Giornalista Chiacchierona

Ultimi Commenti Inseriti

Uomini di oggi #2
Cinzia ha scritto un commento.
"LOL ūüėÄ Quanto prendersela a cuore e quanto scegliere un luogo inadatto a fare repliche..." [Leggi tutto]
Uomini di oggi #2
Il DUCA ha scritto un commento.
"Che ridere questa idiot-phone generation.. ma è chiaro e lampante le motivazioni di..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
IL DUCA ha scritto un commento.
"Da sempre gli uomini devono ‚Äúconquistare‚ÄĚ la..." [Leggi tutto]
Il brutto di essere belli
Giornalista Chiacchierona ha scritto un commento.
"ūüôā C’era dell’ironia moooolto al femminile, che lei..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Giornalista Chiacchierona ha scritto un commento.
"Sempre disponibile al confronto,..." [Leggi tutto]
Il brutto di essere belli
Adam ha scritto un commento.
"altra cazzata di articolo.. perchè? ne ho le prove! anche dinanzi ad uno bellissimo,..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Adam ha scritto un commento.
"Esimia Giornalista chiaccherona, Senza scadere nello..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Adam ha scritto un commento.
"Alle donne che dicono non ci sono pi√Ļ gli uomini di..." [Leggi tutto]

Ultime 5 Pubblicazioni

24.05.2015 | Serena ¬Ľ 0 Commenti

La mia finta gabbia di solitudine

La mia finta gabbia di solitudineDovremmo avere sempre tutte le possibilità, così da essere coscienti del fatto che ciò che abbiamo è esattamente quello che vogliamo per noi. Quando non potevo prendere la patente ed era scons...
31.03.2015 | Pensierosa ¬Ľ 0 Commenti

Se non va bene il primo amore, hai un guasto

Se non va bene il primo amore, hai un guastoDa un lato ci sono quelle coppie formate da persone con differenze d'età, di professione, di vita, che scelgono di stabilire la loro unione per godersi la vita finché non ne hanno voglia. Dall'a...
25.03.2015 | Guerriera ¬Ľ 0 Commenti

Non piaccio alle donne

Non piaccio alle donneNon le piaccio. Non è la prima incapace di sopportarmi. Ho speso gli anni migliori della mia vita a cercare di indovinare il perché di questo fatto e, mentre mia madre cercava di inculcarmi il "...
15.03.2015 | Serena ¬Ľ 0 Commenti

La solitudine dei noti volti sorridenti

La solitudine dei noti volti sorridentiSpero che il titolo possieda quella tetra e inquietante aria cantilenante de "L'alba dei morti viventi", seppur composto da parole che, prese singolarmente, hanno un significato positivo. Sono gior...
11.02.2015 | Blog ¬Ľ 0 Commenti

4 anni | Ohmiodddio.

4 anni | Ohmiodddio.Stavo organizzando in pompa magna un giveaway per questo quarto compleanno del blog, ma seguo sempre i miei umori ballerini e - all'ultimo momento - ho deciso che no. Mi pare una paraculata, una co...
Argomenti: , ,

Blog | Ultime 3

24.05.2015 | Serena ¬Ľ 0 Commenti

La mia finta gabbia di solitudine

La mia finta gabbia di solitudineDovremmo avere sempre tutte le possibilità, così da essere coscienti del fatto che ciò che abbiamo è esattamente quello che vogliamo per noi. Quando non potevo prendere la patente ed era scons...
31.03.2015 | Pensierosa ¬Ľ 0 Commenti

Se non va bene il primo amore, hai un guasto

Se non va bene il primo amore, hai un guastoDa un lato ci sono quelle coppie formate da persone con differenze d'età, di professione, di vita, che scelgono di stabilire la loro unione per godersi la vita finché non ne hanno voglia. Dall'a...
25.03.2015 | Guerriera ¬Ľ 0 Commenti

Non piaccio alle donne

Non piaccio alle donneNon le piaccio. Non è la prima incapace di sopportarmi. Ho speso gli anni migliori della mia vita a cercare di indovinare il perché di questo fatto e, mentre mia madre cercava di inculcarmi il "...

Rubriche | Ultime 3

Quel che mi hai dato

Quel che mi hai datoNon importa quanti stronzi traditori io abbia incontrato, non sapevo che sarebbe bastata una sola persona che mi volesse bene per curare tutte le voragini che avevo dentro. Ne basta uno. Che v...
07.02.2015 | Punti di Vista ¬Ľ 0 Commenti

#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! ‚Äď Al di l√† del Buco

#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! ‚Äď Al di l√† del Buco#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! ‚Äď Al di l√† del Buco. Sta per uscire il film, al cinema, e la polemica sulle #50sfumature si sta accendendo di nuov...
07.01.2015 | Videopost ¬Ľ 0 Commenti

Il mio secondo Natale con la Voice Power

Il mio secondo Natale con la Voice Power L'anno scorso è stato il turno di Shake Up Christmas, quest'anno invece gli insegnanti della scuola Voice Power hanno scelto Do they know it's Christmas. Il video della canzone di Natale del 201...

Bacheca | Ultime 3

#librorecensione video: L’uomo in fuga, di Richard Bachman

Ho deciso di dare una mossa al canale Youtube, registrando videorecensioni dei libri appena letti, è il turno de L'uomo in fuga, scritto da Richard Bachman - pseudonimo di Stephen King. Buona visi...

Cecità РJose Saramago [Lettura Collettiva @Bibliophili]

Cecità - Jose Saramago [Lettura Collettiva @Bibliophili]Gruppo Bibliophili | Evento Cecità |@Biblio_philia su Instagram | Hashtag #laletturanonèsolitudine Lettura di Dicembre/Gennaio: La fattoria degli animali Breve Introduzione: su Facebook esiste ...

Il libro è sempre meglio del film?

Il libro è sempre meglio del film?Leggere, per scoprire che alcune storie che si amano tanto sono solo frutto della fantasia di un regista, non dell'autore dell'Omonimo racconto. Il libro è sempre meglio del film? Nel caso di Rapp...

Libreria | Ultime 3

Propositi di lettura – Dicembre 2014

Propositi di lettura - Dicembre 2014Punto della situazione sui propositi dell'ultimo mese in cui avevo scritto in questa rubrica - aprile 2014 Finire di leggere Rose Madder, di Stephen King; [NO] Finire di leggere Il pi√Ļ grande u...
18.12.2014 | Lettura Collettiva ¬Ľ 0 Commenti

#gdli100libri – I 100 libri di Dorfles [Gruppo di Lettura]

#gdli100libri - I 100 libri di Dorfles [Gruppo di Lettura]Iniziativa di: Ifeelbook Piattaforma di origine: Instagram Durata: variabile Missione: leggere i 100 libri che Dorfles indica come quelli che un vero lettore non può far mancare nel suo "repertor...

Propositi lettura per il 2015

Propositi lettura per il 2015Bilancio dei propositi 2014 | Post Originale Alternanza di generi: la mia intenzione era di alternare la lettura di classici, qualcosa di moderno, cicli di avventura, saggi... e devo dire che non...

Photoblog | Ultime 3

24.12.2013 | Photoblog ¬Ľ 0 Commenti

Buon compleanno

Buon compleanno Mamma mi porta un pacchetto e la mia Paty corre sul letto ‚ô•‚ô•...
06.12.2013 | Photoblog ¬Ľ 0 Commenti

It’s Christmas time

It's Christmas time √ą arrivato Natale anche in casa Chiacchierona!!...

14.11.2013 | Photoblog ¬Ľ 0 Commenti

Jap Lunch

Jap Lunch √ą uno dei giorni pi√Ļ importanti della vita della mia cara amica e io sono una delle persone citate nei ringraziamenti e presente al pranzo ''di famiglia''. Onorata, orgogliosa e serena. Tan...

Aeroporto | Ultime 3

You, again

You, again Boeing 737 con livrea Xl.com...

Un Airbus 330 a Cagliari

Un Airbus 330 a Cagliari Direzione Antille Francesi. Un bestione parcheggiato al Finger riempie un normalissimo sabato in aeroporto a Cagliari. ...

Nuvole a batuffoli

Nuvole a batuffoli Qualche volta parcheggio lontano dalle partenze e devo percorrere un lungo tratto a piedi. .. Stamattina mentre lo facevo, ecco che il cielo mi cattura. Nuvole soffici e bianche come cotone sull...

Giornalista Chiacchierona è...


Mi chiamo Cinzia, classe 1986, alias Kisal dai primi anni dopo il 2000 e diventata Giornalista Chiacchierona in occasione dell’apertura di questo blog. Nell’ottobre del 2010 mi trasferii in Germania...
leggi tutto...

Cerca nel Blog

#gdli100libri

#libri

@i_libri_di_gi

@booksnews

@l_amore_per_i_libri

@salottodeilibri

@ifeelbook

@the_italian_reader

#Librorecensioni

#UltimiLibri

#VlahVlahVlog

Seguimi su Facebook

Argomenti

Curiosi

Se non va bene il primo amore, hai un guasto
Pubblicato martedì 31 marzo 2015 alle 09:27 . 0 commenti
Da un lato ci sono quelle coppie formate da persone con differenze d'età, di professione, di vita, che scelgono di stabilire la loro unione per godersi la vita finché non ne hanno voglia. Dall'altro ci sono coppie costituite da giovincelli identici tra loro che passano il tempo della formazione a divertirsi un po', per poi dare la notizia che finalmente sono incinti e avranno un bimbo che sarà maggiorenne quando loro non avranno ancora compiuto 40 anni, a volte neanche 35. Da che parte sta la verità? Intesa come "chi se la passa meglio?", anzi: "Chi ha preso la decisione migliore". La ventenne che ha sempre albergato in me - quando l'approssimazione della mia età era proprio quella - ha sempre pensato che le scelte scontate non fossero per forza le migliori. Schemi, imposizioni, esempi... tutti disegnini che ci hanno proposto e che era divertente scalfire, criticare, sopprimere, cancellare. La trentenne che ormai sta arrivando dice che, adesso, la migliore trasg [...]
Qualcosina su me, sul blog, i libri e i video...
Pubblicato giovedì 5 febbraio 2015 alle 00:53 . 2 commenti
Boh, sì, sono sparita. Ho lavorato come un'ossessa, mi sono fatta sotterrare dal malessere, dalla stanchezza, dal nervosismo, dalla noia, dalla furia, dai capricci, dai litigi. Ho anche avuto accanto qualcuno, che mi ha messa davanti alle mie contraddizioni e alle sue tristi imperfezioni - accostate a caratteristiche uniche, stupende e che mi mancheranno tanto da farmi mancare il fiato, molto spesso. Ho acquistato libri come la peggiore delle addicted, io che mi metto sul piedistallo e giudico tutti quelli che "quando iniziano non sanno fermarsi". Ah ah. Io invece mi fermo, eh? eeh? EEHH?!. Mah. Non so in quale specchio guardarmi, il solo fatto che mi vengano dubbi se io voglia o meno analizzare tutto mi fa ragionare sul fatto che - per quanto sembri da fuori sempre decisissima e ferma nelle mie idee - poi io, nell'intimo, non sia mai davvero immobile e convinta così, senza farmi prendere da paranoie e ripensamenti. Ho deciso di metterci la faccia, oltre che l'inchiostro. Sto [...]
Mancasse la bellezza
Pubblicato martedì 9 settembre 2014 alle 00:52 . 0 commenti
Basterebbe un litro d'acqua al giorno. Basterebbe una corsa giornaliera sotto il sole, prepotente e piena di determinazione. Basterebbe un mese di semplice testardaggine e un regime alimentare regolare. Basterebbe un abbonamento in palestra, ripagatissimo dalle infinite ore lavorate. Basterebbe¬†l'appuntamento regolare dall'estetista, massaggi rilassanti periodici, ferie regolari, ritmo di vita sano. Sono bella e lo so gi√†. Non sono l'unica a saperlo. Basterebbe curare di pi√Ļ i dettagli. Poi, per√≤, il motivo per cui non funziona diventerebbe un altro. [...]
Stanotte ci ho sognati
Pubblicato lunedì 28 luglio 2014 alle 12:03 . 0 commenti
Tutti insieme, seduti su sedie di plastica bianche, ammiravamo lo spettacolo della città che si specchiava sul mare. Non esiste un luogo come quello sognato, né c'è mai stato un momento così per me e la mia famiglia, riuniti semplicemente per ammirare uno silenzioso spettacolo. La pace dura un secondo, il cielo è squarciato da un boato e una luce. Sento le urla di un fiume di persone che fino a quel momento erano nascoste chissà dove: "un missile!". Ci alziamo tutti da quelle sedie, cade tutto per terra, le persone sono come formiche e corrono ai ripari in una direzione che anche io, istintivamente percepisco come sicura. Sento di averli abbandonati, mi rendo conto che se troverò riparo, non sarò con loro e immaginerò da lontano chissà qual disgrazie. Li ho persi in un istante, non mi sono assicurata - prima di fuggire - che avessimo tutte le nostre mani legate insieme, per vivere - o persino morire - insieme a loro. Perdo le loro tracce, raggiungo una struttu [...]
Fratelli non di sangue
Pubblicato venerdì 4 luglio 2014 alle 12:42 . 0 commenti
Non mi spiego come vadano avanti certi rapporti, tra le persone. Come è possibile che io arrivi ad andare d'accordo con persone che, appunto perché le conosco bene compresi i loro milioni di difetti, normalmente detesterei ed eviterei di lasciarle entrare nella mia vita? Non combatto per piegare i rapporti nel loro verso migliore, evito quindi a me stessa di scoprire la soddisfazione che c'è dietro la conoscenza approfondita di qualcuno. Oltre, c'è sempre solo una mezza possibilità favorevole. Non ci sono milioni di opzioni: o le cose finiscono male o finiscono bene. Quello che varia è la combinazione: inizia bene, ma finisce male; inizia bene, finisce bene; inizia male e finisce male, inizia male e finisce bene. Poi ci sono intermedi che arzigogolerebbero anche peggio la questione. La situazione non cambia, io non mi scomodo ad aspettare tanto: odio farmi le rughe da rapporti scomodi. Taglio corto e mi allontano o evito avvicinamenti. Quando sono costretta alla convi [...]
Fiori spazzati via
Pubblicato venerdì 31 gennaio 2014 alle 16:24 . 0 commenti
C'erano, una volta, un gruppo di api dentro il loro alveare. Tutte ¬†gialle e nere, quasi indistinguibili, tutte a fare lo stesso ronzio di sempre, tutte perse dietro il macchinoso e ripetitivo compito per il quale sono state messe al mondo e sistemate nel loro dorato mondo di miele. Laboriose, indubbiamente. Chi potrebbe osare scalzare qualcuna di loro da quel luogo cos√¨ pieno di risultati e frutto di fatiche? Finch√© il miele lo vogliono tutti e il regime √® oliato e ben moderato, no!, che non osa nessuno. Poi arriva un forte vento e i fiori del campo vicino perdono il loro fascinoso volto. Polline, nettare, tutto azzerato. Le api rimangono con le mani in mano, tutte con il loro fastidioso ronzio, ad assordare alberi e arbusti, popolando un mondo in cui le loro abilit√† non le riconosce pi√Ļ nessuno. Tristemente e disgraziatamente, ma la loro capacit√† di derubare i fiori per permettere la loro riproduzione e, contestualmente, di correre in alveare per produrre un [...]
Il calore delle coccole
Pubblicato lunedì 23 settembre 2013 alle 22:07 . 2 commenti
Quando ero bambina, amavo e odiavo il mio giardino. Ci stavo per ore e ore, durante il pomeriggio: giocavo con i cani, correvo in bici, immaginavo partite di pallavolo, riproducevo le puntate de "Il gioco dell'Oca" con Sabani e la Saluzzi, mi immergevo nella piscina di plastica, salivo sugli alberi. Dopo che calava la sera, tutto si tingeva di nero e diventava freddo e solitario, la strada davanti a casa - senza uscita - non mostrava alcun segno di vita, nessuno circolava per raggiungere luoghi di divertimento, non c'era un cane che avesse motivo per passare di là. La notte, uscire in giardino era sensuale e orrorifico allo stesso tempo. Ricordo che riproducevo dentro me stessa questa paura con una sensazione di freddo gelido dentro le ossa, un freddo che combattevo portando pigiamoni di flanella e calzettoni grossi e morbidi, capelli sciolti e odore di cenere e legno, che mi si imprimeva stando sempre sul bordino del caminetto della sala da pranzo del seminterrato. Q [...]
E il canto scioglierà i nodi
Pubblicato domenica 7 luglio 2013 alle 20:29 . 3 commenti
Con i consigli da arrogante e saccente so-tutto-io ho smesso. Si era intuito? O forse ho smesso solo per questo periodo, non ho idea di quanto proseguirà la fase però per il momento ho poche lezioni di vita da condividere con il prossimo, su queste pagine. Sto vivendo una fase abbastanza altalenante e, come successe quando questo luogo nacque, non ci sono divagazioni da fare perché sono concentrata in ciò che sto vivendo. Scriverei milioni di cose ma le parole non vengono fuori, ho una sorta di blocco. E io so perché. So, per certo, che non sono serena. Se apro la pagina di un nuovo post mi viene voglia solo di raccontare le mie giornate o qualcosa di importante che è successo durante una di queste. Avrei un bel post che sto sviluppando e che è dedicato ad una figura importante del mondo dell'aviazione, ma il tempo che ho non riesco a dividerlo e modularlo per concentrarmi su una stesura meritevole del pezzo. Voglio veramente realizzarlo bene e metterci tut [...]
Risveglio
Pubblicato martedì 28 maggio 2013 alle 00:36 . 3 commenti
Quanto parlare, quanto blaterare e affrontare milioni di argomenti. E' divertente fare la saccente, l'esperta, quella che vive e che sa. Che conosce le persone e che √® superpartes. Superiore a tutto, tutti: superiore ai sentimenti, alle ingenuit√† delle persone, degli altri, degli sconosciuti, degli amici. Ho appena ragionato sul fatto che nessuno sia esente dal provare certe sensazioni, neanche chi vorrebbe tremendamente non volerlo. Non volerlo perch√© il treno che si √® preso in faccia √® stato pi√Ļ forte del previsto, deleterio e doloroso. Non pensavo mi avesse fatto tanto male, non credevo mi avesse dato tanti scompensi. Solo che le ustioni di infinitesimo grado non sono dolorose: lasciano tutta la pelle scoperta e viva nuda al sole, esposta ad infezioni e rischi, ma sono cos√¨ bastarde che non ti mettono alcun allarme, le terminazioni nervose sono compromesse e cos√¨, senza dolori evidenti, continui a rischiare l'infezione. Non sapere di rischiare e buttarsi in [...]
Sconosciuta perché
Pubblicato giovedì 25 aprile 2013 alle 01:52 . 0 commenti
A volte mi sono chiesta come mai, nonostante mi sbracci con insistenza a scrivere su questo blog - con convinzione e cura, con tanto amore e passione - io non abbia mai avuto un riconoscimento notevole e oggettivo, un feedback rilevante e visibile. Poi, parlando con qualche amico e conoscente, ho riflettuto su quanto sia bello il mio stile, perché... Perché scrivo senza pensare a ciò che vuole leggere la gente: scrivo per me stessa, scrivo perché amo farlo e lo faccio esattamente come pare a me. Perché non parlo mai di politica, non mi schiero, non decido il colore della mia grafica in base ad un orientamento ben specifico. Perché non scrivo in breve, mi dilungo e viaggio dentro la mia mente senza uscirne e costringo il visitatore ad un ambiente anaerobico per tutta la durata della lettura. Perché pur scrivendo lungaggini, non bado al fatto che non dovrei appesantire troppo dedicandomi a concetti elaboratissimi e retti costantemente l'uno sull'altro. Perché so [...]
Lavoretti
Pubblicato sabato 6 aprile 2013 alle 00:11 . 0 commenti
Leggendo Dettagli di un sorriso, ho incontrato un simpatico modo per dare il nome ad un'attività illecita un po' troppo diffusa. I lavoretti. Sono tutti intorno a noi. Sono in quella mano che esce fuori da una tasca e le banconote di taglia piccola che la riempiono appaiono numerose. Sono in  un Silenzioso seduto, con il giornale in mano, senza una valigia accanto, neanche una ventiquattrore. Occhiali sul naso, silenzio e occhio vigile. Sono in un Movimentato che non si è mai visto nei paraggi e, improvvisamente, inizia a frequentare un nuovo luogo. Sono in una telefonata seguita dalla fuga fuori. L'arrivo di un conoscente e una stretta di mano. Un dare la sensazione che si siano appena sentiti e abbiano, nella bocca, qualcosa di sottinteso e innominabile. Sono nel fatto che quella mano piena appartenga a qualcuno di molto protetto e, per questo, sicuro di sé. Sono in uno sguardo pulito che cambia direzione, perché è meglio non vedere. Sono ovunque. [...]
Trasportata nel paradiso dei sensi
Pubblicato martedì 5 marzo 2013 alle 00:50 . 0 commenti
Apro il letto e mi ci infilo,o ancora coperta dalla vestagliona a pois neri ricevuta in regalo a Natale. Grazie al segnalibro, individuo il punto del libro al quale sono arrivata e inizio a scorrere gli occhi sulle righe, siamo arrivati ad un punto in cui il protagonista della scena sta riflettendo - non proprio ricca di dettagli,con azione movimentata e fiato √® corto quanto la distanza tra le varie peripezie che vengono raccontate - e io sono facile a distrarmi, non mi concentro. Vado avanti ed avanti e, pi√Ļ lascio i nervi liberi, pi√Ļ si accavallano. Ho letto a malapena una pagina intera e sento gi√† il bisogno di qualcosa che spazzi via tutto questo malessere che mi nasce dentro. E' paura, perch√© l'esito di ogni programma che mi sto prefiggendo non √® pi√Ļ tanto certo e rassicurante come succedeva tempo fa. E' cambiato qualcosa, ho meno risorse a mia disposizione, non saprei. So soltanto, con certezza, che ho bisogno di qualcosa che mi regali benessere. Penso ad una camomil [...]
Un po' di innocenza...
Pubblicato sabato 10 novembre 2012 alle 23:15 . 0 commenti
Ho in mente diecimila post che non riesco a scrivere, ho un mal di testa un po' molesto dato da una giornata di lavoro impensabile e ore di sonno non adeguatamente retribuite tra un turno e l'altro, ho un dolorino cronico al polso sinistro e la maturazione di una cistina da sforzo per i pesi che ogni giorno trasporto mentre lavoro senza preservarmi il fisico dalla prospettiva che avrò un futuro acciaccatissimo. E poi c'è un legame che, per un attimo, ho temuto stesse per polverizzarsi. Ho visto il vuoto. Abbiamo passato talmente tanti momenti insieme, tante cose divertenti e l'ho talmente coccolata e voluta bene che pensare che mi guardi con gli stessi occhi con cui guarda i nemici dai quali ho sempre cercato di proteggerla mi ha fatto gelare il sangue. Stasera mi sono svegliata in preda al subbuglio mentale dato da questi pensieri e anche da qualcos'altro. Mi rendo conto di non essere in formissima, se ho il tempo di rimanere sola con me stessa a pensare. Automaticamente [...]
Chiudere fuori dalla porta
Pubblicato domenica 28 ottobre 2012 alle 02:43 . 3 commenti
I rapporti umani portano con s√© insegnamenti sempre unici, importanti, non trascurabili. Non c'√® una singola e semplice relazione interpersonale che non abbia senso e motivo di esistere. Discorso valido anche per le pi√Ļ dolorose e apparentemente insensate; da ogni buona relazione si capisce cosa si preferisce, da ognuna di quelle cattive, si comprende ci√≤ che non si vuole, ci√≤ che non si sopporta e che si deve evitare per stare lontani dal declino. Nonostante abbia voluto chiudere le mie relazioni passate con poca grazia, non sono una persona che ama chiudere gli altri fuori dalla porta, o essere chiusa fuori senza essere interpellata e informata. Si dice spesso che ci√≤ di cui accusiamo gli altri √® uno dei nostri pi√Ļ grossi difetti e se, in questo caso, uno dei miei pi√Ļ grossi timori √® proprio essere cancellata senza spiegazioni dalla vita di una persona che fino al giorno prima √® stata mia amica, probabilmente tutto √® riconducibile al fatto che capita anche a m [...]
Onirico
Pubblicato domenica 21 ottobre 2012 alle 09:33 . 0 commenti
Gambe incrociate e seduta per terra, guardo quello scaffale tanto alto. Mi hanno sempre allontanato da lì, dicendo che c'è qualcosa che per me è pericoloso. Pericoloso per creare un domani, perché il domani - con quello che troverei là sopra - si cancellerebbe improvvisamente, la sola possibilità di averlo si annullerebbe. Sono tutti usciti, sono sola in casa, non ho ancora tolto il pigiamino e non ho voglia di stare in piedi. Mi appallottolo lì in terra e guardo la libreria, dal basso, cercando un modo per potermi arrampicare, progettando il metodo per scavalcare il confine tra le prospettive che ho e che avrei, se solo ottenessi nelle mie mani la pozione magica. L'idea che potrei vedere bianco da un momento all'altro, spegnere tutto, cancellare le possibilità, smettere con le speranze sembra improvvisamente un sollievo. Quanta poca voglia di combattere ancora. Ho cambiato posizione, nel giro di pochi minuti, già due volte. E adesso faccio per alzarmi... però non [...]
Il buio della notte che fa paura
Pubblicato venerdì 19 ottobre 2012 alle 01:54 . 2 commenti
Quando ero bambina, la notte mi faceva paura. Non per il semplice mancare della luce, c era buio, ma soprattutto non c era scampo. Ovunque, era buio. Persino in tv la fisionomia dei palinsesti era diversa. Oggi non distinguo pi√Ļ certe piccolezze, la notte √® solo una fase del giorno, ma ci sono volte che quell'orco ritorna a cercare nuove vittime. Il cuore batte forte anche se √® tutto normale, come al solito. Il fiato √® corto,ci si aspetta solo che arrivi la luce del sole,invece arriva ancora pi√Ļ angoscia. √ą quando √® tardi e non hai sonno, quando tutti trovano conforto in quel letto di oscurit√†, mentre tu cerchi uno spazio in un luogo senza tempo. Nessuno potr√† dirti che tu c eri,eri l√¨ e hai fatto qualcosa. La notte non registra nulla. Si √® semplicemente ritagli,non si √® notati. Questa √® una di quelle notti. Niente riesce a farmi addormentare... Vado a buttare tutto fuori,con il solo pensiero, e ricordo di avere fortuna,almeno oggi,perch√© potr√≤ [...]
Il calore del
Pubblicato lunedì 27 agosto 2012 alle 08:17 . 0 commenti
Nessuna responsabilità, nessuna promessa, nessun impegno. A volte ho paura di ciò che c'è lì fuori e vorrei solo poter rimettere la testa sotto le lenzuola, girarmi da un lato, guardare nel buio con le spalle coperte senza avere paura che da sotto il letto spuntino le mani dei fantasmi. Mentre albeggiava, un'oretta fa ho sentito una sensazione che mi era familiare da bambina. Non so descriverla ora, avrei dovuto premere questi tasti appena l'ho avuta, per congelarla e immobilizzarla nero su bianco, tanto è difficile ripensarci pur adesso che non è passato tanto tempo. La verità è che ho semplicemente, con il sole, riacquistato le mie vesti solite, quelle di tutti i giorni, tutti i giorni in cui combatto la mia frettolosa guerra, e non mi è concesso andare piano, pensare con calma, rilassarmi. E' una sensazione di freddo, di solitudine, di coraggio in cui la crosta di pelle esterna è gelida. Ma quel caldo di quanto ero bambina, pur durante il freddo dell'inve [...]
L'ultima cena
Pubblicato venerdì 17 agosto 2012 alle 23:48 . 0 commenti
Durante la mia ultima cena vorrei tante sedie attorno al tavolo quante sono le persone che ultimamente, sorprendentemente, sono diventate parte integrante del mio mondo. Vorrei cibi crudi freschi e caldi appena cucinati. Vorrei che per la mia ultima cena ci fossero quelle cinque persone che credono io non le sopporti, ma cui, in realtà, la convivenza cui ci siamo costretti lungo tutta la vita mi ha portato a voler un poco allontanare. Vorrei loro, alla mia ultima cena, per ridere senza pensare che ci sia un domani nel quale scambiarci, dividerci, alternarci l'unica macchina disponibile, gli ultimi soldi portati a casa, le ultime razioni di cibo... Vorrei avere la migliore collega di lavoro che abbia mai avuto e poi, tra me e lei, almeno sette sedie libere in cui i sette colleghi peggiori che mi siano capitati potrebbero sedersi, ma non è permesso loro avvicinarsi. Vorrei questo per poter comunicare con la benaccetta collega pur a otto sedie di distanza senza problemi d [...]
Ho tutto
Pubblicato sabato 11 agosto 2012 alle 11:04 . 0 commenti
Non scherzava, quando mi ha detto che se penso di trovare qualcosa di meglio sicuramente troverei tanto, tantissimo... improbabile, però, che tutto ciò sia meglio. Aveva ragione. Gliene parlerò anche di questa ricerca, di questa prova. Siamo amici per questo. Anche se ho vicino delle belle persone, la mia voglia di interagire e conoscere qualcuno di nuovo mi porta a imbattermi in persone che non è scontato siano positive: durante una ricerca, si deve sempre ricordare che si può scavare in un luogo sotto la cui superficie si nasconde il letame. Non mi piace vivere in modo piatto, sono sempre alla ricerca, ma poi le mie aspettative non sono consone a ciò che trovo, e mi ricordo sempre troppo spesso che mi aspetto sempre qualcosa che sono certa mi verrà data da chi amo, non da chi non conosco. Ho un atteggiamento fortemente ingenuo per questo mondo troppo bruciato, ustionato ad un punto che io ho già potuto vedere e conoscere, ma al quale la mia mente non si adat [...]
La legge di Murphy
Pubblicato lunedì 5 marzo 2012 alle 02:06 . 4 commenti
La Legge di Murphy √® un insieme di detti popolari nella cultura occidentale, a carattere ironico e caricaturale. Si possono idealmente riassumere nel primo assioma, che √® in realt√† la "Legge di Murphy" vera e propria, che ha dato il titolo a tutto il pensiero "murphologico": ¬ę Se qualcosa pu√≤ andar male, lo far√†. ¬Ľ Tratto da Wikipedia So che vi ricordate quel giorno in cui parlai di un incontro sfavillante e assolutamente indimenticabile per me, intitolai Match l'articolo, e inserii la foto della mia cagnolina - appena adottata - come copertina. Dicevo che dovevo rivederlo, che se avessi avuto una seconda occasione nella vita per riacciuffarlo ne avrei approfittato e avrei fatto di tutto per avere un modo di contattarlo regolarmente. Pensavo, con convinzione, che era una persona da non perdere. Perch√© nel nostro trovarci, conoscerci e scoprirci, √® stato del tutto naturale ammettere a noi stessi e anche all'altro, spontaneamente e senza pudori, quanto fosse piacevole [...]
Propositi per il nuovo anno #2
Pubblicato lunedì 2 gennaio 2012 alle 19:13 . 5 commenti
 Buonasera... dopo un post festoso e serenissimo, come c'era da aspettarsi, ecco una pubblicazione meno sfavillante e ottimista. C'è che, nella vita, ci sono alti e bassi e l'inizio anno, per me, è coinciso con una riflessione un po' difficile sui rapporti che ho con le persone. Cosa voglio? Chi voglio accanto? Cosa preferisco dare e ricevere? C'è una girandola di persone che mi ruota attorno e, dopo un'ubriacatura generale di conoscenze e porte aperte, mi è saltata in mente una riflessione: voglio selezionare le persone che potranno avvicinarsi a me, d'ora in poi, e scegliere se far oltrepassare loro un certo limite o lasciarle rigorosamente fuori, pur concedendo loro la mia disponibile e simpatica presenza. Perché mi sento un po' "giocata" ultimamente... faccio e disfo, ma mi ritrovo - alla fine della fiera - con un paurosa voragine davanti. La mia iperattività è sintomo di qualcosa di strano, lo so da tempo, sapevo anche anche un giorno ci avrei fatto i seri c [...]
Libri e vita
Pubblicato giovedì 1 dicembre 2011 alle 11:09 . 5 commenti
Strani parallelismi... Ieri mattina, poco dopo la fine del turno di lavoro, sono entrata in libreria e - complice una chiacchiera con la commessa mia amica - mi sono trattenuta sino a decidere di acquistare un libro di cui avevo sentito parlare qualche tempo fa. E poi? Chiara lo sa... Chiara Ibba. Aveva compiuto 18 anni il 23 giugno 2008 e, quel 24 ottobre 2008, la sua vita è finita a causa di un tragico incidente. Ricordo quel periodo, ricordo la notizia che circolò nei giornali e nelle tv, ricordo quanto fu agghiacciante sentir parlare di quella ragazzina morta volando fuori dal lunotto posteriore, esploso durante il testa coda della macchina sulla quale viaggiava con altri due ragazzi suoi coetanei, e della sua rovinosa caduta... passando tra strada e guard rail, per finire oltre il cavalcavia; un volo di quasi tre metri, poi, la fine. Suo padre, Giampietro Ibba, medico presso un ospedale di Cagliari, quello in cui si è recato con la moglie Betti dopo aver appre [...]
Piccoli pruriti... e grandi irritazioni (aka Donne di oggi*)
Pubblicato venerdì 11 novembre 2011 alle 10:55 . 3 commenti
Sono lapidaria, in questo periodo, sono in quella fase in cui - a parole - non perdono niente a nessuno. Ieri pomeriggio mi è capitata una chiacchierata con una persona che mi confidava una questione che l'ha perplessa non poco e, chiamata in causa, ho espresso il mio parere. Tutto girava attorno al fatto che tale persona ha iniziato una frequentazione piacevole con un'altra persona e la cosa pare sia nata spontaneamente, in modo delicato e in sordina finché, ad un certo punto, quest'altra persona ha informato la mia conoscente che "Magari stiamo andando troppo in fretta...". La mia conoscente si è un po' stranita. Sia per l'affermazione in sé che per il fatto che, tale informazione, l'ha ricevuta con un mezzo poco "diretto". Mediante tecnologia, insomma. E, così - tre donne - ci chiedevamo: ma dove sono gli uomini decisi? che sanno ciò che vogliono? che hanno ciò che vogliono? che vogliono ciò che hanno?! Ecco, appunto, che non si spaventano davanti ad una relaz [...]
I've got a dream
Pubblicato domenica 6 novembre 2011 alle 07:48 . 5 commenti
Svegliata da poco. Da ieri sera, il cd con i divx del mio telefilm preferito stava ancora girando nel lettore... episodio dopo episodio, a cullare il mio sonno, per tutta la notte. Ho sfogliato Vanity Fair, preparato il caffellatte, l'ho bevuto. Io che per seguire l'istinto di ogni singolo momento tendo a non organizzare mai niente di certo con nessuno, ho sentito la necessit√† nuova e immediata di fare un qualcosa che, come sempre, so - nel momento in cui lo desidero - essere la risposta all'inquietudine che vive dentro di me. Oggi ho desiderato vivere in mezzo alla campagna, in mezzo al verde, in una casa sufficientemente vicina ai collegamenti pi√Ļ importanti, ma distante abbastanza per essere spaziosa e isolata a mio piacimento. Una casa circondata da almeno tre lati di giardino, una casa che - guardando dalla mia prospettiva -¬†non copra nemmeno un centimetro di cielo, una casa dove si possa montare un tavolino all'aperto per cenare nelle tiepide sere primaverili e le [...]
Uomini di oggi
Pubblicato mercoledì 26 ottobre 2011 alle 02:31 . 13 commenti
Maschietti, questa premessa è per voi: stavolta generalizzerò, ma con l'intento di sbagliarmi, dispostissima a trovare quello che non corrisponde alla miriade di luoghi comuni che sto per riversare su questa pagina e prendermi una smerdata colossale in piena regola, predisposta a farmi rispondere a tono a chiunque possa argomentare in modo valido contro questo post un pochetto polemico nei confronti del genere ìks-ìpsilon. Io non so come funzionasse prima, o se le cose sono sempre state così, ma ci sono donne che narrano l'esistenza di uomini spavaldi e coraggiosi, temerari, impavidi, decisi, determinati, forti, imperturbabili... per caso li hanno terminati negli scaffali del supermercato e si sono dimenticati di riordinarli? No, perché io di uomini così, ai tempi di oggi, non ne vedo. Mi capita il tipo che "è chiaro sia per te che per me che un'attrazione fisica furente c'è, e perché negarla", e che sta al gioco finché non sa se tu ci vuoi stare senza discutere o se [...]
Cinzia e l'amore
Pubblicato venerdì 14 ottobre 2011 alle 16:00 . 0 commenti
Se provo minimamente ad immaginare la mia figura accanto a quella di un altro uomo, non ce la posso fare. Accanto. Nel senso puro del termine. Nel senso di avere una vera relazione con un'altra persona, dopo Lui. Non faccio questi ragionamenti perché sto valutando veramente qualcuno, ma perché a volte sbatto contro coppiette che mi si parano davanti e non so cosa pensare, ma ho perennemente la sensazione di lontananza da quell'universo, come se esserci stata dentro fino a due mesi fa fosse un remotissimo ricordo. Non rinnego, non invidio, non è che ci pensi poi tanto, ma oggi - come qualche giorno fa - mi è balenato in mente di mettere nero su bianco finalmente la questione... e poi, oggi ho il tempo libero per farlo, a dir la verità :D Seduta su di un muretto che c'è sul lungomare, questo pomeriggio, prendevo fiato tra una pattinata e l'altra, mi sono voltata e ho visto, dentro una macchina, una coppia che giocava a strapparsi di mano le chiavi della macchina, o un c [...]
Gelosia?
Pubblicato domenica 9 ottobre 2011 alle 21:24 . 5 commenti
Per tanti anni, quando ero bambina e anche da ragazzina, ogni volta che rientravo a casa da scuola o dalle altre (poche, a dir la verit√†) attivit√† cui mi dedicavo, parlavo con mia madre di ci√≤ che mi capitava fuori. Spiattellavo con lei, sulla tavola, per l'intero pomeriggio tutte le perplessit√† che mi appesantivano la giornata e molto spesso mi chiedevo il perch√© dell'ostilit√† delle persone. Lei aveva sempre una risposta pronta, la solita: "Sono gelose di te!". Nella mia stupendissima incoscienza e ingenuit√† non potevo pensarci, anzi, non potevo proprio crederci! Giuro :D Mia madre ci avr√† perso anni dietro quella fine opera di convincimento che prevedeva il farmi capire perch√© mai qualcuna dovesse essere gelosa di me: senza fidanzato, goffa, poco carina e attraente, poco divertente, poco vissuta, senza niente da raccontare, senza grosse libert√† e poco aggiornata su tutto e tutti. Cosa? Cosa diavolo poteva rendermi mira delle gelosie di una coetanea (o pi√Ļ, o [...]
Apatia del sabato sera
Pubblicato sabato 24 settembre 2011 alle 21:48 . 2 commenti
Stasera non gira al massimo. Ho un'apatia che mi sta rosicchiando le mani sin dal momento in cui mi sono svegliata stasera... Terza mattina consecutiva in cui mi alzo alle 3:00 nonché penultima, che lunedì e martedì mi hanno switchato dalla mattina alla sera perché un collega sta tirando pacchi due giorni sì e uno no. E, niente, sono un po' infastidita. Il fatto è che sono due giorni che va piatta, che non ci sono elementi frizzanti che mi terrebbero costantemente in tiro e sto sentendo il peso della noia... E' una fase in cui, se non c'è qualcosa da fare in ogni momento, se non mi mantengo in iperattività sono perduta. Al momento sono combattuta tra il passare una serata all'insegna di Twin Peaks, Dawson's Creek o scaricare l'episodio di un qualsiasi telefilm nuovo e vedere se nasce un nuovo amore. Mi sa che opto per la continuazione di Sex and the City, che è sempre una garanzia! [...]
Se la mente non gode, il corpo non risponde
Pubblicato venerdì 23 settembre 2011 alle 00:48 . 2 commenti
Stasera ho condiviso un link su facebook che mi è parso uno spunto molto interessante: "Il primo piacere è mentale e di seguito, quello fisico... se la mente non gode, il corpo non risponde". Avrei interessanti e utili aneddoti per spiegare che questa frase è verissima, tristemente e felicemente reale. Siccome è tardissimo e domani ho la sveglia alle 3:00 non posso fare la mia solita e lunghissima riflessione, facciamo il percorso al contrario: propongo che la riflessione la facciate voi nei commenti, poi io continuo la chiacchierata insieme, sempre qui sotto... Che ne dite? (Non fate le timide, so che è un argomento con cui abbiamo avuto a che fare tutte noi - nel bene ma soprattutto nel male - care amiche... vi aspetto!) Buonanotte! [...]
Il senso del tradimento
Pubblicato giovedì 22 settembre 2011 alle 22:14 . 3 commenti
Perché una persona tradisce? Che senso ha? Che utilità ha? Stamattina parlavo con un collega a proposito di questo argomento, ma non come semplice tema di conversazione, c'era un che di autobiografico (per lui)... il discorso si è protratto per un po' perché ero curiosa stile scimmia e a me i pettegolezzi fanno sempre molta gola, quindi insistevo per capire chi fosse la donna misteriosa con cui ha imbastito una relazione clandestina. Per lei. Perché lui è parzialmente scremato libero. Ad ogni modo, dopo che mi ha messo il tarlo nell'orecchio e dopo averlo tormentato una buona mezzora perché sganciasse qualche dettaglio, ho smesso di essere pedante ma mi è cresciuta una pianticella in testa, una domanda: "Perché. Soprattutto lei, perché lo fa?". Non mi ha dato una risposta, non c'è risposta che possa darmi lui, perché in effetti la sua posizione da amante non è scomoda o in qualche modo compromessa. Lui si limita ad inserirsi in un contesto matrimoniale che ha evid [...]
11 settembre 2001, dov'ero?
Pubblicato domenica 11 settembre 2011 alle 19:43 . 0 commenti
Inauguro l'intervento di Photoshop per la realizzazione delle fotografie dei post, per mostrarvi in pochissime parole ciò che facevo l'undici settembre di dieci anni fa. Pomeriggio. Io seduta nel tavolo di casa mia, quaderni e quadernetti. Smaniavo per i telefilm e scrivevo appuntini per i miei siti web a tema telefilmico. Guardavo una puntata di Sabrina Vita da Strega, che non avevo mai seguito con troppo interesse, e ad un certo punto tutto d'interrompe, lasciandomi un adrenalinico stupore nel momento in cui è sbucato il bollino "Edizione Straordinaria" sullo schermo. E poi, il terrore. Le riprese, in leggerissima differita, dello schianto di un aereo su una delle torri di New York. Il pensiero che fosse un incidente. Il pensiero che un incidente così è assurdo e agghiacciante. Un aereo che, quatto quatto, poco dopo - stavolta in diretta vera e propria - arriva a sventrare la seconda torre. Un aereo che mette la firma sotto una dichiarazione di guerra. Non ho [...]
Scrittrice interrotta
Pubblicato giovedì 25 agosto 2011 alle 22:18 . 3 commenti
La fonte di ispirazione per esprimere la propria arte √® l'amore, anche qualora non fosse il soggetto dell'espressione artistica. Ridimensionare la vita in seguito ad uno scossone affettivo tanto importante non √® semplice... e sono giorni e settimane che sono diventata incostante nello scrivere. Sto mancando, non sono presente, sono presa da altro. Ho un blocco. Non so di cosa parlare ma la cosa pi√Ļ particolare non √® questa - la mia vita oggi √® completamente inserita nel contesto lavorativo al bar dell'aeroporto - il fatto √® che non trovo proprio le parole... non sento dentro di me la necessit√† giornaliera di analizzare un concetto, non ho quei momenti nella giornata tipici da blogger, in cui penso "Oddio, 'sta cosa la scrivo nel blog!!" come mi capitava spesso tempo fa e come capita a tantissimi altri autori di blog... L'Amore si √® affievolito, si √® stabilizzato nella posizione di affetto, si √® fermato l√¨... e tutto il resto √® il rumore della mia vita che deve r [...]
Pattinatrice solitaria
Pubblicato mercoledì 8 giugno 2011 alle 18:52 . 1 commento
[imagebrowser id=6] Dopo un inverno passato lontano da casa mia. Dopo esser scappata a lungo, per ben due volte, e dopo che mi rendo conto che - in fondo - "scappare" d√† una bella sensazione ma non √® ci√≤ che voglio fare per sempre... ...dopo anche l'ennesima porta sbattuta in faccia. Dopo tutto amo casa mia... dopo tutto, amo infinitamente la mia citt√†. Dopo tutto viaggiare √® fantastico ma ritornare indietro dopo averne visto di tanti colori √® ancora pi√Ļ immenso. Nella sporca e semplice spiaggia dove so sentirmi sola sotto il sole... unica su quella distesa. Sola sotto i miei occhi, davanti a quella sella, oggetto del mito che coinvolge anche il diavolo. Ieri sera ho preso la macchina fotografica e sono partita in direzione del lungomare. Il cielo un po' chiaro e un po' scuro, nulolette e qualche folata di vento. Spiaggia, come prevedibile, quasi vuota. Ho catturato, come mio solito, tutti quegli angolini tralasciati e trascurati dall'occhio di tan [...]
Pubblicato sabato 26 marzo 2011 alle 15:45 . 4 commenti
Un rasta-munito passa davanti agli sportelli chiusi della vendita biglietti. La ragazza di colore, con i collant neri, scaldamuscoli e felpa bianchi, scarpe di ogni colore accavalla le gambe ogni dieci secondi in modo diverso. Sbattendo la schiena sul retro della panchina di plastica lunga quasi dieci metri. Poi si alza, va oltre. Scompare. Uno skate appare dalla direzione delle scale mobili. Due scarpe, un jeans, una felpa azzurra e dei rasta castano chiaro sovrastano quelle quattro rotelle celesti. Tre scritte rosse sui tabelloni alla vendita biglietti concludono il loro messaggio con il werbung del sito della sweiz-banhof. Un modello di aereo color arancio e nero sovrasta l'ultimo metro quadrato prima di accedere alle rampe mobili e, a destra, cinque cabine telefoniche immobili chiuse da vetri decorati del logo swisscom. Gli ultimi treni in transito della giornata fanno vibrare il pavimento nella stazione centrale, presto sarà tardi per sentire ancora questo rumore di vita desta. [...]

Giornalista Chiacchierona è un blog personale scritto da Cinzia Corda ed è stato aperto il 21 febbraio 2011.
Questo sito/blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001