo certi dettagli da cui ho sempre creduto dipendesse il piacere. Vaghi e veloci ricordi di quei momenti in cui dice "Sei bella e sai di esserlo, quanto mi piace essere qui e quanto mi piace che tu sia così spontanea, che tu sia così sincera e che parli senza schermi". "Adesso sei solo mia e io sono solo tuo". "Se non vado via adesso, rimango qui tutta la notte". "Devo raccontarti tante cose". Apre il frigo di casa mia come fosse un luogo tutto suo. Come quando lo feci io, da lui. Due luoghi, due storie, due persone con la stessa voglia di essere cani sciolti ma con una sensazione impellente di viaggiare a mille all'ora a volte, sulla stessa strada. "Ti avrei spogliata sin dal momento in cui sei salita in macchina". Sapere che lo stava pensando e fingere [...]
Alla fine, sono come tutte le altre...
Pubblicato mercoledì 3 settembre 2014 alle 23:04 . 0 commenti
Quando mi rimane un po' di fiato, quando non sono sfinita, stanca ed esausta... Quando ce la faccio ancora un po', credo di essere diversa: di non volere nessuno vicino, di non avere bisogno di una parola, una spalla, un sorriso, uno stimolo, una presenza. Poi arriva un'estate come quella che è appena passata e mi ritrovo travolta dagli eventi, dalle cose, dall'umore a terra, dal nervoso a mille, le responsabilità aumentate, le colpe addosso, il senso del dovere amplificato e chiamato in causa tanto spesso... Ritorna Lui, mi ricapita tra i piedi casualmente e ha su di me lo stesso effetto di sempre. Ho semplicemente scoperto, grazie al fatto che mi sono portata al limite del sopportabile, che un uomo - pur con le sue intemperanze, i suoi difetti o la poca voglia di impegnarsi ed essere costantemente presente - non sarà mai il peggio che mi possa capitare nella vita. Ad ogni promessa non mantenuta c'è un rimedio, ad ogni assenza c'è un momento che si passa con s [...]
Erritipresentoselli
Pubblicato lunedì 25 agosto 2014 alle 10:54 . 0 commenti
Guardando i video di una youtuber molto simpatica, mi imbatto in una top 5 dedicata ai cinque¬†pi√Ļ bei momenti romantici dei film. Lei cita la famosissima scena del finto orgasmo di Harry ti presento Sally e accenna la trama, ricordandomi che parla di due persone che hanno una relazione d'amicizia lunga diversi anni che si trasforma in una relazione d'amore. Lui la trova pesante e cerca l'amore in altre donne, che non ordinano l'insalata con olio e altri condimenti a parte, lei lo trova un ometto vigliaccio che usa le donne come carta straccia. Eppure stanno vicini, anche se non si incontrano mai. Qualcosa li tiene su pani diversi, la convinzione di amare altri, principalmente. Si telefonano a qualsiasi ora della notte, possono raccontarsi qualsiasi cosa, poi a volte si guardano negli occhi o si abbracciano e i polmoni riescono a chiudere quel sospirone che non riusciva a venire fuori, l'affanno passa, gli occhi si chiudono e tutta la calma del mondo appartiene loro. Qu [...]
Il tempo per...
Pubblicato lunedì 11 agosto 2014 alle 01:12 . 0 commenti
...per¬†riprendere il mano le lisce pagine de "Il piccolo Principe" e correre sino al punto in cui il Re afferma che non esiste maest√† pi√Ļ giusta e autorevole di quella che d√† solo ordini possibili da realizzare. ...per allungare il viaggio sino a casa di mamma e pap√†, in un'ora qualsiasi del giorno, tanto pap√† √® in ferie. Non felicissimo di stare con le mani in mano, ma pur sempre a riposo. ...per girare gli uffici che renderanno possibile la mia vita in questa casa. ...per leggere anche pi√Ļ di adesso, che sto riuscendo a scodellarmi un libro in due giorni: almeno sedici libri al mese! ...per scoprire se veramente quel gradino lo raggiunger√≤. ...per guardarlo di nuovo¬†negli occhi e ritrovarlo come oggi, sincero e fraterno, intento a darmi la sua verit√†, ad aprirsi e dirmi cosa diavolo lo abbia reso cos√¨ freddo con me, portando anche me a non voler pi√Ļ interagire. ...per riposare, stare ferma, nel silenzio, per non dover risolvere i problemi di migliaia di [...]
Un giorno all'orlo
Pubblicato venerdì 8 agosto 2014 alle 02:30 . 0 commenti
Esausta, contratta, stanca. In cerca di risposte, scelgo di fare colazione in un bar, nel tavolino all'aperto sullo spiazzo dove una palma dona un tocco esotico all'atmosfera. Ultimamente i miei punti fermi si sono spostati, la terra sotto i piedi è franata e sto cercando nuovi punti d'appoggio, c'era un sole splendido e ho ritirato, come sempre, i capelli in una crocchia in cima al capo. Maglietta bianca fresca, aperta, estiva. Cappuccino e pasta calda, mi sono seduta. Dentro di me qualcosa si è attorcigliato, quindi voglio trovare quel brutto nodo e stirarlo, eliminarlo, tagliarlo via. Ho portato con me un libro e, mentre bevevo e mangiavo e leggevo, aspettavo che qualcosa irrompesse nella mia vita. Sto palesemente cercando delle risposte, perché al momento sto andando spedita nella direzione dell'"ho sbagliato tutto, credevo di volere tutto questo e invece avrei dovuto...". Dovuto cosa? Le note di "Quando una stella muore" di Giorgia arrivano per suggerirmi q [...]
Stanotte ci ho sognati
Pubblicato lunedì 28 luglio 2014 alle 12:03 . 0 commenti
Tutti insieme, seduti su sedie di plastica bianche, ammiravamo lo spettacolo della città che si specchiava sul mare. Non esiste un luogo come quello sognato, né c'è mai stato un momento così per me e la mia famiglia, riuniti semplicemente per ammirare uno silenzioso spettacolo. La pace dura un secondo, il cielo è squarciato da un boato e una luce. Sento le urla di un fiume di persone che fino a quel momento erano nascoste chissà dove: "un missile!". Ci alziamo tutti da quelle sedie, cade tutto per terra, le persone sono come formiche e corrono ai ripari in una direzione che anche io, istintivamente percepisco come sicura. Sento di averli abbandonati, mi rendo conto che se troverò riparo, non sarò con loro e immaginerò da lontano chissà qual disgrazie. Li ho persi in un istante, non mi sono assicurata - prima di fuggire - che avessimo tutte le nostre mani legate insieme, per vivere - o persino morire - insieme a loro. Perdo le loro tracce, raggiungo una struttu [...]
Pace annidata nel silenzio
Pubblicato giovedì 17 luglio 2014 alle 02:28 . 0 commenti
E' nelle pieghe di questo divano verde. Spigolosetto, scomodo e obsoleto - a primo colpo - rilassante per i reni, nell'accomodarsi. E' nelle crepe ben nascoste sul muro della stanza, nell'intercapedine studiata perché arrivino i tubi dell'acqua, in quella doccia che vivo solo io e che, in un colpo, si vuota dell'acqua. E' sotto il lavandino e in quel tavolo di legno, nelle tende che voglio cambiare, nel pouff che occupa il fronte-divano sin dal primo giorno, nella dispensa piena di patatine e biscotti, in quei barattoli di caffè chiusi con la pellicola, che nascondono un pacco di biscottate mai aperte. E' in tre bottiglie d'acqua che riempio regolarmente, che faccio raggelare, che divido in bicchieri zeroquaranta colorati, pagati novantanove centesimi ciascuno. In questa casa ci sono oggettini che voglio accompagnare ad altri e sono loro a farmi compagnia, a distendermi, a regalarmi relax semplice, pieno, utile, appagante. Non sento il bisogno di fuggire da qui: amo il [...]
Posso crederci?
Pubblicato martedì 15 luglio 2014 alle 19:39 . 0 commenti
Non so se sia una fortuna, ma momenti di crisi e boicottaggio interni come questi li vivo come se la casa che sta per crollare fosse mia. Semplicemente, concedo il beneficio del dubbio:¬†ci credo. Ho fiducia nella destinazione, a prescindere dal fatto che la barca che sfida le acque sia visibilmente fallata. Quanti iceberg, quanti fondali bassi inaspettati, quanti pirati arrivati da imbarcazioni nemiche ma dalla sembianza inoffensiva. Un gran peccato, fatica sprecata, figuracce su figuracce. Oggi, una persona con la quale spesso ironizzo riguardo il debole che ho per lui mi ha parlato, mi ha manifestato il suo parere negativo, ha in qualche modo creduto di potermelo e dovermelo dire. L'ho vissuta come una dimostrazione di stima, come se avesse ritenuto fossi la figura adatta alla quale affidare il suo pi√Ļ spassionato parere. E' da un po' di tempo che rivesto questo ruolo, non mi pesa pi√Ļ essere rimproverata perch√© sono l'unica dalla quale si pu√≤ aspettare il meglio. [...]
La ringrazio, Signora Mia
Pubblicato lunedì 7 luglio 2014 alle 23:47 . 0 commenti
Telefono per ricordarle quell'errore che ci costa un esubero in magazzino e mi esorta a venire di corsa, son l√¨ e sorridendo mi dice che sono una stronza. Tutte le 'migliori' amicizie sono condite da uno "stronza" detto col ghignetto pseudo affettuoso. Ho fatto pace col fatto che non saremo mai sorelle di sangue, ma solo collaboratrici in lizza per la pi√Ļ forte considerazione da parte del Cielo. Mi rinfaccia costantemente che, nel momento peggiore, mi ha salvata ma ricordo benissimo che a gettarmi nella merda fu lei stessa, decidendo che la sua protetta fosse pi√Ļ meritevole di una guida. La preferita, entrata senza esperienza; io gi√† formata, in parte. Impossibile avesse imparato tutto senza sbagliare, probabile che l'avesse tenuta sotto l'ala finch√© non le ha insegnato tutti i passi corretti da fare. Vincere facile, a chi non √® mai piaciuto? Oggi la devo ringraziare perch√©, dopo avermi messa in cattiva luce, mi ha anche salvata. Quei lividi che ha curato, li a [...]
Fratelli non di sangue
Pubblicato venerdì 4 luglio 2014 alle 12:42 . 0 commenti
Non mi spiego come vadano avanti certi rapporti, tra le persone. Come è possibile che io arrivi ad andare d'accordo con persone che, appunto perché le conosco bene compresi i loro milioni di difetti, normalmente detesterei ed eviterei di lasciarle entrare nella mia vita? Non combatto per piegare i rapporti nel loro verso migliore, evito quindi a me stessa di scoprire la soddisfazione che c'è dietro la conoscenza approfondita di qualcuno. Oltre, c'è sempre solo una mezza possibilità favorevole. Non ci sono milioni di opzioni: o le cose finiscono male o finiscono bene. Quello che varia è la combinazione: inizia bene, ma finisce male; inizia bene, finisce bene; inizia male e finisce male, inizia male e finisce bene. Poi ci sono intermedi che arzigogolerebbero anche peggio la questione. La situazione non cambia, io non mi scomodo ad aspettare tanto: odio farmi le rughe da rapporti scomodi. Taglio corto e mi allontano o evito avvicinamenti. Quando sono costretta alla convi [...]
Si è fatto duro
Pubblicato giovedì 3 luglio 2014 alle 14:05 . 0 commenti
Luglio. Il gioco √® diventato duro. Non √® solo il periodo, in realt√†, c'√® un fuggi fuggi generale che rende la questione decisamente pi√Ļ annosa. Ore e ore, pause sfuggenti e menefreghismo misto a mancanza di solidariet√† che ormai fanno pi√Ļ sorridere che venire la nausea. Ordinaria amministrazione. Non √® pi√Ļ un eccezione, ma la regola. E' una guerra all'ultimo sangue e io ho deciso di esserci, di alzare ancora di pi√Ļ il tiro e puntare in alto, lontano. La vinco, giuro che porter√≤ con me i risultati giusti, i migliori. Non ho bisogno di lamentele, distrazioni, rallentamenti, palle al piede, proteste, tentate vendite. Ho fatto cadere il mondo e l'ho risollevato inchinandomi, pur esposta, pur piegata a met√†, dando il culo al vento, rischiando una penetrazione a tradimento, mille coltellate alle spalle. Cosa cazzo √®, adesso, tutto questo, a confronto? Non √® nulla, se ci penso un po'. A vent'anni ho aperto un'attivit√† a nome mio, ho firmato assegni, c [...]
La salita
Pubblicato domenica 29 giugno 2014 alle 07:32 . 0 commenti
I bulli del quartiere potranno far polpette di me, a leggere le mie parole. Dovrò trovare un modo per esprimere con eleganza e un po' di figaggine il mio concetto. Purtroppo non fa parte di me il modificare le mie idee solo perché il messaggio da mandare mi imbarazza. Tendo a voler essere coraggiosa e responsabile delle mie azioni. Ieri ragionavo su una determinata situazione e mi è balenato in mente un paragone particolare, quasi incredibile e strano da capire. Però tanto vero. Guardavo dietro di me, dentro di me, nella mia vita e notavo quanto io appaia, inizialmente, come uno di quei passerotti indifesi e incapaci, spaesati, che si guardano intorno troppo a lungo perché ci si aspetti che un giorno riescano a spiccare il volo in modo dignitoso. Il pensiero è nato perché alla radio trasmettevano una canzone di Laura Pausini: l'ho immaginata, ho ricordato la sua carriera, la sua goffa giacca della sera di Sanremo Giovani - quando vinse il concorso canoro appena diciot [...]
Giovani, stupidi... e inconsapevoli
Pubblicato venerdì 27 giugno 2014 alle 18:17 . 0 commenti
Non della bomba che rischia di scoppiare. In un certo qual modo¬†-¬†di quella¬†-¬†conosciamo l'esistenza, sappiamo che √® l√¨¬†e¬†che esiste in carne ed ossa come entit√†. Sappiamo, forse. Forse, invece, √® solo un'illusione tutta¬†mia. Forse ne sono consapevole solo io, per ora. Ma quando vedo occhi che si accendono per una sciocchezza fatta da me, una cosa divertente, un momento infantile che ho ideato io, una cosa troppo piccola per lui, ma per la quale gli scappa una risata... il¬†sottotesto che mi pare di cogliere √® sempre lo stesso: ha fatto una corsa per costruire qualcosa che, adesso, sente pesare tanto. Preferisce non immergersi troppo nell'acqua tiepida del¬†qualcos'altro, perch√© ne riconoscerebbe la temperatura pi√Ļ piacevole. Vuole essere adulto, si vede in ogni cosa che fa. Si √® vestito di responsabilit√†, che sono candide come una camicia da lavoro, ben stirate come una giacca da manager e strette come quelle¬†cravatte tanto eleganti ma che restituiscono [...]
Il mio regno
Pubblicato mercoledì 25 giugno 2014 alle 20:51 . 0 commenti
Entro a quella porta - ogni sera, o ogni pomeriggio - dopo aver finito il turno di lavoro, e mi si apre il mondo del relax e della possibilit√†. Ho cantato, qui dentro, dato sfogo alla passione, visto film in tv, ideato collage da appendere al muro, guardato fotografie, bevuto caff√® lunghi e infiniti, freddati, camomille e birre. Preparate cene, fatti pranzi e dati rinfreschi con gli amici pi√Ļ cari. In fondo, il mio mondo pu√≤ trovarsi tra quattro mura, pu√≤ starci benissimo dentro sessanta metri quadri. L'appartamento nel quale sono venuta a vivere, da poche ore, √® collegato al mondo con la linea internet e pubblico il post che ho programmato e steso alcune sere fa, mentre in tv trasmettevano Scarface, avevo appena cenato con una bistecca di maiale e l'Italia aveva perso la partita decisiva per l'ammissione alle eliminatorie del Mondiale di calcio. Vivo momenti paralleli, istanti che rimangono impressi dentro di me e sulla mia pelle mentre li attraverso. Sono felice. E' cos√ [...]
Vita in stato di ebbrezza
Pubblicato venerdì 13 giugno 2014 alle 13:32 . 0 commenti
Basta un leggero tocco, spingo il tasto fatidico e la bomba esplode. Il tasto della lusinga, del complimento, dell'attenzione. Del proporre e non dare niente, del far immaginare senza lasciar accadere. Qualche giorno fa sono rientrata nel tunnel degli incontri e scontri, avvicinamento e seduzione e ho semplicemente potuto constatare che il sapore delle cose che non ci si è impegnati per svalutare è decisamente il migliore. Farlo, però, era stato necessario, ho dovuto dimenticare, almeno provarci. Solo che appena si è materializzata la nuova occasione sono ritornata a vivere quella fibrillazione, quel senso di soddisfazione che sembrava essersi dimenticato del colpo di spugna. E' tutto ritornato a galla mentre lo guardavo. Ho talmente cercato di dimenticarlo e screditarlo con me stessa, per non soffrire, che mi sono convinta quasi sul serio che non c'era motivo per cui mi dovessi sentire tanto legata. Eppure bello, pulito, gentile, sensuale, forte, alto, familiare. Sono [...]
Diventiamo migliori amici?
Pubblicato venerdì 30 maggio 2014 alle 01:12 . 0 commenti
Quando scegli un individuo e, con la sola forza dell'istinto, stabilisci che dovr√† avere con te un legame importante e solido, stai certo che ce la farai. Il mio migliore amico ha fatto cos√¨, sapeva che in me avrebbe trovato il quid adatto, io mi sono solo fatta catturare perch√© lui √® stato originale, creativo, stimolante e paziente. Mi ha presa, non ha voluto forzare la mano, ma era interessante e mi ha conquistata cos√¨. Mi sono guardata allo specchio mentre ho sorpreso me stessa ballare lo stesso valzer, ma nella direzione opposta, tentando in tutti i modi l'avvicinamento con una persona che, ad occhio troppo superficiale, sembra essere nelle mie mire pi√Ļ maliziose, in realt√† gli consiglio anche le donne da andare a intortare... non sono attratta da lui come donna, ma gli ronzo attorno perch√© voglio fare parte della sua vita, delle sue cerchie, dei suoi scherzi, delle sue ore libere, delle sue idee, delle sue opinioni. Voglio, altres√¨, che lui faccia¬†parte di tutte qu [...]
Via i fantasmi
Pubblicato sabato 17 maggio 2014 alle 17:34 . 0 commenti
Ieri notte ho vomitato una decisione improvvisa, di quelle che si presume annullino i demoni e cancellino il veleno. Ha funzionato discretamente. Uno dei drammi peggiori, per me, √® l'idea di essere stata cancellata completamente, dimenticata e messa da parte. L'idea che qualcuno sappia rinunciare a me con totale libert√† e consapevolezza mi atterrisce, annulla la mia serenit√†:¬†ho bisogno di sapere perch√©, chi mi ha sostituita, chi √® meglio di me, cosa ha fatto in pi√Ļ quel qualcuno. E' un cane che si morde la coda, un turbine e una spirale di negativit√† che non mi lascia speranza di vivere tranquilla e andare avanti. Diventa la mia palla al piede. Ieri sera parlavo con una persona e gli esprimevo il perch√© della mia delusione nei confronti della figura maschile, mi dichiaravo delusa, usata e triste per il comportamento che gli uomini hanno avuto con me e, improvvisamente, mi sono sentita una bambina capricciosa. Tutti gli uomini con cui ho avuto frequentazioni [...]
Traslocando l'anima
Pubblicato giovedì 15 maggio 2014 alle 18:13 . 0 commenti
Oggi riposo dal lavoro e, insieme a mia madre, ho mandato avanti qualche piccolo passo relativo al trasloco... ¬†¬† ¬†¬† ¬† Quel che resta di me, dai miei... Ho un piede qui e l'altro l√¨, classica situazione di chi sta cambiando casa e non ha concluso ancora le operazioni. E il cuore, dove sta? Emotivamente sono un po' combattuta, inizio a sentire che tutte le mie cose pi√Ļ care e personali non sono con me, quindi non mi sento pi√Ļ a casa dove dormo, ma tutto ci√≤ che mi √® vitale √® ancora qui... vorrei far crescere quel nuovo luogo appendendo stampe alle pareti, installando tante cosine colorate e usando i normali oggetti di tutti i giorni, ma √® un continuo fare salti lunghi che mi fanno atterrare con un colpo secco e sordo. Due case lontane, tra le quali c'√® un percorso che faccio in completa apnea, due luoghi che costituiscono l'ossigeno e l'aria pura... uno perch√© mi accoglie ancora bambina e l'altro perch√© mi sorride definendomi adulta. Vedere le scatole, qui, [...]
In fondo all'anima
Pubblicato giovedì 10 aprile 2014 alle 08:13 . 0 commenti
Fino a che non ho conosciuto persone importanti, non ho creduto all'amicizia. Crederò all'amore solo quando conoscerò quell'uomo che riuscirà a rendere concreta l'idea di questo sentimento. Finché non ho un esempio pratico davanti, non riconosco l'esistenza reale delle cose. Una gran brutta gatta da pelare, per me. Sono giorni che guardo a ripetizione Sex and the City, spio l'appartamento di Carrie e penso che il mio lo vorrei esattamente così: finestra in alto, scrivania sotto, cabina armadio spaziosa, living room con scaffali pieni di vinili e libri, divano e poltroncine comode e colorate... Spio, soprattutto, il rapporto che ha la protagonista con le sue amiche: ci sono quattro donne diverse tra loro che si amano anche se non condividono la loro forma mentis. L'unico motivo per cui una sta con l'altra è che, per qualche motivo, si amano. Semplicemente. E vanno oltre le loro differenze solo perché non saprebbero fare altrimenti. L'amore reale è questo, anche se pe [...]
Come una nuvola
Pubblicato martedì 8 aprile 2014 alle 20:49 . 0 commenti
Oltre ad aver riposato il fisico, quest'oggi ho riposato la mia mente: è tutto andato piano, leggero e sereno. Era tanto tempo che non succedeva. Per questo motivo avvicinarmi al blog è stato difficile, non amo scrivere quando sono malinconica e triste. Divento cinica, riverso bile, mostro un lato di me che detesto anche se normalmente - quando mi investe - mi domina senza che io possa ammansirlo. Mi sono svegliata con calma, ho guardato l'orologio e mi sono resa conto che, nei giorni in cui lavoro, a quell'ora sono già dietro il bancone. La routine mi sta un po' travolgendo, visto che mi ritrovo a fare certi ragionamenti. Mi mancano i vuoti d'aria che si hanno quando il tempo libero non ha una scadenza, quando non si ha la sensazione che stia tutto volando via nel giro di un attimo. L'unico motivo per cui riesco ad essere così serena ad inizio settimana è perché al lavoro le cose hanno preso una direzione ottima. Non va tutto perfettamente, semplicemente ho preso la str [...]
Lontano da me
Pubblicato domenica 6 aprile 2014 alle 02:48 . 0 commenti
Avete presente quei pessimi individui che tra le mura di casa sono molesti, incazzosi, nervosi, sempre polemici e non si ritagliano mai cinque minuti - anche stringati - per onorare la presenza dei famigliari o, semplicemente, del/la loro compagno/a di vita? Passano il tempo a contestare quello che non va bene, l'invasione di campo che si subisce vivendo a stretto contatto, notano quel che va male e mai che si godano il tempo che si condivide con i propri cari. Si sente parlare di queste persone quando questo estremo della loro personalità si spinge tanto oltre fino a far diventare la rabbia una vera e propria violenza tra le mura di casa. Tutti pronti a puntare il dito contro, compresa io. Poi guardo l'immagine che restituisce lo specchio della mia coscienza e penso che il male, la gente che lo compie, molto spesso non lo riconosce neanche. Ho realizzato, pian piano, di essere una persona incapace di valorizzare e onorare i suoi affetti quando ce li ha a "portata di ma [...]
Ho smesso
Pubblicato mercoledì 2 aprile 2014 alle 22:18 . 0 commenti
Ho messo un freno a tutto, non scrivo da met√† febbraio, non mi guardo allo specchio da allora. Pi√Ļ o meno. C'√® stato un tempo in cui sapere di essere al top, pronta ad una nuova sfida e che ogni notte avrei potuto raggiungere e superare la vetta del piacere sempre con il sorriso luminoso sulla faccia - nomatterwhat - mi lasciava dentro la pi√Ļ ampia soddisfazione. Mi soddisfaceva l'idea di piacere, conquistare, portare a casa, convincere, piegare al mio volere, divertirmi. Adesso √® come se avessi bevuto tanti di quegli shottini di tequila che anche sentirne solo l'odore mi fa venire il voltastomaco. Una nausea immediata che definirei pavloviana, quasi. Ho smesso di essere quella persona cambiando alcuni passi della coreografia, prima solo uno e poi tanti tutti insieme. Il ballo √® cambiato completamente, ho smesso di volere il piacere e ho smesso di volermelo garantire, ho smesso di cercare le sfide e di voler essere al top. Ho smesso di scrivere, cosa pi√Ļ gr [...]
Ognuno ha la sua storia
Pubblicato lunedì 24 febbraio 2014 alle 12:01 . 0 commenti
Ieri sera, un uomo che occupa una posizione tanto importante nella mia vita ha detto, "C'√® una frase che devi ricordarti per sempre: ognuno ha la sua storia. Non conta cosa verr√† dopo, quando si parla e si devono fare dei bilanci, non si ha, in mano, nient'altro che quel che √® stato." Lo stesso uomo mi disse, un anno fa, "E' pi√Ļ difficile comandare che fottere" e mi ha dimostrato di avere ragione anche quella volta. Oggi, un amico wanna-be-lover, mi ha scritto il buongiorno come fanno tutti gli uomini quando non hanno ancora ottenuto niente da una donna che stanno, bene o male, corteggiando. Al buongiorno si √® scatenato l'inferno. Sono tre giorni che giro con un griccio addosso.¬†Senza neanche accorgermene, ho sputato fuori in questa occasione il mio dolore sotto forma di spiegazioni. Sto male, sono gi√Ļ. Ho regalato la mia parte bambina a delle persone che non lo meritavano. Ci ho creduto, ci ho giocato come quando si accende un fiammifero e si passa un dito sopra [...]
Dare e non dare. Dire e non dire.
Pubblicato giovedì 20 febbraio 2014 alle 23:53 . 0 commenti
Un giorno ho fatto uscire dalla grazia di dio una persona affermando che "√® quasi pi√Ļ divertente non dire che dire, come quando con un uomo ci si diverte a non dargliela piuttosto che dargliela". Ho avuto, come risposta, "non sono mica uno di quei coglioni che ti sbava dietro" e ho capito il senso di questa risposta incazzuta, anche se la mia frase era detta con uno spirito molto meno stronzo di come poteva apparire leggendola fuori contesto. E' vero che le donne spesso travisano e rendono tragiche pure le sciocchezze, ma a volte sanno farlo anche gli uomini. Il punto di oggi √® per√≤ un altro:¬†si sta meglio a non mettere le mani nel forno mentre √® acceso. Ci ragionavo stamattina, dopo che ieri pomeriggio ho fatto il tentativo di capire quanto fossi ancora vulnerabile rispetto ad una situazione che qualche tempo aveva catturato gran parte delle mie attenzioni. Ormai ci sono fuori, l'orgoglio bruciacchia ancora, ma ci metto molto meno tempo di prima a farmi una ragion [...]
E' la stessa cosa
Pubblicato venerdì 7 febbraio 2014 alle 18:03 . 0 commenti
Nell'aeroporto della citt√† di Ascrito, alla biglietteria della compagnia aerea Vorflight, la signora Quintetti Flavia giunge con l'intenzione di acquistare un biglietto aereo, in vista dell'arrivo delle tanto agognate ferie. E' felice: finalmente visiter√† Roma, sono anni che non esce da Ascrito e hinterland, ormai non ricorda pi√Ļ da quanto tempo il suo lavoro non le concede abbastanza tregua per prendersi una vacanza con la V maiuscola. Vorflight √® la compagnia di bandiera dello stato indipendente di San Crispino, di cui Ascrito √® il capoluogo, e tra le tratte raggiunte compaiono entrambi gli aeroporti dell'Italiana capitale: Ciampino per chi preferisce atterrare ad un tiro dal 'centro' e Fiumicino per chi potrebbe desiderare di proseguire il suo viaggio altrove, magari facendo semplicemente scalo nell'aeroporto internazionale. "Buongiorno signorina, vorrei prenotare un volo per le mie prossime ferie" annuncia sorridente la Quintetti all'addetta della biglietteria, tale C [...]
Fiori spazzati via
Pubblicato venerdì 31 gennaio 2014 alle 16:24 . 0 commenti
C'erano, una volta, un gruppo di api dentro il loro alveare. Tutte ¬†gialle e nere, quasi indistinguibili, tutte a fare lo stesso ronzio di sempre, tutte perse dietro il macchinoso e ripetitivo compito per il quale sono state messe al mondo e sistemate nel loro dorato mondo di miele. Laboriose, indubbiamente. Chi potrebbe osare scalzare qualcuna di loro da quel luogo cos√¨ pieno di risultati e frutto di fatiche? Finch√© il miele lo vogliono tutti e il regime √® oliato e ben moderato, no!, che non osa nessuno. Poi arriva un forte vento e i fiori del campo vicino perdono il loro fascinoso volto. Polline, nettare, tutto azzerato. Le api rimangono con le mani in mano, tutte con il loro fastidioso ronzio, ad assordare alberi e arbusti, popolando un mondo in cui le loro abilit√† non le riconosce pi√Ļ nessuno. Tristemente e disgraziatamente, ma la loro capacit√† di derubare i fiori per permettere la loro riproduzione e, contestualmente, di correre in alveare per produrre un [...]
Ti presento Indifferenza
Pubblicato martedì 28 gennaio 2014 alle 16:46 . 0 commenti
Qualche volta esco insieme ad un'amica che sta simpatica a poche persone, non ha un nome che inizia come tutti gli altri, forse indispettisce per questo. Come i vari Nicola, Andrea o Mattia - che sono maschietti ma il loro nome termina inspiegabilmente con una A. Lei sta sul cazzo a tutti i miei amici uomini, anche se è una figa da paura. Io ci vado d'accordo a periodi, non abbiamo il bisogno di sentirci ogni giorno, lei si ciba di tanto altro oltre alla mia compagnia. Non le sono necessaria per sopravvivere, non mi divora la linfa, non è un parassita che va avanti solo perché pendo dalle sue labbra come avrebbero preteso tante vecchie conoscenze. Non lo so, ma quando usciamo insieme - io e lei - ce la ridiamo come coglione mentre spettegoliamo tra di noi, senza vedere oltre, e la gente ci segue, sperando di assorbire anche un solo insignificante grammo della nostra aura raggiante. Persone che credevano di averci in pugno, ma io e lei non apparteniamo a nessuno se non [...]
Potrebbe
Pubblicato lunedì 27 gennaio 2014 alle 03:04 . 0 commenti
Piacermi. Piacergli. Piacerci. O, magari, smettere di entusiasmarci. C'è quello scorrimento di endorfine che agita le ore, movimenta il tempo e lo fa correre senza poterlo acciuffare in nessun modo. Potrebbe rivelarsi un errore. Lo sarebbe. Lo è anche quando confondiamo l'aria che respiriamo, l'una in quella dell'altro, mentre ci costringiamo per brevi minuti a stare nello stesso piccolo angolo di mondo. Non serve isolarsi. E' sufficiente rimanere quando l'altro si avvicina. Esattamente come quando, per evitare tutto questo, ci si disperde perché non si condivida troppo, dell'altro, e si fa la mossa contraria. Via, lontano, subito. Riflesso pavloviano. Un gioco perverso e strano, fatto di promesse a mezza voce, provocazioni giocate col sorriso e gli occhietti innocenti. Strano e perverso, perché è il non fare che regala un valore aggiunto. E' il guardarsi in faccia mentre si stanno vivendo platonici e radianti momenti destinati a finire che garantisce la forza [...]
Giovani e stupidi
Pubblicato mercoledì 22 gennaio 2014 alle 22:44 . 0 commenti
Essere giovani e stupidi √® aspettare per pi√Ļ di mezzora, parcheggiati sghembi, leggendo il libro-mania del mese. E' dare un appuntamento che l'altro aveva gi√† immaginato potesse costituire una possibilit√†, nel suo mondo libero e privo di schemi. E' parlare di un poi che rischia di non arrivare mai. E' immaginare quel poi, che non diventa mai un adesso, perch√© l'idea sola contiene l'unicit√† e la specialit√† che l'attesa sa creare. E' pensare che, in fondo, √® meglio di no. E' cambiare strada, perdendosi fino a che la stessa non si congiunge, e ribeccarsi esattamente nel proseguimento, nello stesso momento. E' fare zigzag, recuperare quelle due lettere e quella targhetta che contraddistingue precisamente quella C e quella T da qualsiasi altre C e T. E' alzare i fari, per chiedersi se l'adrenalina nelle vene possa essere tanto capace di creare coincidenze che l√¨ paiono tanto normali. E' veder bruciare un arancione e avere paura di inchiodare sotto un rosso, [...]
Potessi tornare indietro nel tempo
Pubblicato martedì 21 gennaio 2014 alle 15:22 . 1 commento
A quella domanda, fatta in un momento di piena passione, risponderei no. Sarebbe forse valsa un futuro pi√Ļ vicini, costruito su fondamenta migliori di quelle che ho - senza pensarci troppo - lasciato cadere mollemente, distratta dalle macchine che passavano in folle corsa davanti al finestrino in quei pochi mesi in cui tutto √® successo, lasciando poi il pi√Ļ profondo silenzio, l'assenza e quella sensazione che, ormai, non c'√® nient'altro di interessante da assaggiare, provare e scoprire. Fingere di nascondere segreti inviolabili, solo perch√© la tenerezza non finisca violentata nella morsa della frenesia e dell'istinto. C'erano due birre, un tavolino, una spiaggia e chiacchiere sul passato, il presente. Nessuna particolare previsione. La consapevolezza che aspettavo quel momento da tempo, la certezza che non avrei mai potuto perdere niente di quello che stavo avendo in quel preciso istante. Come se, quella voglia di conoscermi meglio, nonostante legami passati e il tempo [...]
In meno di un anno...
Pubblicato sabato 18 gennaio 2014 alle 00:39 . 0 commenti
Non ho mai considerato quella pausa, tra il giorno che ancora bambina avevo ascoltato 'gente di mare' uscire da me e il giorno che ho ascoltato avidamente un amico, seduta sul divano, timida e invidiosa della sua forza. Pausa lunga e non silenziosa, a dire il vero. Ma tutto sommato, fu un periodo di afonia. Ed entropia. Non una presa di coscienza, non un colpo di genio, n√© di stato(*5). Facevo di tutto e ballavo attorno ad ogni centro gravitazionale. E poi √® arrivato quello l√¨. Che mi ha presa per il culo con paroloni e momenti divertenti, spontanei e stupefacenti. E musicali. Che - cazzo! - mi hanno regalato il meglio che avessi mai potuto desiderare: una reazione. Era il 26 maggio e in me √® cambiato qualcosa. Ho preso la scoppola pi√Ļ sconvolgente della mia vita contestualmente alla decisione pi√Ļ intelligente degli ultimi 26 anni. E' gennaio e, da quel 26 famoso, √® cambiato che non ho pi√Ļ paura di stare davanti a qualcuno, mentre faccio uscire le note e te [...]
Un nuovo Natale
Pubblicato mercoledì 25 dicembre 2013 alle 00:01 . 0 commenti
Questo Natale 2013 √® diverso dagli altri. Pochi giorni fa, davanti al tavolo imbandito per cena, insieme a parte della mia famiglia mi sono ritrovata a constatare che abbiamo passato dieci anni difficili, ruvidi, lenti, sanguinosi. L'ho detto solo questa volta, sono stata capace di usare i verbi al passato, perch√© sento sulla mia pelle che ci siamo passati sopra, li abbiamo superati, fanno ormai parte di una vita che abbiamo abbandonato. L'ho superato, io per prima, perch√© non ho pi√Ļ quel mostro nero che mi insegue e che mi faceva tanta paura e regalava ansia a palate. Ho quasi finito di pagare i miei assurdi debiti, dei quali eravamo colpevoli tutti, ¬†le cui conseguenze sentivo pendere solo sulle mie spalle. Cosa parzialmente vera ma, preoccupata delle mie beghe, non avevo le energie per vedere quante ne avessero anche gli altri. A distanza di pochissimo tempo, sono quasi arrivata al pagamento dell'ultima di dieci rate che facevano parte di una multa mai pagata e matu [...]
Second cut is the deepest
Pubblicato lunedì 23 dicembre 2013 alle 00:43 . 0 commenti
Il primo impatto con la sala prove √® stato bello ma strano, una sorta di: "E' una figata, s√¨, ma come ottimizzare quel tempo che ho a disposizione?". Presa dalla foga, mi ero scaricata sul pc una lista infinita di basi musicali, senza criterio, seguendo il mantra 'a qualcosa mi serviranno' e cos√¨, alle prime prove, mi sono trovata titoli mischiati, pezzi che mi venivano in mente ma che non sapevo come avrei dovuto cercare, italiani con stranieri e via dicendo... Al primo momento utile ho fatto un pochetto di ordine - in vista delle due orette di saletta di oggi - e ho smanettato dentro Van Basco per capire se avessi potuto creare una playlist di titoli preferiti da avere a portata di mano, pur lasciando i file nel mio pc divisi in cartelle per autore. S√¨, era possibile. Ho creato una scaletta di pezzi adatti allo scopo: qualcosa di rock, qualcosa di pi√Ļ leggerino ma sempre adatto alle prove vocali che volevo fare, qualcosa di rassicurante ma di indubbia qualit√†... Ed √® [...]
Pagina 1 di 712345...Ultima »

Giornalista Chiacchierona è un blog personale scritto da Cinzia Corda ed è stato aperto il 21 febbraio 2011.
Questo sito/blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001