Giornalista Chiacchierona » Robocop – Vivo o morto, tu verrai con me

Ultimi Commenti Inseriti

Uomini di oggi #2
Cinzia ha scritto un commento.
"LOL 😀 Quanto prendersela a cuore e quanto scegliere un luogo inadatto a fare repliche..." [Leggi tutto]
Uomini di oggi #2
Il DUCA ha scritto un commento.
"Che ridere questa idiot-phone generation.. ma è chiaro e lampante le motivazioni di..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
IL DUCA ha scritto un commento.
"Da sempre gli uomini devono “conquistare” la..." [Leggi tutto]
Il brutto di essere belli
Giornalista Chiacchierona ha scritto un commento.
"🙂 C’era dell’ironia moooolto al femminile, che lei..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Giornalista Chiacchierona ha scritto un commento.
"Sempre disponibile al confronto,..." [Leggi tutto]
Il brutto di essere belli
Adam ha scritto un commento.
"altra cazzata di articolo.. perchè? ne ho le prove! anche dinanzi ad uno bellissimo,..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Adam ha scritto un commento.
"Esimia Giornalista chiaccherona, Senza scadere nello..." [Leggi tutto]
Ma dove sono gli uomini capaci di corteggiare una donna?
Adam ha scritto un commento.
"Alle donne che dicono non ci sono più gli uomini di..." [Leggi tutto]

Ultime 5 Pubblicazioni

24.05.2015 | Serena » 0 Commenti

La mia finta gabbia di solitudine

La mia finta gabbia di solitudineDovremmo avere sempre tutte le possibilità, così da essere coscienti del fatto che ciò che abbiamo è esattamente quello che vogliamo per noi. Quando non potevo prendere la patente ed era scons...
31.03.2015 | Pensierosa » 0 Commenti

Se non va bene il primo amore, hai un guasto

Se non va bene il primo amore, hai un guastoDa un lato ci sono quelle coppie formate da persone con differenze d'età, di professione, di vita, che scelgono di stabilire la loro unione per godersi la vita finché non ne hanno voglia. Dall'a...
25.03.2015 | Guerriera » 0 Commenti

Non piaccio alle donne

Non piaccio alle donneNon le piaccio. Non è la prima incapace di sopportarmi. Ho speso gli anni migliori della mia vita a cercare di indovinare il perché di questo fatto e, mentre mia madre cercava di inculcarmi il "...
15.03.2015 | Serena » 0 Commenti

La solitudine dei noti volti sorridenti

La solitudine dei noti volti sorridentiSpero che il titolo possieda quella tetra e inquietante aria cantilenante de "L'alba dei morti viventi", seppur composto da parole che, prese singolarmente, hanno un significato positivo. Sono gior...
11.02.2015 | Blog » 0 Commenti

4 anni | Ohmiodddio.

4 anni | Ohmiodddio.Stavo organizzando in pompa magna un giveaway per questo quarto compleanno del blog, ma seguo sempre i miei umori ballerini e - all'ultimo momento - ho deciso che no. Mi pare una paraculata, una co...
Argomenti: , ,

Blog | Ultime 3

24.05.2015 | Serena » 0 Commenti

La mia finta gabbia di solitudine

La mia finta gabbia di solitudineDovremmo avere sempre tutte le possibilità, così da essere coscienti del fatto che ciò che abbiamo è esattamente quello che vogliamo per noi. Quando non potevo prendere la patente ed era scons...
31.03.2015 | Pensierosa » 0 Commenti

Se non va bene il primo amore, hai un guasto

Se non va bene il primo amore, hai un guastoDa un lato ci sono quelle coppie formate da persone con differenze d'età, di professione, di vita, che scelgono di stabilire la loro unione per godersi la vita finché non ne hanno voglia. Dall'a...
25.03.2015 | Guerriera » 0 Commenti

Non piaccio alle donne

Non piaccio alle donneNon le piaccio. Non è la prima incapace di sopportarmi. Ho speso gli anni migliori della mia vita a cercare di indovinare il perché di questo fatto e, mentre mia madre cercava di inculcarmi il "...

Rubriche | Ultime 3

Quel che mi hai dato

Quel che mi hai datoNon importa quanti stronzi traditori io abbia incontrato, non sapevo che sarebbe bastata una sola persona che mi volesse bene per curare tutte le voragini che avevo dentro. Ne basta uno. Che v...
07.02.2015 | Punti di Vista » 0 Commenti

#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! – Al di là del Buco

#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! – Al di là del Buco#50SfumatureDiGrigio: la crociata delle femministe (moraliste) per boicottarlo! – Al di là del Buco. Sta per uscire il film, al cinema, e la polemica sulle #50sfumature si sta accendendo di nuov...
07.01.2015 | Videopost » 0 Commenti

Il mio secondo Natale con la Voice Power

Il mio secondo Natale con la Voice Power L'anno scorso è stato il turno di Shake Up Christmas, quest'anno invece gli insegnanti della scuola Voice Power hanno scelto Do they know it's Christmas. Il video della canzone di Natale del 201...

Bacheca | Ultime 3

#librorecensione video: L’uomo in fuga, di Richard Bachman

Ho deciso di dare una mossa al canale Youtube, registrando videorecensioni dei libri appena letti, è il turno de L'uomo in fuga, scritto da Richard Bachman - pseudonimo di Stephen King. Buona visi...

Cecità – Jose Saramago [Lettura Collettiva @Bibliophili]

Cecità - Jose Saramago [Lettura Collettiva @Bibliophili]Gruppo Bibliophili | Evento Cecità |@Biblio_philia su Instagram | Hashtag #laletturanonèsolitudine Lettura di Dicembre/Gennaio: La fattoria degli animali Breve Introduzione: su Facebook esiste ...

Il libro è sempre meglio del film?

Il libro è sempre meglio del film?Leggere, per scoprire che alcune storie che si amano tanto sono solo frutto della fantasia di un regista, non dell'autore dell'Omonimo racconto. Il libro è sempre meglio del film? Nel caso di Rapp...

Libreria | Ultime 3

Propositi di lettura – Dicembre 2014

Propositi di lettura - Dicembre 2014Punto della situazione sui propositi dell'ultimo mese in cui avevo scritto in questa rubrica - aprile 2014 Finire di leggere Rose Madder, di Stephen King; [NO] Finire di leggere Il più grande u...
18.12.2014 | Lettura Collettiva » 0 Commenti

#gdli100libri – I 100 libri di Dorfles [Gruppo di Lettura]

#gdli100libri - I 100 libri di Dorfles [Gruppo di Lettura]Iniziativa di: Ifeelbook Piattaforma di origine: Instagram Durata: variabile Missione: leggere i 100 libri che Dorfles indica come quelli che un vero lettore non può far mancare nel suo "repertor...

Propositi lettura per il 2015

Propositi lettura per il 2015Bilancio dei propositi 2014 | Post Originale Alternanza di generi: la mia intenzione era di alternare la lettura di classici, qualcosa di moderno, cicli di avventura, saggi... e devo dire che non...

Photoblog | Ultime 3

24.12.2013 | Photoblog » 0 Commenti

Buon compleanno

Buon compleanno Mamma mi porta un pacchetto e la mia Paty corre sul letto ♥♥...
06.12.2013 | Photoblog » 0 Commenti

It’s Christmas time

It's Christmas time È arrivato Natale anche in casa Chiacchierona!!...

14.11.2013 | Photoblog » 0 Commenti

Jap Lunch

Jap Lunch È uno dei giorni più importanti della vita della mia cara amica e io sono una delle persone citate nei ringraziamenti e presente al pranzo ''di famiglia''. Onorata, orgogliosa e serena. Tan...

Aeroporto | Ultime 3

You, again

You, again Boeing 737 con livrea Xl.com...

Un Airbus 330 a Cagliari

Un Airbus 330 a Cagliari Direzione Antille Francesi. Un bestione parcheggiato al Finger riempie un normalissimo sabato in aeroporto a Cagliari. ...

Nuvole a batuffoli

Nuvole a batuffoli Qualche volta parcheggio lontano dalle partenze e devo percorrere un lungo tratto a piedi. .. Stamattina mentre lo facevo, ecco che il cielo mi cattura. Nuvole soffici e bianche come cotone sull...

Giornalista Chiacchierona è...


Mi chiamo Cinzia, classe 1986, alias Kisal dai primi anni dopo il 2000 e diventata Giornalista Chiacchierona in occasione dell’apertura di questo blog. Nell’ottobre del 2010 mi trasferii in Germania...
leggi tutto...

Cerca nel Blog

#gdli100libri

#libri

@i_libri_di_gi

@booksnews

@l_amore_per_i_libri

@salottodeilibri

@ifeelbook

@the_italian_reader

#Librorecensioni

#UltimiLibri

#VlahVlahVlog

Seguimi su Facebook

Argomenti

Curiosi

Era il 1987.

Ero appena nata e stava per nascere anche un film che, anni dopo, mi capitò di vedere.

Mi rimase impresso nonostante gli effetti speciali scadenti, ero bambina e la scena in cui l’agente Murphy – ingenuo e forestiero – si addentra nella fabbrica abbandonata con la compagna in servizio mi è sempre rimasta impressa.

La sua morte, soprattutto. La sua uccisione.

Una di quelle scene che fanno della crudeltà il loro distintivo: c’è l’agente e c’è l’uomo, poi arriva il branco – sempre il branco – e il poliziotto, con giubba antiproiettile e pistola, è in minoranza.

Muore, ma non per caso o per errore. Muore perché chi lo attacca è un branco di squali capeggiati da un criminale che scopriremo essere il braccio destro di uno dei vertici della multinazionale che sta progettando di radere al suolo la città per costruirne una nuova.

Siamo sempre alle solite: c’è un qualcuno che ha un’idea – normalmente legata all’obbiettivo di egemonia – e siccome non è capace di convincere chi dovrebbe sostenerlo – finanziatori e/o popolo – perché il suo colpo di genio sia ritenuto tale deve far sì che la sua idea sia la risposta ad un problema. Tale problema, di fatto non esiste, ma questo non ferma il suddetto ambizioso. Basta crearlo, quel problema, e la sua soluzione sarà proprio quella di sua creazione.

Nella storia, esiste un ammazza-poliziotti (Buffy Clarence!) perché c’è uno degli alti dirigenti di una multinazionale (Jones) che vorrebbe imporre il sistema di sorveglianza da lui inventato – una macchina chiamata ED209 – che sostituirebbe i poliziotti in carne ed ossa al controllo del crimine di Detroit.

La prevedibile diffidenza nei confronti di un progetto del genere – legata anche all’eterno dilemma riguardante le macchine che sostituiranno gli esseri umani nel mondo del lavoro, facendo sì che la disoccupazione diventi lo stato sociale di tutti – non può essere fronteggiata se non creando un falso problema che possa essere risolto unicamente da un macchinario non umano.

La figura di Clarence Рche apparentemente ̬ uno che si accanisce contro i poliziotti per partito preso Рci appare chiara quando scopriamo il suo accordo con Jones.

Jones è il vicepresidente della OCP, che vorrebbe trasformare Detroit in Delta City e che inizia la corsa prendendo il completo controllo del dipartimento di polizia del posto.

Jones ha un accordo con Clarence riguardante traffici di droga e inoltre è incaricato da lui di mettere a rischio in ogni modo la vita dei poliziotti, in modo che l’unica soluzione possibile per fermare il criminale sia togliergli il materiale primario per agire: sostituire tutti i poliziotti umani con delle macchine invulnerabili.

Un disguido tecnico durante la presentazione di ED209 permette a Morton – vicepresidente del settore di sicurezza – di subentrare all’attenzione di tutti con la sua idea del cyborg Robocop.

La differenza tra ED209 e Robocop è tanto sottile quanto fondamentale: Robocop, in quanto cyborg, è progettato per avere parti sia meccaniche sia umane, mentre ED209 è un arma di distruzione di massa, è completamente composto da parti meccaniche e, nel suo concetto di base, risulta essere molto più violento e dannoso di Robocop.

La disputa tra Jones e Morton si fa accesa per via del fatto che quest’ultimo scavalca senza previsioni Jones e il suo progetto, cosa che mette in subbuglio anche tutta una serie di altre dinamiche, sempre gestite da Jones.

Robocop viene fabbricato subito dopo la morte di Murphy, ammazzato barbaramente da Clarence e la sua cricca, con i resti corporei recuperabili dello sfortunato poliziotto e, nonostante fosse prevista la cancellazione della sua precedente memoria, soppiantata dal programma che avrebbe “mosso” Murphy/Robocop nella sua seconda esistenza, alcuni ricordi della morte iniziano a riaffiorare con il tempo.

L’immagine peggiore che un uomo possa rivedere davanti ai sui occhi è quella della sua morte, soprattutto se questa è sopraggiunta in modo tanto crudele e cruenta.

I volti, tutti i volti dei suoi uccisori, spietati e ridanciani, sono impressi nella mente di Robocop.

E non ci sono dinamiche del film che tengano, o frasi ad effetto che possano avere più importanza del resto…

Robocop è grandioso per la vendetta.

E’ un robot ma è così umano quando manda a cagare ordini, disciplina e superiori perché ha capito da dove proviene, di cosa è frutto.

Robocop è grandioso anche perché racconta la pena e, in un commovente coro di dignità, la malinconia che si cela dietro un complotto malvagio e tanto radicato. Conosciamo Murphy prima della sua morte ed è semplicemente un poliziotto trasferito da un settore tranquillo della città ad un altro, in cui la situazione criminale è paragonabile al far west.

Murphy viene seguito e guardato in faccia dai suoi futuri assassini, è fucilato e mutilato a bruciapelo, senza la minima pietà neanche davanti ai quegli occhi sgranati per lo sgomento e il dolore che non fa in tempo a tradursi in urla.

La sequenza più commovente è quella in cui – ormai diventato Robocop – casualmente, si imbatte in uno dei suoi uccisori alla pompa di benzina

e si riconoscono a vicenda dopo il famoso “Vivo o morto, tu verrai con me”.

L’identificazione del criminale dà il via ai ricordi, Robocop irrompe nel reparto di polizia in cui si trovano registrati tutti i database delle persone schedate per aver commesso dei crimini.

Non ci sono espressioni sul suo volto, non ci sono sentimenti, non c’è vendetta vera. E fa pena, perché in quella totale mancanza di reazione c’è il resto di un essere umano che sta prendendo confidenza con dei ricordi dolorosi e brutali.

Man mano che spulcia nel database, scopre tutti i volti dei suoi aguzzini, arriva a guardare la foto del capo della banda, Clarence, e sarà proprio da lui che andrà per vendicarsi al meglio, salvo poi fermarsi perché egli rivela la lercia verità riguardante Jones, dichiarandosi suo “dipendente”.

A capo di ogni organizzazione che merita tanta attenzione sulle patinate copertine c’è sempre qualcuno che è sceso a patti con un criminale.

Questa è l’ennesima storia che ci racconta realtà e dietrologie di movimenti che, ieri come oggi, il piccolo popolo stenta ad identificare nel profondo.

Fa sorridere quanto si prendessero sul serio negli anni ’80, quando prevedevano che entrare nel fantomatico duemila sarebbe significato avere macchine volanti tra i piedi, filo diretto con lo spazio ed extraterrestri come vicini di casa.

Ma i temi sono sempre gli stessi e le riflessioni che suscita una storia del passato sono le stesse che ne susciterebbe una attuale.

Il branco, nello specifico, ultimamente è un tema che mi sta facendo prendere fuoco un po’ troppo spesso.

Scritto da kisal | Pubblicato in I film della mia vita Punti di Vista » Letto 2.786 volte » Pubblicato martedì 11 dicembre 2012 alle 22:18

Argomenti: , , ,

INSERISCI COMMENTO | LEGGI COMMENTI


Post precedente:
Post Sucessivo:

Ti potrebbero interessare anche...

    harrytipresento
    Erritipresentoselli

    Guardando i video di una youtuber molto simpatica, mi imbatto in una top 5 dedicata ai cinque più bei momenti romantici dei film. Lei cita la famosissima scena...

    Pubblicato il: 25 agosto 2014
    Commenti: 0

    wpid-2012-11-11-07.46.27.jpg
    Carrie – Stephen King

    Il viso dolce qui accanto è quello di Carrie White, nella versione cinematografica - firmata da Brian de Palma - della conosciutissima e agghiacciante storia...

    Pubblicato il: 11 dicembre 2012
    Commenti: 1

    39days
    #daysuntilchristmas marathon on Instagram

    Mancano 39 giorni a Natale e, visto che ultimamente mi è venuta l'instagrammite acuta (anche lì sono @giornalista_chiacchierona MA VAAA), ho iniziato a postare di...

    Pubblicato il: 16 novembre 2012
    Commenti: 0

    il-castello-errante-di-howl
    Il castello errante di Howl

    Ricordo ancora quando, casualmente, facendo zapping, mi imbattei in questo film d'animazione. Vivevo ancora nella casa della mia infanzia ed ebbi la necessità di...

    Pubblicato il: 17 giugno 2012
    Commenti: 2

Le nostre chiacchiere in proposito...

0 COMMENTI

Commenta l'articolo


Giornalista Chiacchierona è un blog personale scritto da Cinzia Corda ed è stato aperto il 21 febbraio 2011.
Questo sito/blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001