Giornalista Chiacchierona » Qualcosina su me, sul blog, i libri e i video…

Ultimi Commenti Inseriti

Uomini di oggi #2
Cinzia ha scritto un commento.
"LOL 😀 Quanto prendersela a cuore e quanto scegliere un luogo inadatto a fare repliche..." [Leggi tutto]
Uomini di oggi #2
Il DUCA ha scritto un commento.
"Che ridere questa idiot-phone generation.. ma è chiaro e lampante le motivazioni di..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
IL DUCA ha scritto un commento.
"Da sempre gli uomini devono “conquistare” la..." [Leggi tutto]
Il brutto di essere belli
Giornalista Chiacchierona ha scritto un commento.
"🙂 C’era dell’ironia moooolto al femminile, che lei..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Giornalista Chiacchierona ha scritto un commento.
"Sempre disponibile al confronto,..." [Leggi tutto]
Il brutto di essere belli
Adam ha scritto un commento.
"altra cazzata di articolo.. perchè? ne ho le prove! anche dinanzi ad uno bellissimo,..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Adam ha scritto un commento.
"Esimia Giornalista chiaccherona, Senza scadere nello..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Adam ha scritto un commento.
"Alle donne che dicono non ci sono più gli uomini di..." [Leggi tutto]

Ultime 5 Pubblicazioni

24.05.2015 | Serena » 0 Commenti

La mia finta gabbia di solitudine

La mia finta gabbia di solitudineDovremmo avere sempre tutte le possibilità, così da essere coscienti del fatto che ciò che abbiamo è esattamente quello che vogliamo per noi. Quando non potevo prendere la patente ed era scons...
31.03.2015 | Pensierosa » 0 Commenti

Se non va bene il primo amore, hai un guasto

Se non va bene il primo amore, hai un guastoDa un lato ci sono quelle coppie formate da persone con differenze d'età, di professione, di vita, che scelgono di stabilire la loro unione per godersi la vita finché non ne hanno voglia. Dall'a...
25.03.2015 | Guerriera » 0 Commenti

Non piaccio alle donne

Non piaccio alle donneNon le piaccio. Non è la prima incapace di sopportarmi. Ho speso gli anni migliori della mia vita a cercare di indovinare il perché di questo fatto e, mentre mia madre cercava di inculcarmi il "...
15.03.2015 | Serena » 0 Commenti

La solitudine dei noti volti sorridenti

La solitudine dei noti volti sorridentiSpero che il titolo possieda quella tetra e inquietante aria cantilenante de "L'alba dei morti viventi", seppur composto da parole che, prese singolarmente, hanno un significato positivo. Sono gior...
11.02.2015 | Blog » 0 Commenti

4 anni | Ohmiodddio.

4 anni | Ohmiodddio.Stavo organizzando in pompa magna un giveaway per questo quarto compleanno del blog, ma seguo sempre i miei umori ballerini e - all'ultimo momento - ho deciso che no. Mi pare una paraculata, una co...
Argomenti: , ,

Blog | Ultime 3

24.05.2015 | Serena » 0 Commenti

La mia finta gabbia di solitudine

La mia finta gabbia di solitudineDovremmo avere sempre tutte le possibilità, così da essere coscienti del fatto che ciò che abbiamo è esattamente quello che vogliamo per noi. Quando non potevo prendere la patente ed era scons...
31.03.2015 | Pensierosa » 0 Commenti

Se non va bene il primo amore, hai un guasto

Se non va bene il primo amore, hai un guastoDa un lato ci sono quelle coppie formate da persone con differenze d'età, di professione, di vita, che scelgono di stabilire la loro unione per godersi la vita finché non ne hanno voglia. Dall'a...
25.03.2015 | Guerriera » 0 Commenti

Non piaccio alle donne

Non piaccio alle donneNon le piaccio. Non è la prima incapace di sopportarmi. Ho speso gli anni migliori della mia vita a cercare di indovinare il perché di questo fatto e, mentre mia madre cercava di inculcarmi il "...

Rubriche | Ultime 3

Quel che mi hai dato

Quel che mi hai datoNon importa quanti stronzi traditori io abbia incontrato, non sapevo che sarebbe bastata una sola persona che mi volesse bene per curare tutte le voragini che avevo dentro. Ne basta uno. Che v...
07.02.2015 | Punti di Vista » 0 Commenti

#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! – Al di là del Buco

#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! – Al di là del Buco#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! – Al di là del Buco. Sta per uscire il film, al cinema, e la polemica sulle #50sfumature si sta accendendo di nuov...
07.01.2015 | Videopost » 0 Commenti

Il mio secondo Natale con la Voice Power

Il mio secondo Natale con la Voice Power L'anno scorso è stato il turno di Shake Up Christmas, quest'anno invece gli insegnanti della scuola Voice Power hanno scelto Do they know it's Christmas. Il video della canzone di Natale del 201...

Bacheca | Ultime 3

#librorecensione video: L’uomo in fuga, di Richard Bachman

Ho deciso di dare una mossa al canale Youtube, registrando videorecensioni dei libri appena letti, è il turno de L'uomo in fuga, scritto da Richard Bachman - pseudonimo di Stephen King. Buona visi...

Cecità – Jose Saramago [Lettura Collettiva @Bibliophili]

Cecità - Jose Saramago [Lettura Collettiva @Bibliophili]Gruppo Bibliophili | Evento Cecità |@Biblio_philia su Instagram | Hashtag #laletturanonèsolitudine Lettura di Dicembre/Gennaio: La fattoria degli animali Breve Introduzione: su Facebook esiste ...

Il libro è sempre meglio del film?

Il libro è sempre meglio del film?Leggere, per scoprire che alcune storie che si amano tanto sono solo frutto della fantasia di un regista, non dell'autore dell'Omonimo racconto. Il libro è sempre meglio del film? Nel caso di Rapp...

Libreria | Ultime 3

Propositi di lettura – Dicembre 2014

Propositi di lettura - Dicembre 2014Punto della situazione sui propositi dell'ultimo mese in cui avevo scritto in questa rubrica - aprile 2014 Finire di leggere Rose Madder, di Stephen King; [NO] Finire di leggere Il più grande u...
18.12.2014 | Lettura Collettiva » 0 Commenti

#gdli100libri – I 100 libri di Dorfles [Gruppo di Lettura]

#gdli100libri - I 100 libri di Dorfles [Gruppo di Lettura]Iniziativa di: Ifeelbook Piattaforma di origine: Instagram Durata: variabile Missione: leggere i 100 libri che Dorfles indica come quelli che un vero lettore non può far mancare nel suo "repertor...

Propositi lettura per il 2015

Propositi lettura per il 2015Bilancio dei propositi 2014 | Post Originale Alternanza di generi: la mia intenzione era di alternare la lettura di classici, qualcosa di moderno, cicli di avventura, saggi... e devo dire che non...

Photoblog | Ultime 3

24.12.2013 | Photoblog » 0 Commenti

Buon compleanno

Buon compleanno Mamma mi porta un pacchetto e la mia Paty corre sul letto ♥♥...
06.12.2013 | Photoblog » 0 Commenti

It’s Christmas time

It's Christmas time È arrivato Natale anche in casa Chiacchierona!!...

14.11.2013 | Photoblog » 0 Commenti

Jap Lunch

Jap Lunch È uno dei giorni più importanti della vita della mia cara amica e io sono una delle persone citate nei ringraziamenti e presente al pranzo ''di famiglia''. Onorata, orgogliosa e serena. Tan...

Aeroporto | Ultime 3

You, again

You, again Boeing 737 con livrea Xl.com...

Un Airbus 330 a Cagliari

Un Airbus 330 a Cagliari Direzione Antille Francesi. Un bestione parcheggiato al Finger riempie un normalissimo sabato in aeroporto a Cagliari. ...

Nuvole a batuffoli

Nuvole a batuffoli Qualche volta parcheggio lontano dalle partenze e devo percorrere un lungo tratto a piedi. .. Stamattina mentre lo facevo, ecco che il cielo mi cattura. Nuvole soffici e bianche come cotone sull...

Giornalista Chiacchierona è...


Mi chiamo Cinzia, classe 1986, alias Kisal dai primi anni dopo il 2000 e diventata Giornalista Chiacchierona in occasione dell’apertura di questo blog. Nell’ottobre del 2010 mi trasferii in Germania...
leggi tutto...

Cerca nel Blog

#gdli100libri

#libri

@i_libri_di_gi

@booksnews

@l_amore_per_i_libri

@salottodeilibri

@ifeelbook

@the_italian_reader

#Librorecensioni

#UltimiLibri

#VlahVlahVlog

Seguimi su Facebook

Argomenti

Curiosi

001Boh, sì, sono sparita.

Ho lavorato come un’ossessa, mi sono fatta sotterrare dal malessere, dalla stanchezza, dal nervosismo, dalla noia, dalla furia, dai capricci, dai litigi.

Ho anche avuto accanto qualcuno, che mi ha messa davanti alle mie contraddizioni e alle sue tristi imperfezioni – accostate a caratteristiche uniche, stupende e che mi mancheranno tanto da farmi mancare il fiato, molto spesso.

Ho acquistato libri come la peggiore delle addicted, io che mi metto sul piedistallo e giudico tutti quelli che “quando iniziano non sanno fermarsi”. Ah ah. Io invece mi fermo, eh? eeh? EEHH?!.

005Mah. Non so in quale specchio guardarmi, il solo fatto che mi vengano dubbi se io voglia o meno analizzare tutto mi fa ragionare sul fatto che – per quanto sembri da fuori sempre decisissima e ferma nelle mie idee – poi io, nell’intimo, non sia mai davvero immobile e convinta così, senza farmi prendere da paranoie e ripensamenti.

Ho deciso di metterci la faccia, oltre che l’inchiostro.

Sto facendo video a perdifiato, ho archiviato la mia attività di scrittrice a tempo (quasi) pieno [sì, come se non mangiassi grazie al lavoro al bar ma mi mantenessi di blog, amore e fantasia. LOL.] e ho smesso di dire tutti i cazzi che penso. Così, senza un perché, adesso ne ho meno voglia di prima. I cazzi miei li ritrovo nella lettura e, attraverso le recensioni, comunque espongo le mie idee solo quando incontrano il trampolino che mi tende il libro in lettura del momento.

Pensavo, addirittura, di farci un video per spiegare questo mio cambio di atteggiamento nei confronti del blog… ma vi ho già stracciato i maroni abbastanza con i vari post dove cerco di capire peeeerché ho un così tetro blocco dello scrittore.

Bah, è che prima mi sembrava utile e piacevole dire la mia opinione sui vari argomenti del mondo dicendo, a pieni polmoni “Io penso questo e questo, riguardo questo argomento”, anche se nessuno me l’aveva mai chiesto.

Non che oggi mi ponga questo problema, a chi cazzo importa di cosa penso de “L’uomo in fuga” di Richard Bachman?!, infatti?

E’ che ora la vita di tutti i giorni non mi ispira più come prima, quel che per me è ispirazionale – ai fini dell’espressione di una mia idea – sono le storie inventate dei libri, raccontate da qualcuno che ha facoltà e capacità narrative migliori delle mie. Più complete.

003Ho fatto, come mio solito, tanti passi in direzione di questa mia nuova attività, che intervallo al lavoro che mi permette di mantenere il mio appartamento e i costi della mia vita.

Il lavoro.

L’ho guardato in cagnesco per mesi, sentendomi bistrattata e sfruttata, usata, masticata e sputata via quando ho iniziato a soffrire e gridare chiedendo aiuto.

Ho dovuto assumere un atteggiamento scontroso e scorretto, sbagliato, odioso, controproducente – soprattutto – per far capire che stavo uscendo fuori dalla carreggiata in modo seriamente preoccupante.

Ho dovuto avere un po’ di tempo per staccare la spina, poter leggere al ritmo che desidererei poter tenere sempre, e imbattermi ne “Il richiamo della foresta” per leggere una realtà che mi ha colpita e annientata in un botto solo.

Ero stanca.

Ma non perché mi fossi sfiancata per 20 ore consecutive in un giorno di lavoro straordinario: non avevo ancora avuto occasione di staccare veramente la spina sin dall’estate, che è stata devastante e alienante.

Lavoravo anche 11 ore di seguito ogni giorno, senza momenti di pausa, con la clientela che non accennava mai a fermarsi o a calare come mole. Da fine mattinata sino alle dieci di sera, non pranzavo decentemente e neanche cenavo. Fuori di casa alle undici, con la colazione ancora in corpo e in casa alle undici di notte, con un tramezzino smozzicato e un panino mangiato in tre minuti scarsi perché in cassa non poteva sostituirmi nessuno ed ero l’unica anziana in turno. Non parliamo dell’andare in bagno. Se mi allontanavo, dovevo rientrare in tempo record, e la gente in fila alla cassa mi guardava anche scocciata facendomi sentire in colpa o facendomi vergognare di non aver neanche potuto riservarmi il prima e dopo del bagno in totale privacy.

E’ finita l’estate e, quando pensavo che avrei potuto iniziare a fare i pasti in ritmi decenti, mi hanno chiesto di lavorare in ristorante. Chiesto. Mi hanno detto “da domani va così”. Avanti e indietro tutto il giorno, manco il tempo di lavare e stirare la divisa e passare un po’ di tempo per calmare i nervi e non dover pensare al lavoro.

Mi sono sentita tradita e usata. Avevo bisogno di calmarmi un po’ e sono stata l’unica a cui hanno chiesto di sputare sangue, solo perché gli altri si erano premuniti di dire no alle richieste anche minori.

Nessuna gratifica per l’impegno dimostrato, piuttosto hanno capito solo che ero l’unica disponibile a spaccarsi la schiena. Brutta cosa da far capire a qualcuno che non sa regolarsi.

Ho scalciato, ma non potevo ancora fermarmi.

Poi ho iniziato a ritornare indietro, ma sempre nella furia più totale. In turno da sola, tutta la sera, con clienti scalcianti cui poco importa se hai pisciato nelle ultime due ore e se ti è venuta la cagarella mentre stai facendo scontrino-caffe-scontrino-caffe-scontrino-cappuccino.

Come fai? Come cazzo resisti? Gridi, è l’unico.

Mi hanno spedita in ferie e ho notato di avere una trave nell’occhio, cazzo. Ma la pagliuzza che vedevo lì davanti?

004Ho resettato anche qui.

Boh, mi sento come se non fosse tutto qui, ma allo stesso tempo devo stare ferma, in questo preciso momento.

C’è un freddo cane e accanto alla scrivania, dove monto video e scrivo post o guardo i canali di youtubers geniali, ho messo la stufetta. Che tanto il caldo non cade del cielo.

Sto divorando libri su libri perché in fondo sono ritornata indietro al momento in cui, ancora non possedevo niente, e scelsi “Brilla una stella” alla Feltrinelli delle Vele e pensai “ma che bello sarebbe poter sempre comprare qualche libro e costruire una biblioteca personale, dove avventurarmi per scegliere sempre qualcosa di nuovo e misterioso da leggere e conoscere”.

002Questo mi ricorda che io posso tutto, sono capace di fare tanto, mettere in piedi e disgregare.

E non è sempre un bene, disgregare, è vero. Però se succede è perché la mia natura mi ci invita, mi ricorda sempre che io – qualsiasi cosa avvenga – ho il paraocchi che mi fa vedere solo avanti e mai al lato, neanche indietro.

Fa schifo, a leggermi.

Disegno e invento pannelli per fare da sfondo a video che mi vengono in mente anche mentre dormo, perché nel letto partorisco idee e pensieri, mica ci dormo e basta.

006E non so cosa altro dire…

In qualche modo ho raccontato cosa sono stati questi ultimi mesi, per me, e cosa mi aspetta nei prossimi.

Notavo che all’inizio dell’anno leggo come una forsennata – e sticazzi?! – ma quest’anno vorrei invece essere più costante, senza pause, se posso corro, ma se riesco vado comunque a tenermi in una media sotto la quale non scendere.

Sono un’egoista di merda. Posso pensare ai libri mentre la vita, forse, è del tutto un’altra cosa?

Scritto da kisal | Pubblicato in Pensierosa » Letto 1.333 volte » Pubblicato giovedì 05 febbraio 2015 alle 00:53

Argomenti: , , , , ,

INSERISCI COMMENTO | LEGGI COMMENTI


Post precedente:
Post Sucessivo:

Ti potrebbero interessare anche...

    route_66_v2
    Seconde occasioni

    Tre anni fa ricevetti una telefonata, dallo stesso interlocutore che oggi mi ha comunicato l'inizio di un cambiamento importante, che mi proponeva il lavoro che...

    Pubblicato il: 19 settembre 2014
    Commenti: 2

    nonsolodue-claudiadelillo
    Vita altalenante

    La vita è strana, ormai non ci si può più fidare di come va: oggi sei su e domani giù, ma non temere, magari domani risali senza preavviso. Così è, se ti...

    Pubblicato il: 25 luglio 2011
    Commenti: 0

    mare
    La mia finta gabbia di solitudine

    Dovremmo avere sempre tutte le possibilità, così da essere coscienti del fatto che ciò che abbiamo è esattamente quello che vogliamo per noi. Quando non...

    Pubblicato il: 24 maggio 2015
    Commenti: 0

    Nora
    La solitudine dei noti volti sorridenti

    Spero che il titolo possieda quella tetra e inquietante aria cantilenante de "L'alba dei morti viventi", seppur composto da parole che, prese singolarmente, hanno un...

    Pubblicato il: 15 marzo 2015
    Commenti: 0

Le nostre chiacchiere in proposito...

Scritto da Angelo.G » 5 febbraio 2015 alle 08:39

“Sto facendo video a perdifiato”
Aiuto! 🙂
Vacci piano con le letture, che poi stai male.

[Rispondi]

kisal ha risposto » febbraio 5th, 2015 alle 14:24

Mi sto godendo le ferie.
Quando riprenderò a lavorare scriverò meno di un post ogni tre mesi e riuscirò a leggere a malapena un libro al mese.
Se avessi questi piani a tempo indeterminato mi preoccuperei anche io per me stessa, o forse no 😛

[Rispondi]

Commenta l'articolo


Giornalista Chiacchierona è un blog personale scritto da Cinzia Corda ed è stato aperto il 21 febbraio 2011.
Questo sito/blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001