Giornalista Chiacchierona

Ultimi Commenti Inseriti

Uomini di oggi #2
Cinzia ha scritto un commento.
"LOL 😀 Quanto prendersela a cuore e quanto scegliere un luogo inadatto a fare repliche..." [Leggi tutto]
Uomini di oggi #2
Il DUCA ha scritto un commento.
"Che ridere questa idiot-phone generation.. ma è chiaro e lampante le motivazioni di..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
IL DUCA ha scritto un commento.
"Da sempre gli uomini devono “conquistare” la..." [Leggi tutto]
Il brutto di essere belli
Giornalista Chiacchierona ha scritto un commento.
"🙂 C’era dell’ironia moooolto al femminile, che lei..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Giornalista Chiacchierona ha scritto un commento.
"Sempre disponibile al confronto,..." [Leggi tutto]
Il brutto di essere belli
Adam ha scritto un commento.
"altra cazzata di articolo.. perchè? ne ho le prove! anche dinanzi ad uno bellissimo,..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Adam ha scritto un commento.
"Esimia Giornalista chiaccherona, Senza scadere nello..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Adam ha scritto un commento.
"Alle donne che dicono non ci sono più gli uomini di..." [Leggi tutto]

Ultime 5 Pubblicazioni

24.05.2015 | Serena » 0 Commenti

La mia finta gabbia di solitudine

La mia finta gabbia di solitudineDovremmo avere sempre tutte le possibilità, così da essere coscienti del fatto che ciò che abbiamo è esattamente quello che vogliamo per noi. Quando non potevo prendere la patente ed era scons...
31.03.2015 | Pensierosa » 0 Commenti

Se non va bene il primo amore, hai un guasto

Se non va bene il primo amore, hai un guastoDa un lato ci sono quelle coppie formate da persone con differenze d'età, di professione, di vita, che scelgono di stabilire la loro unione per godersi la vita finché non ne hanno voglia. Dall'a...
25.03.2015 | Guerriera » 0 Commenti

Non piaccio alle donne

Non piaccio alle donneNon le piaccio. Non è la prima incapace di sopportarmi. Ho speso gli anni migliori della mia vita a cercare di indovinare il perché di questo fatto e, mentre mia madre cercava di inculcarmi il "...
15.03.2015 | Serena » 0 Commenti

La solitudine dei noti volti sorridenti

La solitudine dei noti volti sorridentiSpero che il titolo possieda quella tetra e inquietante aria cantilenante de "L'alba dei morti viventi", seppur composto da parole che, prese singolarmente, hanno un significato positivo. Sono gior...
11.02.2015 | Blog » 0 Commenti

4 anni | Ohmiodddio.

4 anni | Ohmiodddio.Stavo organizzando in pompa magna un giveaway per questo quarto compleanno del blog, ma seguo sempre i miei umori ballerini e - all'ultimo momento - ho deciso che no. Mi pare una paraculata, una co...
Argomenti: , ,

Blog | Ultime 3

24.05.2015 | Serena » 0 Commenti

La mia finta gabbia di solitudine

La mia finta gabbia di solitudineDovremmo avere sempre tutte le possibilità, così da essere coscienti del fatto che ciò che abbiamo è esattamente quello che vogliamo per noi. Quando non potevo prendere la patente ed era scons...
31.03.2015 | Pensierosa » 0 Commenti

Se non va bene il primo amore, hai un guasto

Se non va bene il primo amore, hai un guastoDa un lato ci sono quelle coppie formate da persone con differenze d'età, di professione, di vita, che scelgono di stabilire la loro unione per godersi la vita finché non ne hanno voglia. Dall'a...
25.03.2015 | Guerriera » 0 Commenti

Non piaccio alle donne

Non piaccio alle donneNon le piaccio. Non è la prima incapace di sopportarmi. Ho speso gli anni migliori della mia vita a cercare di indovinare il perché di questo fatto e, mentre mia madre cercava di inculcarmi il "...

Rubriche | Ultime 3

Quel che mi hai dato

Quel che mi hai datoNon importa quanti stronzi traditori io abbia incontrato, non sapevo che sarebbe bastata una sola persona che mi volesse bene per curare tutte le voragini che avevo dentro. Ne basta uno. Che v...
07.02.2015 | Punti di Vista » 0 Commenti

#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! – Al di là del Buco

#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! – Al di là del Buco#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! – Al di là del Buco. Sta per uscire il film, al cinema, e la polemica sulle #50sfumature si sta accendendo di nuov...
07.01.2015 | Videopost » 0 Commenti

Il mio secondo Natale con la Voice Power

Il mio secondo Natale con la Voice Power L'anno scorso è stato il turno di Shake Up Christmas, quest'anno invece gli insegnanti della scuola Voice Power hanno scelto Do they know it's Christmas. Il video della canzone di Natale del 201...

Bacheca | Ultime 3

#librorecensione video: L’uomo in fuga, di Richard Bachman

Ho deciso di dare una mossa al canale Youtube, registrando videorecensioni dei libri appena letti, è il turno de L'uomo in fuga, scritto da Richard Bachman - pseudonimo di Stephen King. Buona visi...

Cecità – Jose Saramago [Lettura Collettiva @Bibliophili]

Cecità - Jose Saramago [Lettura Collettiva @Bibliophili]Gruppo Bibliophili | Evento Cecità |@Biblio_philia su Instagram | Hashtag #laletturanonèsolitudine Lettura di Dicembre/Gennaio: La fattoria degli animali Breve Introduzione: su Facebook esiste ...

Il libro è sempre meglio del film?

Il libro è sempre meglio del film?Leggere, per scoprire che alcune storie che si amano tanto sono solo frutto della fantasia di un regista, non dell'autore dell'Omonimo racconto. Il libro è sempre meglio del film? Nel caso di Rapp...

Libreria | Ultime 3

Propositi di lettura – Dicembre 2014

Propositi di lettura - Dicembre 2014Punto della situazione sui propositi dell'ultimo mese in cui avevo scritto in questa rubrica - aprile 2014 Finire di leggere Rose Madder, di Stephen King; [NO] Finire di leggere Il più grande u...
18.12.2014 | Lettura Collettiva » 0 Commenti

#gdli100libri – I 100 libri di Dorfles [Gruppo di Lettura]

#gdli100libri - I 100 libri di Dorfles [Gruppo di Lettura]Iniziativa di: Ifeelbook Piattaforma di origine: Instagram Durata: variabile Missione: leggere i 100 libri che Dorfles indica come quelli che un vero lettore non può far mancare nel suo "repertor...

Propositi lettura per il 2015

Propositi lettura per il 2015Bilancio dei propositi 2014 | Post Originale Alternanza di generi: la mia intenzione era di alternare la lettura di classici, qualcosa di moderno, cicli di avventura, saggi... e devo dire che non...

Photoblog | Ultime 3

24.12.2013 | Photoblog » 0 Commenti

Buon compleanno

Buon compleanno Mamma mi porta un pacchetto e la mia Paty corre sul letto ♥♥...
06.12.2013 | Photoblog » 0 Commenti

It’s Christmas time

It's Christmas time È arrivato Natale anche in casa Chiacchierona!!...

14.11.2013 | Photoblog » 0 Commenti

Jap Lunch

Jap Lunch È uno dei giorni più importanti della vita della mia cara amica e io sono una delle persone citate nei ringraziamenti e presente al pranzo ''di famiglia''. Onorata, orgogliosa e serena. Tan...

Aeroporto | Ultime 3

You, again

You, again Boeing 737 con livrea Xl.com...

Un Airbus 330 a Cagliari

Un Airbus 330 a Cagliari Direzione Antille Francesi. Un bestione parcheggiato al Finger riempie un normalissimo sabato in aeroporto a Cagliari. ...

Nuvole a batuffoli

Nuvole a batuffoli Qualche volta parcheggio lontano dalle partenze e devo percorrere un lungo tratto a piedi. .. Stamattina mentre lo facevo, ecco che il cielo mi cattura. Nuvole soffici e bianche come cotone sull...

Giornalista Chiacchierona è...


Mi chiamo Cinzia, classe 1986, alias Kisal dai primi anni dopo il 2000 e diventata Giornalista Chiacchierona in occasione dell’apertura di questo blog. Nell’ottobre del 2010 mi trasferii in Germania...
leggi tutto...

Cerca nel Blog

#gdli100libri

#libri

@i_libri_di_gi

@booksnews

@l_amore_per_i_libri

@salottodeilibri

@ifeelbook

@the_italian_reader

#Librorecensioni

#UltimiLibri

#VlahVlahVlog

Seguimi su Facebook

Argomenti

Curiosi

Non piaccio alle donne
Pubblicato mercoledì 25 marzo 2015 alle 23:30 . 0 commenti
Non le piaccio. Non è la prima incapace di sopportarmi. Ho speso gli anni migliori della mia vita a cercare di indovinare il perché di questo fatto e, mentre mia madre cercava di inculcarmi il "sono invidiose", ha oggettivamente alimentato la mia autostima, ma non mi ha mai convinto a fondo. Alla fine, la più invidiosa del mondo sono io, ma non nei confronti delle altre donne. Quando provo invidia punto più all'individuo, non mi accanisco su un preciso genere. Parità, sapete com'è. Si capisce perché io covi odio per gli altri - mi sento sempre una poveracrista sfigata e rompo i coglioni - ma il motivo per cui sto sul cazzo alle donnicciuole non è ancora chiaro. Sarò una odiosa e non me ne sono mai accorta? Stasera parlavo con una persona con cui scherzo spesso. Mi trova simpatica, credo. Gli ho detto che una certa donna non mi sopporta e lui si è un po' stupito. Ad istinto gli ho spiegato: "Alle donne credo non piaccia la mia libertà. Sono le prime ad esse [...]
Finalmente, siamo tutti delle celebrità
Pubblicato sabato 7 febbraio 2015 alle 02:42 . 0 commenti
Se scopri un metodo figo e furbo per fare soldi, ti senti anche in dovere di fotografarti e schiaffare la prova su un social, allegando la frase sboronissima dove elogi la nuova vita, i tuoi intenti e sbandieri il tuo segreto, in un impulso eccessivo di generosità. C'era un tempo in cui, avere nelle mani il segreto del successo significava anche tenere acqua in bocca e non dire a nessuno quale modo avessi trovato per sbarcare il lunario. Mancata autostima, principalmente, e convinzione che se tutti vengono a scoprire il mio metodo, non rimarrà niente per me, che ho faticato più di tutti per trovarlo. Oggi il mondo gira al contrario: trovi un modo e lui non si scomoda per parlare di sé, semplicemente utilizza la tua immagine e i tuoi risultati come testimonianza di efficacia, fa parlare di sé attraverso un obbligo prestabilito in cui tu prometti di fare da sponsor vivente all'attività. In un intelligentissimo e lungimirante meccanismo in cui tutti siamo chiamati a mett [...]
Col veleno
Pubblicato martedì 16 dicembre 2014 alle 12:44 . 0 commenti
Mi chiedo come abbia fatto - come fosse strano e impossibile - invece è fin troppo semplice rispondere alle domande che pongo a me stessa, adesso. Non scrivo da mesi, ho concesso al mio lavoro, alla mia smania di risalire, alla mia sete di soldi, di mangiarmi viva. Letteralmente. Ho tanto di quel veleno in corpo che ho smesso anche di scrivere, di scrivere con quell'amore che mi ha portata qui per giorni e giorni, per settimane, per almeno tre anni, ormai quasi quattro. Mi chiedevo come mai non avessi più spunti, ho provato a trovare un motivo dietro il fatto che ormai - con i miei spazi nella casa nuova - non avessi più necessità di raccontarmi, eppure non ci stavo nell'idea che scrivere, per me, fosse solo uno sfogo. Pari a vomitare. Ho provato a trovarci un motivo dawsonscreekiano stile: da quando ho avuto una delusione d'amore, ho anche perso il motivo per esprimere la mia arte. C'era qualcosa di più primitivo dietro, in realtà, e l'ho scoperto solo grazie [...]
Blocco
Pubblicato giovedì 16 ottobre 2014 alle 15:38 . 2 commenti
E'innegabile, ormai: sono mesi che ho smesso di partorire spunti che mi spronavano a correre su questo blog per scrivere e metter giù infinite parole e ragionamenti. Aver combattuto con delusioni emozionali mi ha prosciugata, all'inizio, poi ho ripreso quota. Ho sempre sfruttato momenti, persone, pensieri, reazioni, azioni che mi ronzavano attorno per venir qui a scrivere, ho vissuto delusioni, ingoiato rospi e ho sempre avuto bisogno di queste pagine, per sfogare quel magone che mi albergava dentro. Non ho mica reso la mia vita migliore, ma l'ho trasformata in un'immagine simile a come me l'ero sempre immaginata. Da che vivo da sola scrivo anche meno. Non è solo una pesante delusione d'amore che mi conduce in questa strada deserta, è la mancanza di bisogno di sfogarmi ad avere ruolo decisivo. Ho smesso di avere necessità di isolarmi e trovare il modo di intrappolare i miei mostri dentro un armadio: scegliendo di vivere per conto mio ho anche chiuso fuori dalla port [...]
Seconde occasioni
Pubblicato venerdì 19 settembre 2014 alle 01:06 . 2 commenti
Tre anni fa ricevetti una telefonata, dallo stesso interlocutore che oggi mi ha comunicato l'inizio di un cambiamento importante, che mi proponeva il lavoro che ha cambiato la mia vita. Era una seconda occasione in aeroporto, mi era capitato di lavorarci prima, ma il contratto era ridicolo, la paga abbastanza irrisoria e la mia preparazione alla sopravvivenza in un luogo come quello era piuttosto scarsa. Mi ero dovuta dimettere per via di importanti sfighe personali. Quando mi hanno detto che il mio precedente lavoro aveva costituito requisito importante per la mia convocazione mi sono detta che, in fondo, pur essendosi trattato di una piccola parentesi di vita, mi era valsa una nuova opportunità, notevolmente migliore. Ragionavo su quanto sia comune questa dinamica. E' successo qualche giorno fa a mio fratellino. Ad inizio estate cercava lavoro, trova un'occasione lontano da casa e parte. Mentre è lì arrivano altre proposte, lo chiama un'amica che gli propone un [...]
La ringrazio, Signora Mia
Pubblicato lunedì 7 luglio 2014 alle 23:47 . 0 commenti
Telefono per ricordarle quell'errore che ci costa un esubero in magazzino e mi esorta a venire di corsa, son lì e sorridendo mi dice che sono una stronza. Tutte le 'migliori' amicizie sono condite da uno "stronza" detto col ghignetto pseudo affettuoso. Ho fatto pace col fatto che non saremo mai sorelle di sangue, ma solo collaboratrici in lizza per la più forte considerazione da parte del Cielo. Mi rinfaccia costantemente che, nel momento peggiore, mi ha salvata ma ricordo benissimo che a gettarmi nella merda fu lei stessa, decidendo che la sua protetta fosse più meritevole di una guida. La preferita, entrata senza esperienza; io già formata, in parte. Impossibile avesse imparato tutto senza sbagliare, probabile che l'avesse tenuta sotto l'ala finché non le ha insegnato tutti i passi corretti da fare. Vincere facile, a chi non è mai piaciuto? Oggi la devo ringraziare perché, dopo avermi messa in cattiva luce, mi ha anche salvata. Quei lividi che ha curato, li a [...]
Si è fatto duro
Pubblicato giovedì 3 luglio 2014 alle 14:05 . 0 commenti
Luglio. Il gioco è diventato duro. Non è solo il periodo, in realtà, c'è un fuggi fuggi generale che rende la questione decisamente più annosa. Ore e ore, pause sfuggenti e menefreghismo misto a mancanza di solidarietà che ormai fanno più sorridere che venire la nausea. Ordinaria amministrazione. Non è più un eccezione, ma la regola. E' una guerra all'ultimo sangue e io ho deciso di esserci, di alzare ancora di più il tiro e puntare in alto, lontano. La vinco, giuro che porterò con me i risultati giusti, i migliori. Non ho bisogno di lamentele, distrazioni, rallentamenti, palle al piede, proteste, tentate vendite. Ho fatto cadere il mondo e l'ho risollevato inchinandomi, pur esposta, pur piegata a metà, dando il culo al vento, rischiando una penetrazione a tradimento, mille coltellate alle spalle. Cosa cazzo è, adesso, tutto questo, a confronto? Non è nulla, se ci penso un po'. A vent'anni ho aperto un'attività a nome mio, ho firmato assegni, c [...]
Il mio regno
Pubblicato mercoledì 25 giugno 2014 alle 20:51 . 0 commenti
Entro a quella porta - ogni sera, o ogni pomeriggio - dopo aver finito il turno di lavoro, e mi si apre il mondo del relax e della possibilità. Ho cantato, qui dentro, dato sfogo alla passione, visto film in tv, ideato collage da appendere al muro, guardato fotografie, bevuto caffè lunghi e infiniti, freddati, camomille e birre. Preparate cene, fatti pranzi e dati rinfreschi con gli amici più cari. In fondo, il mio mondo può trovarsi tra quattro mura, può starci benissimo dentro sessanta metri quadri. L'appartamento nel quale sono venuta a vivere, da poche ore, è collegato al mondo con la linea internet e pubblico il post che ho programmato e steso alcune sere fa, mentre in tv trasmettevano Scarface, avevo appena cenato con una bistecca di maiale e l'Italia aveva perso la partita decisiva per l'ammissione alle eliminatorie del Mondiale di calcio. Vivo momenti paralleli, istanti che rimangono impressi dentro di me e sulla mia pelle mentre li attraverso. Sono felice. E' cosà [...]
Diventiamo migliori amici?
Pubblicato venerdì 30 maggio 2014 alle 01:12 . 0 commenti
Quando scegli un individuo e, con la sola forza dell'istinto, stabilisci che dovrà avere con te un legame importante e solido, stai certo che ce la farai. Il mio migliore amico ha fatto così, sapeva che in me avrebbe trovato il quid adatto, io mi sono solo fatta catturare perché lui è stato originale, creativo, stimolante e paziente. Mi ha presa, non ha voluto forzare la mano, ma era interessante e mi ha conquistata così. Mi sono guardata allo specchio mentre ho sorpreso me stessa ballare lo stesso valzer, ma nella direzione opposta, tentando in tutti i modi l'avvicinamento con una persona che, ad occhio troppo superficiale, sembra essere nelle mie mire più maliziose, in realtà gli consiglio anche le donne da andare a intortare... non sono attratta da lui come donna, ma gli ronzo attorno perché voglio fare parte della sua vita, delle sue cerchie, dei suoi scherzi, delle sue ore libere, delle sue idee, delle sue opinioni. Voglio, altresì, che lui faccia parte di tutte qu [...]
Lontano da me
Pubblicato domenica 6 aprile 2014 alle 02:48 . 0 commenti
Avete presente quei pessimi individui che tra le mura di casa sono molesti, incazzosi, nervosi, sempre polemici e non si ritagliano mai cinque minuti - anche stringati - per onorare la presenza dei famigliari o, semplicemente, del/la loro compagno/a di vita? Passano il tempo a contestare quello che non va bene, l'invasione di campo che si subisce vivendo a stretto contatto, notano quel che va male e mai che si godano il tempo che si condivide con i propri cari. Si sente parlare di queste persone quando questo estremo della loro personalità si spinge tanto oltre fino a far diventare la rabbia una vera e propria violenza tra le mura di casa. Tutti pronti a puntare il dito contro, compresa io. Poi guardo l'immagine che restituisce lo specchio della mia coscienza e penso che il male, la gente che lo compie, molto spesso non lo riconosce neanche. Ho realizzato, pian piano, di essere una persona incapace di valorizzare e onorare i suoi affetti quando ce li ha a "portata di ma [...]
E' la stessa cosa
Pubblicato venerdì 7 febbraio 2014 alle 18:03 . 0 commenti
Nell'aeroporto della città di Ascrito, alla biglietteria della compagnia aerea Vorflight, la signora Quintetti Flavia giunge con l'intenzione di acquistare un biglietto aereo, in vista dell'arrivo delle tanto agognate ferie. E' felice: finalmente visiterà Roma, sono anni che non esce da Ascrito e hinterland, ormai non ricorda più da quanto tempo il suo lavoro non le concede abbastanza tregua per prendersi una vacanza con la V maiuscola. Vorflight è la compagnia di bandiera dello stato indipendente di San Crispino, di cui Ascrito è il capoluogo, e tra le tratte raggiunte compaiono entrambi gli aeroporti dell'Italiana capitale: Ciampino per chi preferisce atterrare ad un tiro dal 'centro' e Fiumicino per chi potrebbe desiderare di proseguire il suo viaggio altrove, magari facendo semplicemente scalo nell'aeroporto internazionale. "Buongiorno signorina, vorrei prenotare un volo per le mie prossime ferie" annuncia sorridente la Quintetti all'addetta della biglietteria, tale C [...]
Fiori spazzati via
Pubblicato venerdì 31 gennaio 2014 alle 16:24 . 0 commenti
C'erano, una volta, un gruppo di api dentro il loro alveare. Tutte  gialle e nere, quasi indistinguibili, tutte a fare lo stesso ronzio di sempre, tutte perse dietro il macchinoso e ripetitivo compito per il quale sono state messe al mondo e sistemate nel loro dorato mondo di miele. Laboriose, indubbiamente. Chi potrebbe osare scalzare qualcuna di loro da quel luogo così pieno di risultati e frutto di fatiche? Finché il miele lo vogliono tutti e il regime è oliato e ben moderato, no!, che non osa nessuno. Poi arriva un forte vento e i fiori del campo vicino perdono il loro fascinoso volto. Polline, nettare, tutto azzerato. Le api rimangono con le mani in mano, tutte con il loro fastidioso ronzio, ad assordare alberi e arbusti, popolando un mondo in cui le loro abilità non le riconosce più nessuno. Tristemente e disgraziatamente, ma la loro capacità di derubare i fiori per permettere la loro riproduzione e, contestualmente, di correre in alveare per produrre un [...]
Ti presento Indifferenza
Pubblicato martedì 28 gennaio 2014 alle 16:46 . 0 commenti
Qualche volta esco insieme ad un'amica che sta simpatica a poche persone, non ha un nome che inizia come tutti gli altri, forse indispettisce per questo. Come i vari Nicola, Andrea o Mattia - che sono maschietti ma il loro nome termina inspiegabilmente con una A. Lei sta sul cazzo a tutti i miei amici uomini, anche se è una figa da paura. Io ci vado d'accordo a periodi, non abbiamo il bisogno di sentirci ogni giorno, lei si ciba di tanto altro oltre alla mia compagnia. Non le sono necessaria per sopravvivere, non mi divora la linfa, non è un parassita che va avanti solo perché pendo dalle sue labbra come avrebbero preteso tante vecchie conoscenze. Non lo so, ma quando usciamo insieme - io e lei - ce la ridiamo come coglione mentre spettegoliamo tra di noi, senza vedere oltre, e la gente ci segue, sperando di assorbire anche un solo insignificante grammo della nostra aura raggiante. Persone che credevano di averci in pugno, ma io e lei non apparteniamo a nessuno se non [...]
Il mio 2013: bilanci e propositi per il 2014
Pubblicato venerdì 13 dicembre 2013 alle 02:48 . 0 commenti
Sono tre anni quasi completi che scrivo sul mio blog e, di conseguenza, sono arrivata al terzo appuntamento dei propositi di fine anno :) Incrediiiibile! Dall'anno scorso ho inserito in questo genere di post anche i bilanci dell'anno che sta per finire - così per capire se ho rispettato i miei obbiettivi - e, sono strafelice di constatare che quest'anno sono stata produttivissima! Ricapitolando abbiamo tre post scritti negli anni passati: uno, due (entrambi scritti per il 2012) e tre (per il 2013). 1. Iniziare a dedicare più tempo al canto; amarmi di più, in generale, ma nello specifico dedicandomi a fare ciò che mi appassiona. 2. Amarmi di più, non regalandomi a persone che non mi amano e finiscono solo per ferirmi e umiliarmi; andare a vivere da sola, avere uno spazio tutto mio dove trovare pace; chiudere la partita IVA e l'attività, annullando debiti e guardando i faccia chi mi perseguitava. 3. Amarmi di più, sempre di più; avere attorno tutti gli amici c [...]
Stiamo vincendo
Pubblicato martedì 24 settembre 2013 alle 19:48 . 0 commenti
Questa è una giornata che segna una svolta. Lo sapevo fin da stanotte, mentre le zanzare mi stavano mangiando viva e non riuscivo ad assopirmi perché il braccio pulsava per i pizzichi ricevuti, eppure non ero nervosa... perché sì, già era preventivato che oggi, quella sporca azione che il 10 maggio 2012 ha cambiato in modo importante le dinamiche della mia vita, avrebbe avuto la sua degna e vittoriosa chiusura. Successe che quel giorno mi svegliai e non trovai più la mia macchina sotto casa, l'avevano rubata. Due giorni dopo un carabiniere si affaccia al cancello sotto il palazzo di casa e ci informa di aver ritrovato la macchina, ma è sotto sequestro e alcune parti sono seriamente danneggiate. La facciamo dissequestrare e pago il carro attrezzi per portarla a casa, scoprendo che il motore è seriamente deteriorato da un uso sbagliato e violento da parte della persona che me l'ha portata via. Sono i primi 180 euro spesi inutilmente. Avevo comprato due anni prima la batter [...]
Autonomia, comando e sicurezza
Pubblicato lunedì 5 agosto 2013 alle 06:18 . 1 commento
Succede che il 13 luglio scorso è morto l'attore Cory Monteith, che non sapevo che volto avesse, quale ruolo interpretasse e in che show recitasse fino a che non ho visto la mia bacheca di facebook riempirsi di link tristi, dediche accorate, fotografie, estratti di indiscrezioni di ogni tipo provenienti dai siti di tutto il mondo. Dato che Cory fa parte del cast del telefilm Glee è sempre stato ovvio parlare della sua triste e prematura dipartita accostando alle tragiche notizie i video estratti dalle scene dello show in cui si esibiva e mostrava al pubblico la sua parte migliore. E' stato un incontro casuale, quello mio con Glee, ma mi ha inevitabilmente condotta a compiere l'unica scelta che potessi fare: amo il canto e avevo bisogno di godermi lo spettacolo in cui un gruppo di ragazzi talentuosi fanno della musica una ragione di vita e una scuola per il proprio futuro. Un giorno una persona molto influente mi disse "E' più difficile comandare che fottere" e inizialmente [...]
Pausa vita.
Pubblicato lunedì 10 giugno 2013 alle 12:21 . 2 commenti
Il bello di vivere come faccio io è che, nonostante tutto, non ci si può aspettare un'esistenza priva di evoluzioni o nuove scoperte. Mi butto a capofitto, affronto tutto con il coraggio e la presunzione di essere preparata e sicura di non cascare con le ginocchia per terra, poi invece sono un essere umano fallibile come tutti gli altri e rimedio semplicemente un nuovo specchio sul quale riflettere la mia immagine, che mi guarda a sua volta con l'espressione da "vedi che, in fondo, anche tu...". Magari mi dà un po' di fastidio, però non mi dispiace davvero. Non mi dispiace per niente, perché il dolore non ha tempo di trattenersi addosso a me, piuttosto resto carica di ciò che ho appreso. Un nuovo bagaglio di consapevolezze. Sono sparita perché stavo vivendo. Una specie di 'ho staccato la spina, ma stavo lavorando per voi' che sembra essersi succeduto ad una parte della mia vita in cui ho scritto molto, ma senza attraversare qualcosa di veramente intenso. Poi [...]
E' una vita che non scrivo
Pubblicato venerdì 17 maggio 2013 alle 15:50 . 0 commenti
...e non posso premeditare un post che parli e presenti un argomento, senza aver prima buttato lì un postuzzo che mi faccia sfogare sotto il punto di vista personale, così da non avere niente di privato da dire in un pezzo antropologico che, per forza, deve contenere il dovuto distacco. Cosa è successo nel frattempo? E' giusto che mi dedichi ogni tanto ad un articolo dallo stampo integralmente blogghereccio, che questo è nato come il mio blog personale, il mio diario on line, e in fondo nessuno mi vieta di sfruttarlo di nuovo in questo modo. Nel frattempo ho smaltito le mie belle ferie e, dopo un aprile semi leggero, è iniziato un bel maggio carico di brio e ritmi spediti. E' arrivato il secondo mese in cui apro il portafoglio e sistemo passin passetto, con orgoglio e soddisfazione, i miei problemini. Il tempo passa in fretta, vola. Lo diciamo in tutte le occasioni, quelle belle in cui vorremmo il tempo si fermasse. Il bello è che il tempo passa al volo senza accorger [...]
Altolà alla rassegnazione
Pubblicato lunedì 22 aprile 2013 alle 17:08 . 5 commenti
Apriamo la faccenda con un'immagine cazzona, che è meglio. Ieri sera casco nella rete di una brutta discussione a casa, mi girano le palle solo per ciò che si sta dicendo, mi accanisco come sempre e reagisco, alzo la voce, inizio a cacciare fuori scleri. Poi mi fermo e penso che lo faccio fin troppo tutti i giorni: incazzarmi per difendere le mie idee, e poi chi se ne frega, tanto continuo come mi pare, non ho niente da imparare da un metodo dal quale ho scelto di allontanarmi diverso tempo fa. Non sono migliore, non sono nata prima degli altri, sono solo diversa. Una diversità che disegna la mia vita di oggi dandomi una visione sulla mia futura, lasciandomi intendere che dovrei accogliere questo suggerimento per capire verso quale strada iniziare a percorrere i miei passi. Benché io ami la vicinanza delle persone e i rapporti umani, sono una solitaria, uno spirito liberi che non ama i vincoli, che non sente in modo stretto la sensazione parentale tanto da tapparsi l [...]
Vivir con miedo es como vivir a medias
Pubblicato mercoledì 27 marzo 2013 alle 13:25 . 1 commento
Vivere con la paura è come vivere a metà Un film che guardai da ragazzina - per caso, su Rete4 durante una di quelle notte in cui mi perdevo tra la scrittura di poesie di dubbio gusto, l'osservazione del cielo stellato estivo, la speranza di una vita futura piena di belle speranze - mi ha insegnato questo proverbio di origine ispaniaca che rispecchia pienamente il mio modo di pensare. Laddove mi sento e sono certa di essere una persona onesta, pulita e intenzionata a mantenere la regolarità in ogni passo compiuto, non posso accettare di avere paura di guardare in faccia una forza dell'ordine, un'impiegata di Equitalia, la postina che suona per farmi firmare una raccomandata con la busta verde che riporta il mio nome. In questi tempi di terribile crisi economica, arrivano in posta, come saette di pioggia fittissima, buste di scartoffie che rimandano ad una sola parola (e alla sua stessa eco): pagare, pagare, pagare! Non accetto di avere paura, non sopporto di dormire la not [...]
Veronica Mars: il film diventa realtà!
Pubblicato giovedì 14 marzo 2013 alle 00:04 . 2 commenti
FINANZIA IL VERONICA MARS MOVIE VISITA IL SITO ITALIANO DI VERONICA MARS Non so voi, ma in questo blog - se si parla di Veronica Mars - l'atmosfera si alza e l'animo da cheerleader che è in me mi porta a sfoderare pon-pon e scatena l'istinto immediato di fare tante 'ruote' a ripetizione (cit. <3)! Veronica Mars è un telefilm che ha visto i natali quasi dieci anni fa in America ed è stato trasmesso sul network UPN, per poi approdare sul neonato The CW durante il terzo anno di vita, periodo che coincise con la fusione tra la UPN stessa e WB, altro importantissimo network americano. Le prime due stagioni del telefilm sono state fantasmagoriche, magnifiche, realizzate con estrema cura e, soprattutto, hanno goduto della fiducia dei finanziatori. Quando siamo arrivati al terzo anno, invece, c'è stata una sbandata colossale che sembra essere la causa della cancellazione della serie e, quindi, della non conferma per la realizzazione del quarto anno. La sbandata è stata la causa [...]
E' un uragano
Pubblicato giovedì 7 febbraio 2013 alle 10:34 . 0 commenti
In questi giorni, con la linea internet un po' incerta e vari pensieri contrastanti, non ho messo mano al blog... Ho solo pensato di alleggerirmi un po' iniziando il mio progetto Lettura in Live di Cinquanta Sfumature di Grigio, che ho gentilmente ricevuto in regalo da un'amica e ho iniziato a leggere sullo smartphone, decidendo di voler imparare a scattare le snapshot (perché prima non ero capace di farlo, almeno volutamente!) proprio per creare un post come quello che ho linkato sopra. Non escludo che farò lo stesso con altri libri, certo non posso commentare in live un libro impegnativo, sarebbe un post infinito, pieno di riflessioni su ogni spunto tematico che la storia mi offre. Per assurdo, un progetto simile è dedicato solo a libri dalla trama spicciola che si prestano alla critica facile e veloce. Ma anche stare lì a leggere e commentare minchiate, mentre un'emergenza famigliare incombe non è più tanto divertente, benché proprio in una fase come questa è sem [...]
La tv che istiga alla guerra
Pubblicato sabato 26 gennaio 2013 alle 03:03 . 2 commenti
La mia tv è spenta da mesi. Non avevo badato al fatto che Amici di Maria fosse riniziato, sono capitata per caso su uno stralcio della puntata giornaliera mandata in onda ieri notte e iniziata con le immagini di un ragazzo intento a cantare in sala prove – saltando tutti i pezzi in cui avrebbe dovuto “sfoggiare” un acuto – e una morettina tutta scatenata, impegnata nel ballo di un pezzo moderno. Siamo, poi, arrivati ad una scena in studio, in cui il presentatore avrebbe invitato uno ad uno gli insegnanti per selezionare i concorrenti meno forti “artisticamente”, da indicare per renderli più vulnerabili, probabilmente facendo sì che potessero essere sfidati da elementi esterni al programma. Programma. No, perché, a me, chiamare scuola quello schifo, fa veramente paura. L’insegnante di canto ha pronunciato tre nomi (che, per altro, nelle scene che si potevano vedere parallelamente, stavano di là, con le ginocchia sui ceci a stringere le chiappe, salvo poi decidere di [...]
Il miglior esempio mai ricevuto
Pubblicato sabato 12 gennaio 2013 alle 01:37 . 2 commenti
Arriverà un momento in cui realizzerò che ho vissuto con troppa rabbia certe esperienze, che ho serbato troppo rancore per chi mi ha infilato senza volontà in certe situazioni antipatiche, solo domani scoprirò che inciampare - nonostante la volontà di fare tutto alla perfezione - sia di una semplicità scioccante. Anzi, forse ci sto già un po' arrivando. Complici alcuni fatti che mi stanno facendo capire quanto sia difficile fare tutto giusto giustino e in ordine come avrei voluto fosse fatto già da tempo. Qualche sera fa c'è stata una gran bella chiacchierata con una persona alla quale, mentre ci si raccontava vicendevolmente per la prima volta, ho spiegato da che tipo di passato provengo e, mentre parlavo, ho potuto realizzare che il mio modo di essere, di pensare, lo stampo con il quale sono venuta su ed è diventato il mio modo di vivere appartiene proprio ad una delle persone contro la quale mi scaglio con maggior veemenza oggi. La parte più ridicola di tutto que [...]
Instagram ci vende le foto
Pubblicato mercoledì 19 dicembre 2012 alle 09:38 . 0 commenti
Sono due giorni che tutti si indignano per la notizia riguardante Instagram e le foto che, adesso, avrebbero l autorizzazione per prelevare e vendere, alla faccia di noi utenti aspiranti fotografi o semplici esibizionisti egocentrici. Sapete quanto me ne frega? Meno di zero, ma proprio un cazzo di niente! Sentirmi derubata per una o più immagini scattate col telefonino? Questo è un Problema? È seriamente il problema più grande che sentiamo il bisogno di esternare in questo momento? Ci rubano giovinezza, forza e salute sfruttandoci come servi della gleba e tutti i giorni lo permettiamo. Mai ricompensati equamente. Quello sì che è un furto, perdiamo cose che non recupereremo mai,invecchieremo! E con le mie foto di Instagram possono farci il cavolo che pare a loro,quando voglio preservarmi dai furti non metto la cassaforte sul balcone. Le mie foto migliori non sono certo quelle che metto là. Io le faccio, le producono, loro possono solo copiarle. È l arte e la cr [...]
Il branco.
Pubblicato venerdì 23 novembre 2012 alle 03:24 . 3 commenti
Avevo intenzione di parlare di una stronzata allucinante, stasera. Sono un po' senza argomenti ultimamente, ero partita con una serie di post su uomini e donne e poi basta, finita l'ispirazione, sono ancora in bilico con un post sulla donna ingorda che non va avanti né indietro. Ho iniziato a leggiucchiare inserzioni su facebook e daje e ridaje ho capito che è successa una brutta cosa ad un ragazzino di 15 anni. Impiccato perché oppresso dal cerchio di fuoco che gli si è stretto attorno, per via della sua omosessualità. Andrea Pinna e Gianni Zanata dicono la loro, in un mare di tantissimi altri interventi, e io non posso fare altro che pensarci, senza forze, senza la capacità di poter immaginare quanto sia temibile un fenomeno così. Il branco e la vittima, stretta al centro, derisa e umiliata, fatta a brandelli e palleggiata da un lato all'altro. Merde umane, chiunque si diverta così. Codardi e vili, piccoli e infimi. Vergognosi e meritevoli di qualsiasi parola [...]
Postcoitum
Pubblicato domenica 18 novembre 2012 alle 22:28 . 0 commenti
Volgare, ok. Ma stasera non ho voglia di niente, di leggere o di scrivere, niente di niente proprio. E non lo so il perché, non ho teorie in testa, profili antropologici da tracciare o questioni etiche da affrontare. Saranno i conti, sarà il mal di testa di questi giorni, la parabola discendente dell'ovulazione che sto attraversando, lo sbandare e il rientrare nella retta via, la responsabilità che sento dentro di me in questa nuova fase di lavoro, o magari l'idea del viaggio che sto per fare con i miei amici a fine mese... Sono euforica e sento l'adrenalina scorrere nelle mie vene. Farei, in questo momento, tutte quelle cose che si fanno solo quando si ha la giusta grinta dentro. Sto smaltendo carica, grinta e tensione. Come al solito, tutti i miei obbiettivi sono il centro del mio interesse.   [...]
Chiudere fuori dalla porta
Pubblicato domenica 28 ottobre 2012 alle 02:43 . 3 commenti
I rapporti umani portano con sé insegnamenti sempre unici, importanti, non trascurabili. Non c'è una singola e semplice relazione interpersonale che non abbia senso e motivo di esistere. Discorso valido anche per le più dolorose e apparentemente insensate; da ogni buona relazione si capisce cosa si preferisce, da ognuna di quelle cattive, si comprende ciò che non si vuole, ciò che non si sopporta e che si deve evitare per stare lontani dal declino. Nonostante abbia voluto chiudere le mie relazioni passate con poca grazia, non sono una persona che ama chiudere gli altri fuori dalla porta, o essere chiusa fuori senza essere interpellata e informata. Si dice spesso che ciò di cui accusiamo gli altri è uno dei nostri più grossi difetti e se, in questo caso, uno dei miei più grossi timori è proprio essere cancellata senza spiegazioni dalla vita di una persona che fino al giorno prima è stata mia amica, probabilmente tutto è riconducibile al fatto che capita anche a m [...]
Fasciarsi la testa, rovinarsi la vita, e poi... ?!
Pubblicato lunedì 8 ottobre 2012 alle 10:36 . 0 commenti
C'è stato un tempo in cui non mi addormentavo se non ero sicura di avere tutto sotto controllo, se non ero certa che il giorno dopo mi avrebbe accolta con piani realizzabili e non con sfide impossibili da vincere. Ho sempre avuto la convinzione di poter combattere ogni battaglia, non potevo rassegnarmi a pensare che sarebbe arrivato qualcosa a convincermi del contrario, era impossibile. Dovevano ancora mostrarmi qualcosa che mi avrebbe potuta mettere con le ginocchia per terra, e fino ad allora avrei pensato che tutto sarebbe filato liscio come l'olio. Ho spesso ripetuto una data: 16 aprile 2010. Dopo quella data ho capito che esistono cose che lasciano veramente svegli la notte, per destabilizzarci e tenerci col dubbio che un domani potremmo costruirci un futuro a viso scoperto, con il nostro nome in prima linea. Non posso di nuovo ripetere cosa sia successo, piuttosto ricordo ancora l'effetto che mi fece, e oggi so benissimo quali sono state le conseguenze su di me. Non [...]
Poi ditemi che non sono multitasking!
Pubblicato giovedì 4 ottobre 2012 alle 22:15 . 0 commenti
Un mesetto fa, circa, mi sono messa in testa di volere conseguire l'abilitazione professionale (CAP o KB) che permette di guidare veicoli adibiti al servizio taxi e noleggio con conducente. Una qualifica professionale che fa brodo, insieme a tutto il resto, insieme alle capacità varie che posso già possedere e che ho conseguito lungo la mia esperienza lavorativa. Ho deciso nel giro di pochissimo tempo, un amico che ha tutte le patenti possibili immaginabili e che lavora nel campo da anni mi ha spiegato come agire, un altro amico che ha studiato in sordina tutta l'estate ha preso questa patente due giorni prima che decidessi pure io, e non nego che mi sono ispirata proprio a lui nell'aver pensato di avvicinarmi all'idea. Mi sono ispirata a lui perché appena ha superato l'esame, l'altro amico che lavora da anni nel settore gli ha proposto un lavoro. Parallelamente, il mio lavoro prosegue sempre ad un ritmo serrato alternato da giorni in cui faccio poche ore, ma è una sfid [...]
La strada persa
Pubblicato venerdì 6 luglio 2012 alle 10:09 . 0 commenti
C'è quella fase in cui si perde la strada, il lumino che fa da guida per il nostro percorso, la nostra corsa furente controvento. Non so esattamente quale sia stato il momento in cui è successo, ho sempre pensato che avrei sentito come un rumore di vetri infrangersi, nel preciso istante in cui avrei perso la voglia di correre e combattere. [qrcode size="100"] Invece non me ne sono accorta e mi sono ritrovata nelle mani tanti piccoli pezzi di vetro, un po' conficcati in piccole e sanguinanti ferite, un po' liberi di cadere per terra, una volta aperti i pugni che tenevo serrati per non sentire la sensazione di fatica. Fatica fatta nel non prendere un attimo di fiato, fatica fatta non so per cosa, perché ora non sento niente con me, per me. E' possibile raccontare come si cade nel baratro? Non lo so, non trovo il modo, ma ho perso la voglia di parlare, di raccontare, di ridere come sempre, di godere di ciò che ho, non pensando a cosa non ho. Come è possibile? Io che [...]
Io no.
Pubblicato lunedì 25 giugno 2012 alle 15:01 . 0 commenti
Io non conoscevo le prese in giro, la furbizia furba di chi non ha risorse e può vincere solo rubando la scena agli altri, con mezzucci e imbrogli. Io non ho mai fumato una sigaretta con lo scopo di sembrare impegnata a far qualcosa, per paura di apparire sola e triste con lo sguardo nel vuoto. Io non ho mai raccontato una bugia per vincere. Io non ho mai fatto carte false per avere qualcosa che pensavo non mi spettasse ancora. Io non ho mai usato sostanze stupefacenti, pesanti o leggere. Io non so svegliarmi sei mesi di fila in piena notte serenamente, senza risentirne. Io non uso cocaina, non fumo le canne, non bevo per dimenticare. [qrcode size="100"] Io sono una pura, in un mondo inquinato. Io non sopravviverò a lungo. [...]
Gelosia canaglia... gelosia pazza
Pubblicato martedì 19 giugno 2012 alle 17:46 . 12 commenti
Cosa può venire fuori, in un pomeriggio sonnecchiante e afoso come tutti gli altri mentre sfoglio faccialibro, dalla lettura di uno status che non può che stimolarmi il commento selvaggio? [A tal proposito: A casa di Simo, grazie, grazie mille del trampolino di lancio U_U] Semplice: un post/trattato di stampo antropologico sul perché certe persone, quando sono sole, salutano serenamente conoscenti e amici (in questo caso si sottolinea che tali persone siano di sesso opposto) e quando sono in compagnia del partner, invece, evitano con un'immensa faccia di tolla il problema e, appunto, non salutano, non si soffermano, non fanno niente di niente. [qrcode size="100" align="right"]Abbiamo commentato in tre, forse quattro. Anzi, c'erano pure altre che hanno partecipato alla conversazione, abbandonandola - però - dopo le prime battute; io, invece, sono rimasta lì a sbattere il mio pugnetto sul tavolo per sostenere le mie tesi stra/ultra/mega/iper femministe :D Mi sono categ [...]
Sonomoltocortese. Il mio karma è dorato.
Pubblicato giovedì 17 maggio 2012 alle 18:21 . 2 commenti
Non ci credevo tanto, l'ho fatto perché sono sensibile al tema, in questo specifico periodo e perché mi piace pensare che la mia presenza, la mia vita e le mie azioni possano cambiare la sorte di qualcun'altro in meglio. Sono mossa da influenze positive, sempre, e a 'sto giro hanno dato buoni risultati. Me lo sentivo, dovevo farlo. Sono ancora a piedi e ieri pomeriggio, di rientro a casa dopo il turno di lavoro, passando per una strada che percorro sempre vedo una macchina. Parcheggiata. Abbandonata, deduco. Mio fratello, in macchina con me, dice "E' ancora qui questa macchina?! C'era pure stamattina quando sono venuto ad accompagnarti!". Mi ritornano in mente le parole del funzionario della legge che mi diceva "Quando vediamo delle macchine ferme sempre nella stessa posizione, con le ruote inclinate nello stesso modo e per un paio di giorni, ci viene un sospetto e controlliamo la targa se risulta nel database delle macchine rubate" e il mio animo da Veronica Mars - un p [...]
Intervista col vampiro
Pubblicato martedì 15 maggio 2012 alle 18:37 . 2 commenti
[Stretta di mano] Lui: Sei arrabbiata con me? Lei: No. Lui: Allora mi stai perdonando?! Lei: Non devo perdonarti niente. Non hai fatto uno sgarbo a me, personalmente. Lui: Come no? Era la tua. Non dire cazzate, non fare la paraculo, adesso mi ammazzeresti a sprangate. Lei: No, davvero. Mi offendo se mi viene fatto del male gratuito e mirato, personale. Ma tu hai sparato sul mucchio, casualmente. Non sapevi nemmeno se fossi una donna, o un uomo. Forse l'hai capito dal catalogo di costumi che hai trovato affianco alla custodia del raccoglitore di cd che hai preso dal vano nella portiera dell'autista, ma non avevi comunque presente chi potessi essere... Lui: Ti ho comunque creato un problema... ora che mi hai qui davanti, vedi la mia faccia, starai pensando a come vendicarti. Ma io ho un sacco di amici, non ti conviene! Lei: No, figurati. Io mi rialzo - sai? - ho un lavoro. Avrei rinunciato a qualche uscita, o forse ad un po' di indipendenza e avrei continuato a v [...]
No more feelings. Nessun dolore. Nessuna lacrima.
Pubblicato giovedì 10 maggio 2012 alle 18:14 . 3 commenti
Avrò mica esaurito la scorta di rabbia, lacrime e pena per me?! Non sento niente sulla pelle. Niente,da tempo. Neanche durante le sfighe peggiori. Solo grinta e una voce dentro che dice a me stessa "ora trovo un modo per risolverla!". E' possibile che io abbia pianto tutte le mie lacrime e provato tutti i brividi del mondo prima di adesso per cui, nel momento in cui ora mi si abbattono contro le meno simpatiche fortune, io sono impassibile, moderata, fredda?! Mi viene solo questo da pensare... perché è da un po' che mi sento troppo sotto controllo, e mi guardo allo specchio e mi sento svuotata. Casualmente, due sere fa navigavo nel blog, saltando di qui a là con l'aiuto di post correlati e archivio, così sono capitata su un post in cui ammetto di non aver affrontato e colto di petto la rottura con la persona con cui stavo quando aprii questo blog... La mia vita è quasi tutta qui dentro - quella che ho vissuto dal giorno che l'ho aperto, ad oggi -  ho riversato in quest [...]
Letteratura e tv a servizio della vita
Pubblicato sabato 5 maggio 2012 alle 00:28 . 0 commenti
Tanto tempo fa, prima di collezionare libri, prima che iniziassi a vivere, prima di avere l'indipendenza economica che non mi lasciava collezionare nemmeno i dvd dei telefilm che seguivo con tanta passione, dei telefilm stessi avevo solo le tracce sgangherate e scaricate sul pc. Episodi categorizzati e organizzati con cura, custoditi in cartelle nominate e sempre a disposizione per seguirli, vederli e rivederli. Quella è stata la mia fonte di cultura per diverso tempo. Quello è stato il modo in cui ho potuto tenere sempre la mia mente e la mia coscienza allenate, mentre non leggevo e la mia fantasia non poteva aspettare lo stimolo della vita esterna, per abbandonarsi a ragionamenti e elucubrazioni su qualsiasi argomento. Mentre ieri mi trovavo al telefono con una persona, mi è ritornato in mente l'episodio "Boo" di Dark Angel. E' un orgoglio ricordare così bene certe lezioni, certi racconti, esposti in modo divertente e godevole. E poi è cultura. E' stimolo. E' la [...]
Che tu sia, per qualcuno, l'angelo custode
Pubblicato venerdì 27 aprile 2012 alle 23:20 . 3 commenti
In tutto questo vivere, alcuni giorni fa c'è stata una piccola guerriglia che sono orgogliosa di poter dire di aver contribuito a risolvere. Finché nella mia vita non ho sentito la necessità dell'amore delle persone nei miei confronti non ho capito cosa potesse significare amare a mia volta, dare supporto, regalare la mia presenza, il mio appoggio e una semplice parola. Aiutare gli altri, in poche parole. Amarli. E' difficile volere bene qualcuno, provare uno qualsiasi dei sentimenti, quando si è come me. Quando non si ha presente esattamente quale sia la forma precisa di un concetto finché non si ha la sua figura nitida davanti. Ultimamente è successo qualcosa in me: ho trovato il mio equilibrio, ho eliminato qualsiasi furia scatenata dal non avere questa tranquillità personale e mi sono trasformata in una persona più aperta, socievole, gentile. Ogni volta che ci sono dei pedoni sul ciglio della strada, all'altezza delle strisce pedonali, non mi fermo imprecando [...]
Il piatto freddo
Pubblicato sabato 21 aprile 2012 alle 00:44 . 3 commenti
La vita prosegue. Lentamente si sviluppano delle dinamiche interessanti e ogni volta è interessante guardare tutto con occhi furenti e forti. In un giorno come oggi mi sento quasi in imbarazzo a guardare me stessa e considerare quanto mi ritengo finemente intelligente. Non sono furba, più di altri, non ho niente che tante altre persone non hanno, non mi sento unica. Ciò che ho mi piace così tanto che non trovo mai il tempo di paragonarmi agli altri. Ho scoperto che non c'è nessuno più affidabile di me, però. Tanti balzelli, tante questioni... e, finalmente, ora intravedo la segnalazione del burrone con abbondante anticipo. E trovo anche la giusta angolazione per curvare e non uscire di strada! Fantastico! Nel giro di una settimana si sono raddrizzate alcune cosine che sono andate storte circa un mese fa. Senza averlo programmato, mi sono ampiamente vendicata di una persona che mi fece mangiare fiele senza che potessi lamentarmi, perché "me l'ero cercata" e [...]
Elogio dell'indipendenza
Pubblicato mercoledì 14 marzo 2012 alle 23:15 . 0 commenti
In una "terribile" e velocissima associazione di idee avvenuta poco fa, si è rinnovata in me la convinzione di non voler mai più, nella vita, condividere i miei spazi - a lungo termine - con qualcuno che non porti il mio stesso nome e il mio aspetto. Mi guardavo allo specchio, pensavo che dovrei sistemare un po' le sopracciglia e che, in questa casa in cui gli spazi sono parecchio ristretti e ogni ambiente è condiviso, fin troppo, con tutti gli altri io ci sto un po' strettina rispetto a come ero abituata anni fa, nella casetta al mare in cui ho vissuto per i primi vent'anni della mia vita. Lì avevo un intero piano - la mansarda - adibito a mio uso e consumo: camera da letto, bagno personale e stanzino/studio più una verandina comodissima e riparata il tanto giusto. Ho imparato a vivere da sola, lì. Mi sono sentita sola per anni, costretta a non condividere gli spazi, le mie riflessioni e i miei momenti bui con nessuno... e invece ho finito per imparato ad amare tutte [...]
E' una vita che ti invidio
Pubblicato domenica 26 febbraio 2012 alle 20:44 . 1 commento
Che io dia adito a parlare di me o no, chi ha puntato la mia direzione non ha bisogno di motivi e spunti da me: Sparla lo stesso. Allora non ha neanche senso agire in modo che,almeno secondo logica,non do adito alle chiacchiere. Questa è la conferma che gli atteggiamenti sbagliati del "chiacchierato" sono solo una scusa per giustificare delle critiche che, per invidia probabilmente, sarebbero giunte lo stesso! Cari, continua la telenovela che da oggi intitolo E' una vita che ti invidio. Avete presente gli sceneggiati da quattro soldi prodotto in Sud America che andavano in onda su Rete 4 e che trattavano di amori tormentati impediti e ostacolati con pettegolezzi e cattiverie al limite dell'assurdo? Bene, qui non parliamo di amore ostacolato, ma cattiverie e pettegolezzi invece sono lì, in agguato, costantemente, infilati in ogni angolino possibile tanto per condire la situazione, che non fa mai schifo. Ci sono numerosi antefatti, non so nemmeno quando iniziai ad accennare l'ar [...]
Il mondo non è, ancora, anche della donna
Pubblicato venerdì 3 febbraio 2012 alle 23:21 . 10 commenti
Stupro di gruppo, carcere o no? Sono sempre poco informata, cerco di tenermi lontana dalle altalene mediatiche prima di arrivare a formulare un'idea personale su qualsiasi argomento e, in questo frangente, sono arrivata al punto. Nel pomeriggio ho beccato un intervento su facebook riguardante una recente virata subita dalla legge che punisce e riguarda la violenza sulle donne, pare che si sia deciso di evitare il carcere alle persone accusate di tale misfatto che ancora non sono state dichiarate e giudicate colpevoli da una sentenza. Teoricamente, nel caso in cui fossero davvero colpevoli e nel momento in cui vengono ufficialmente dichiarati tali, le leggi sono (o dovrebbero essere?!) quelle che sono. O no?! A prescindere da quali siano le punizioni per quelle bestie così immonde che riescono a trovare godimento nell'avere un rapporto sessuale con una persona assolutamente schifata e non consenziente, io ho sempre pensato che il mondo non ce la può fare. Ecco il botta e r [...]
Chiusa una porta
Pubblicato domenica 15 gennaio 2012 alle 19:33 . 0 commenti
Io sono lapidaria. Sono sempre la stessa, non cambio mai. E, da sola, sono amabilmente indipendente e sempre innamorata di me stessa, come il primo giorno. Forse è questo il motivo per cui non troverò mai un'altra persona capace di darmi più amore di quanto non mi possa già dare io e di scalzare la posizione di colei che mi completa. Me stessa, appunto. C'è che mi avventuro in tante cose, con coraggio e un'apparente ingenuità che spiazza tutti. Un'ingenuità che spaventa tanto chi mi ama. Ho sempre agito per conto mio, senza chiedere consiglio e, quando ho poi raccontato le cose dopo che sono proseguite e finite sempre a mio piacimento, mi è sempre stato detto che sono forte, che ho carattere, che sono una roccia. E' ovvio che, a cose fatte, è semplice sparare una semplice sentenza e raccontare tutto come se fosse stato sempre premeditato e architettato al meglio ma mentre vivo le mie esperienze attraverso anche le fasi poco decise, quelle in cui sembro incerta sul [...]
Quel che sarà...
Pubblicato giovedì 8 dicembre 2011 alle 01:47 . 0 commenti
Stasera qualcosa è cambiato definitivamente. I nostri sguardi si sono incrociati in un modo furiosamente violento, le nostre urla, i nostri toni, le nostre rabbie sono sgorgate senza nessun impedimento e le parole non avevano un freno. L'ho sfidato. Ci siamo affrontati come due tori impazziti. E nulla sarà come prima, è iniziata una battaglia, una guerra. Ho superato la paura di perdere tutto, ma adesso non ci sarà solo quella paura, ci sarà la realtà, ci sarà solo la perdita. Ed è per questo che andrò via da qui. E' per questo che, a breve, considererò l'idea di abbandonare la mia solita vita per aprire un capitolo nuovo. So di non essere ancora pronta. So che non è questo il momento, ma quasi sicuramente non ho altra scelta. Nel frattempo vivo le mie emozioni sfrenate, la mia esistenza un po' saziante, il mio lavoro appagante e divertente, pesante, faticoso e imprevedibile, e vivo sempre comunque più felicemente fuori che dentro. Mi sento svuotata, [...]
Ladri di felicità
Pubblicato sabato 29 ottobre 2011 alle 22:07 . 0 commenti
Una telefonata, un sms sul cellulare, un commento pubblico, una discussione. I due giorni appena passati non sono stati fantastici, e me l'aspettavo anche... prima di tutto perché non si possono passare mesi e mesi di felicità senza una minima defaillance, è pur giusto, e poi perché - appena ho sentito la primissima scossa - ho capito che si sarebbe arrivata con un po' di rognette a carico. Posso sorvolare? Sì, preferisco andare dritta al sodo e riflettere un po' sulle persone che, infelici, non sopportano di vedere chi, attorno a loro, prosegue la propria esistenza vedendo sempre il bicchiere mezzo pieno, accontentandosi e, poi, godendo di gusto di ciò che possiede. E' un passaggio obbligato, si inizia che il contesto ci va stretto, poi - col tempo - pare che non avremmo desiderato mai altro che ciò che stiamo vivendo. E' un processo naturale, quando si inizia a trovare l'equilibrio. Non tanto la felicità, la felicità non è un concetto universale, una questione ogge [...]
Non sarà un post paraculo sulla morte del Sic
Pubblicato mercoledì 26 ottobre 2011 alle 09:40 . 7 commenti
Non critico chi l'ha fatto, ma mi sentirei un'infinita paracula nel momento in cui dovessi decidere di scrivere il classico post di condoglianze per il ragazzo che vedete qui accanto, morto due giorni fa, nel modo in cui tutti sappiamo. Sebbene i miei scritti sul blog non siano pilotati da nessuno, conosco le strade di internet e so, più o meno, il modo in cui è preferibile che io pubblichi i miei pezzi in modo da esser "trovata" da chi cerca ciò di cui parlo... talvolta me ne frego - ed è questo il bello di scrivere per un blog autogestito e non per un magazine che vuole macinare visite su visite a costo di tutto - talvolta mi muovo in un certo determinato modo appositamente. In questo caso, mi basterebbe nominarLo nel titolo e infilare il suo nome per esteso in grassetto nel testo, preferibilmente alle primissime righe, e il gioco sarebbe fatto: tutti quelli che googleggiano l'argomento infilando nella bar nome/luogo di morte e altre classiche parole chiave, verrebbe tirato [...]
Jump the shark
Pubblicato giovedì 20 ottobre 2011 alle 00:10 . 1 commento
Inizio con la voglia di scrivere, ma senza un tema portante... il titolo è una locuzione che si usa nell'universo telefilmico per indicare il momento in cui uno show televisivo ha esaurito tutte le sue potenzialità e prosegue comunque, in una versione che - qualitativamente - è decisamente più scadente di quella da cui si è partiti. Al momento, le cose sono un po' così, nella mia vita. Sono in quella fase in cui attendo un nuovo "botto" per continuare a sentirmi viva. Potrei aver deciso di sembrare una sciocca, ma la vera me, la ragazza assennata e non completamente irresponsabile, salta sempre fuori così, mentre mi ritrovo a pulire l'angolo cucina del bar dove lavoro, potrebbe anche venirmi in mente - che so - il fatto che è sorprendente quanto io mi ritenga scioccata dall'ultima storia importante che ho vissuto, anche se non sono stata io a prendere la stoccata finale. E magari mi viene in mente quanto senta di somigliare a Lui quando diceva che la sua storia più im [...]
Non è ancora Natale, ma - già - siamo tutti più buoni
Pubblicato lunedì 17 ottobre 2011 alle 14:13 . 3 commenti
Ovvero, son tutti froci col culo degli altri! Non bastava Barbara d'Urso a farci la ramanzina con lo scopo di convincerci a fare la cosa più giusta (e paraculo) per aiutare il prossimo (in generale, lei esorta sempre tutti a fare qualcosa per i bisognosi, e non perché sia una buona samaritana. E' che fa figo dire a tutti che c'è qualcuno che ha bisogno, con sguardo serio e accigliato poi, se la campagna ha funzionato, a breve si ottiene un "ritorno" di coglioni pronti a fare colletta), adesso ci si mettono anche i benzinai e le compagnie telefoniche. Qualche tempo fa, in concomitanza col periodo in cui aumentò vistosamente il prezzo della benzina, venni a scoprire una notizia un po' strana... ma che cercai di lasciar perdere. Mediamente, un euro e sessanta per litro, quando il benzinaio concede il suo servizio pratico. Quando è fai da te, non si scende comunque sotto l'euro e cinquantacinque. In entrambi i casi, siccome ci sono certi settori che stanno fallendo, c'è u [...]
Sola
Pubblicato giovedì 13 ottobre 2011 alle 16:54 . 5 commenti
Oggi vi propongo questa canzoncina come sottofondo del post, che mi piace un po' e quindi voglio farvi entrare nello stesso mood in cui sono io, nel momento che scrivo :) Un po' di calma dopo la tempesta... Settimana tosta, tra un turno sballato, ore su ore, straordinari, riposi saltati e pattinate furenti per scaricare l'adrenalina... e domani finalmente il giorno libero. Cosa posso dire? Forse mi concedo una pattinata mattutina, dato che di sera non ho la macchina a disposizione, ma i giorni sono ancora bellissimi e andare sulla spiaggia a combattere aria e asfalto correndo sulle rotelle è una cosa che ultimamente sta diventando elemento fondamentale. Ieri sera, reduce da nove ore di lavoro, i primi quindici minuti di roller sono stati pesantini, ma superata l'ora sono diventata una scheggia e ho visto la luna spuntare da dietro le montagne... con ancora il cielo chiaro e illuminato dal sole, sono rimasta finché erano necessari i lampioni per rendere visibile la pista [...]
Cosa fare della sfiga
Pubblicato martedì 20 settembre 2011 alle 22:57 . 2 commenti
Prendete un granello di sfiga. Chi se ne importa... Prendete mezzo chilo di sfortuna. Mh, 'rca miseria! Prendete dodici etti di scalogna, somministrati ad ore pasti, ogni giorno, tutto il mese. EccheccaXXo!! E' facile dirsi di avere pazienza, ma ci sono tante occasioni in cui la sfortuna pare inseguirci e qualsiasi tentativo di dimenticare di avercela alle calcagna risulta vano... Eppure un modo c'è. E io non ci avrei mai creduto, ma ultimamente mi porto perennemente una faccia serenamente idiota: un sorriso che non finisce più mentre, se dovessi essere lo specchio delle sfighe che c'ho attaccate ai maroni, non potrei mai essere così cazzona e spensierata, apparentemente. E' che sono felice. Mi sono fatta una ragione di ciò che è successo l'anno scorso (16 aprile 2010) e delle conseguenze che hanno cambiato radicalmente le mie possibilità attuali e sto andando avanti, e agisco sempre con la stessa forza che avevo prima, anche più intensa. Col risultato che oggi la [...]
Pagina 1 di 212

Giornalista Chiacchierona è un blog personale scritto da Cinzia Corda ed è stato aperto il 21 febbraio 2011.
Questo sito/blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001